Viaggi e Turismo


UZBEKISTAN

Il regno e gli splendori di Tamerlano

 Viaggio in UZBEKISTAN: Il Regno e gli splendori di Tamerlano

« Sulla rete che collegava l'antica Ch'ang-an a Bisanzio dove per settecento anni, dal II sec. AC, si sono svolti i commerci della seta, l'Uzbekistan si annida nel cuore dell'Asia. Culla di civiltà vetustissime, sintesi di Oriente e Occidente, del mondo nomade delle steppe e di quello stanziale e colto dei grandi imperi, questa terra esercita uno straordinario fascino anche ora che, caduto l'impero sovietico, si impone urgente una ridefinizione di ruoli e identità politico-culturali. Islamica per influenza araba, sfarzosa e magnifica per volere del turco Tamerlano, la terra uzbeca respira ancora al ritmo segreto del suo passato risonante del clangore degli eserciti di Alessandro Magno e Gengiz-Khan e dei passi della lenta teoria dei mercanti di impalpabile, cangiante seta color di lontananza. »
 

IL VIAGGIO

 
Un itinerario unico e completo che Vi regalerà paesaggi leggendari dalle architetture bellissime, mercati colorati e vivi lungo la grande via della Seta e, novità 2013 dopo alcuni anni di “oblio” è stata riaperta al turismo la verde valle di Fergana, una bellissima terra attraversata dal fiume Syr-Darya, una delle oasi più fertili non solo dell'Uzbekistan, ma di tutta l'Asia Centrale.
 

Consigliato

L'eredità artistica più notevole che sopravvive in Asia Centrale è la sua architettura e alcuni degli edifici religiosi islamici più belli e audaci del mondo si possono ammirare in Uzbekistan. Il viaggio è per coloro che amano la storia dei popoli, attraverso la loro arte e il loro folklore.

Aspetti pratici

Il percorso con tappe abbastanza lunghe viene effettuato a bordo di minibus su strade asfaltate, la grandezza del mezzo dipenderà dal numero dei partecipanti. I pernottamenti sono in buone strutture pulite, confortevoli e ben gestite, comunque le migliori disponibili nella loro categoria. Alcuni pranzi e cene saranno in ristoranti locali. Si segnala che lo standard degli hotel, non è comparabile a quello europeo.

Clima

L'Uzbekistan è in gran parte desertico. L'estate è lunga, calda e molto secca, il picco massimo è da giugno ad agosto con 32 °C. La primavera è mite e piovosa. L'autunno è caratterizzato da leggere gelate e da piogge. L'inverno benché breve è instabile, con nevicate e temperature sotto gli 0 °C. Le precipitazioni si concentrano soprattutto in marzo e aprile.

 

 
UZBEKISTAN, GLI SPLENDORI DI TAMERLANO


Uzbekistan, Gli Splendori di Tamerlano

Gradisci ulteriori informazioni sul viaggio in Uzbekistan?
 

HANNO SCRITTO DEL VIAGGIO...
   

Luglio/Agosto 2010
Uzbekistan: Misteri e Splendori...
   

Aprile 2010
in Uzbekistan lungo la via della seta...
   

Luglio 2006
Uzbekistan
   

5 gennaio 2006
12 posti da vedere nella vita
   
PROGRAMMA DI VIAGGIO
 

1° giorno: ITALIA – TASHKENT
--------------------------

Partenza dall'Italia con volo di linea. Pasti e pernottamento a bordo.

 
2° giorno: TASHKENT

--------------------------

Pensione completa. Arrivo a Tashkent, disbrigo delle formalità doganali, incontro con la guida e trasferimento in hotel. Giornata di visite: la città vecchia con la Madrassa Kukeldash, del XVI secolo e la Piazza Khast Imam che con le sue moschee rappresenta il cuore religioso di Tashkent, l'animato Bazar Chorsu, il Museo delle arti applicate e la città nuova con le piazze dell'Indipendenza, del Teatro Alisher Navoi e di Tamerlano.

3° giorno: TASHKENT / KOKAND / RISHTAN / FERGANA
--------------------------

Viaggio in Uzbekistan - SamarcandaPensione completa. Partenza per la valle di Fergana attraverso il Passo di Kamchik (2450 m) in auto privata, non essendo il percorso accessibile ai pullman. Arrivo a Kokand, uno dei centri principali della valle e una delle città più antiche dell’Uzbekistan, capitale dell’omonimo khanato nel XVIII e XIX secolo e punto nevralgico della valle anche dal punto di vista religioso: visita della città con la Moschea del Venerdì, la Madrasa Nurbutaboy, il Mausoleo di Modarikhan, dai soffitti lignei restaurati nello stile tipico di Fergana, con intarsi dai bei colori e il Palazzo di Khudoyar Khan, ultimo governatore del Khanato di cui oggi si conservano solo due cortili e 19 stanze. Prosecuzione per la cittadina di Rishtan e visita delle botteghe artigianali di produzione della ceramica per la cui finezza e bellezza la città e la valle di Fergana sono note. Continuazione per Fergana, città che dà il nome all’intera valle, una delle regione più fertili non solo dell’Uzbekistan ma di tutta l’Asia Centrale Sistemazione in hotel.

