ARABIA SAUDITA

Il meglio dell'Arabia Saudita

8 giorni / 7 notti
Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci per maggiori informazioni oppure chiederci di prepararti un preventivo: i nostri Consulenti sono a tua disposizione …

Inserisci un nome valido
Inserisci un cognome valido
Inserisci un indirizzo email valido
Inserisci un numero di telefono valido
Inserisci un messaggio
Vuoi maggiori
informazioni?

Il Viaggio:

Scoprite l’Arabia Saudita , un paese sconosciuto, mitico e dove le leggende si mescolano alla storia: da qui sono passati la Regina di Saba, le grandi carovane dell’antichità e le civiltà e i grandi imperi si sono disputati questa terra a cavallo di tre continenti.

PUNTI FORTI:

  • Riyad, la capitale del Regno
  • L’Oasi di Al Ula
  • Madain Saleh (Egra)
  • Jabal Ikmah
  • Jeddah la porta del Mar Rosso

Programma di viaggio

1° giorno: Italia - Riyadh

Arrivo in aeroporto in tempo utile, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza per il Regno dell’Arabia Saudita; imbarco e volo. Arrivo in serata (con voli Saudia), disbrigo delle formalità d’ingresso e trasferimento in hotel per il pernottamento.

(Notte in volo