 
4° giorno: FERGANA / MARGHILAN / TASHKENT

--------------------------

Pensione completa. Partenza per Marghilan, sorta e sviluppatasi lungo le vie del commercio carovaniero e divenuta importante per l’artigianato e soprattutto per l’antica arte della lavorazione della seta. Visita della più antica e celebre fabbrica di produzione della seta (Yodgorlik), dove verranno illustrate le fasi della produzione, dall’allevamento del baco alla filatura finale. Sosta al colorato bazar e visita della moschea Chakar. Nel pomeriggio rientro in treno a Tashkent.

5° giorno: TASHKENT / URGENCH / KHIVA
--------------------------

Viaggio in Uzbekistan - Taskent - KhivaPensione completa. Di prima mattina partenza in volo per Urgench, punto d'accesso per la visita di Khiva, a 30 km sud dalla città, la più intatta e remota città della Via della Seta in Asia Centrale con il complesso di Ichan Kala, fortezza dai molti minareti circondati da edifici della ricca tradizione architettonica orientale, la Madrassa di Amin Khan, la bellissima Moschea Juma (del Venerdì) con le sue 218 colonne di legno e il Bazar; visita della Fortezza Vecchia “ Kunya Ark ”. Tra gli altri monumenti d'interesse il Mausoleo Pakhlavan Mahmud, poeta, filosofo e lottatore leggendario, la bellissima Madrassa Islam Kohja del 1908 e il palazzo Tosh-Howvli (casa di pietra) impreziosito da sfarzose decorazioni interne in ceramica, pietra e legno intagliati.

6° giorno: KHIVA / BUKHARA (550 Km)
--------------------------

Pensione completa. Partenza per Bukhara. Il percorso attraversa il deserto del Kyzyl Kum nella regione di Khorezm, lungo la via che si snoda ai margini del grande letto del fiume Amu Darya, che attraversa il “deserto rosso”, il Kyzyl Kum, una vasta piana coperta di dune sabbiose. Proprio questo era l'antico fiume Oxus descritto da Erodoto e incontrato da Alessandro Magno: non sempre le sue acque sono visibili in questo tratto di percorso, spesso segnato piuttosto da un grande alveo in secca, che regala ugualmente, tuttavia, un paesaggio di insolita bellezza. La durata del viaggio è di otto ore circa (soste comprese). Arrivo a Bukhara.

7° giorno: BUKHARA
--------------------------

Viaggio in Uzbekistan - BukharaPensione completa. Intera giornata dedicata alla visita di Bukhara, città museo sopravvissuta nel tempo. Visita della fortezza di Ark, l'antica città reale, del prezioso mausoleo di Ismail Samani del 905, uno dei monumenti più raffinati del paese, luogo di riposo del fondatore della dinastia Samanide, ultima dinastia persiana a regnare in Asia Centrale e accanto ad esso del Chashma Ayub, luogo sacro con l'acqua della “sorgente di Giobbe”, ritenuta curativa. Dopo il pranzo, prosecuzione con il complesso Poi-Kalyan con il suo bellissimo minareto, il bazar coperto, che ricorda gli antichi negozi e le case dei mercanti di cappelli e gioielli, il Magok I–Atori, ex monastero buddista divenuto moschea che introduce al complesso Lyabi-Hauz, bella piazza attorno a una grande piscina, il cuore e il centro catalizzatore della città. Accanto alla piazza si distinguono la Madrassa Kukeldash e la Madrassa Divan-begi, accanto alla quale si trova un khanaka, antico rifugio per Sufi itineranti.

 8° giorno: BUKHARA   
--------------------------

Pensione completa. Visita ai Quattro Minareti (Chor Minor), uno dei simboli della città e al Sitora-I-Mohi Khosa, residenza estiva dell'ultimo emiro di Bukhara, del 1911. Nel pomeriggio Dopo il pranzo visita al complesso Bakhauddin Nakshbandi, luogo di sepoltura di uno dei padri fondatori dell'Islam, sosta al memoriale di Chor Bakr, la necropoli di famiglia degli Sheykh Sufi Djuybar e rientro a Bukhara. Un po'di tempo libero per gli acquisti, le passeggiate e il relax.

 9° giorno: BUKHARA / SHAKHRISABZ / SAMARCANDA (265 Km+ 170 km)
--------------------------

Pensione completa. Partenza per Shakhrisabz, città natale di Tamerlano, leggendario fondatore della dinastia Timuride che regnò in Asia Centrale e nella Persia orientale dal 1370 al 1507. Tra i monumenti di Shakhrisabz la residenza estiva di Tamerlano Ak Sarai di cui sfortunatamente sono rimaste solo tracce delle due torri di 65 metri composte di mosaici in ceramica blu, bianca e oro, la moschea blu Kok Gumbaz, la moschea del venerdì, la Casa della Meditazione Dorut Tilyavat e la Cripta di Tamerlano scoperta nel 1963. Il centro storico di Shakhrisabz è incluso nella lista dei siti patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO. Proseguimento per Samarcanda.

10° giorno: SAMARCANDA
--------------------------

Pensione completa. Giornata di visite: il Mausoleo di Gur Emir che ospita la vera tomba di Tamerlano e quelle dei suoi familiari, la bellissima Piazza Registan, cuore della città, con le sue imponenti madrase azzurre Ulughbek, Sherdor e TillyaKori, la Moschea di Bibi Khanum con il colorato e brulicante mercato Siab ad essa attiguo Prosecuzione con la visita della necropoli dei nobili Shaki Zinda, monumento funebre che non ha uguali in tutta l'Asia centrale.

11 ° giorno: SAMARCANDA
--------------------------

Pensione completa. Visita al centro di manifattura della carta Meros (prodotta sin dall’antichità dal gelso, la carta di Samarcanda era famosissima in Asia per qualità e durata) e dell’Osservatorio di Ulugbek, regnante ed astronomo, nipote di Tamerlano. Prosecuzione con il mausoleo di San Daniele, in cui Tamerlano fece portare parte delle ceneri del Santo dalla tomba di Sush (Susa) in Iran, perché Samarcanda acquisisse importanza anche dal punto di vista religioso e col Museo Afrasiab, che narra la storia antichissima della città di Samarcanda e della provincia persiana di Sogdiana di cui era il cuore.

12 ° giorno: SAMARCANDA -ITALIA
--------------------------

In tempo utile, trasferimento in aeroporto e partenza per l'Italia con volo di linea via scalo europeo. Arrivo e fine dei servizi.

 
Per ragioni organizzative, l'itinerario potrà essere invertito, mantenendo inalterato il programma delle visite e delle escursioni
 

Le sistemazioni


TASHKENT: Hotel Wyndham 4* o similare
FERGANA: Hotel Asia Fergana 3* o similare
URGENCH/KHIVA: Hotel Khorezm Palace 4*/Asia Khiva 3*S o similare
BUKHARA: Hotel Asia Bukhara 4*/ Boutique Hotel o similare
SAMARCANDA: Hotel Registan PLaza 4* o similare

 
Le Quote

 


12 Giorni - 10 notti
partenze di gruppo - pensione completa
visite ed escursioni con guida locale parlante italiano

Partenza Quota per persona in camera doppia Supplemento
singola
21, 28 aprile 2018 € 1.890 € 250
19, 26* maggio € 1.890 € 250
07, 18 agosto € 1.990 € 250
15 settembre € 1.890 € 250
13 ottobre € 1.890 € 250
* 26 maggio, programma speciale: al 5° giorno la tappa di Urgench è sostituita con una tappa a Nukus

N.B. quote sempre soggette a riconferma al momento della prenotazione

Quote e partenze confermate al raggiungimento di 10 partecipanti

Triple adulti: sconsigliate in quanto viene fornita brandina non adatta a adulti

Tasse aeroportuali: da € 276 da riconfermare all'atto della prenotazione
Visto non urgente: € 88 (soggetto a variazioni senza preavviso)
Mance obbligatorie: € 30 da consegnare in loco

Quota gestione pratica: € 80

Assicurazione multirischi non inclusa, costo in base al totale della prenotazione:
.. fino a € 2.000: € 70
.. fino a € 2.500: € 89
.. fino a € 3.000: € 102
.. oltre € 3.000: da quotarsi

I servizi a terra sono quotati in dollari americani al tasso di cambio in data 05/02/2018.
 Eventuali oscillazioni di cambio non comporteranno adeguamenti valutari se contenute nel 2%;
qualora l'oscillazione dovesse essere superiore a tale percentuale l'adeguamento verrà applicato per intero

La quota comprende:
- Volo di linea Turkish Airlines a/r in classe turistica (o altro vettore Iata)
- Volo di linea interno
- Sistemazione in camera a due letti con servizi privati negli hotel selezionati
- Pullman privato con aria condizionata
- Acqua a bordo del pullman durante i lunghi trasferimenti
- Trasferimento in auto da Tashkent a Kokand e in treno da Kokand a Tashkent
- Trattamento di pensione completa (bevande non incluse)
- Ingressi e visite come da programma con guide locali parlanti italiano
- Accompagnatore dall'Italia con minimo 20 partecipanti


La quota non comprende:

- Le bevande
- le tasse aeroportuali del biglietto aereo internazionale
- le mance da saldare in loco (euro 40)
- i pasti non menzionati
- le spese a carattere personale
- eventuali tasse d'imbarco in uscita
- assicurazione annullamento
- tutto quanto non incluso alla voce “La quota comprende”.
    

Per informazioni o prenotazioni scrivi ad atacama@atacama.it
oppure chiama i nostri operatori al numero 030 8922696

COPYRIGHT © 2012 Atacama Travel
>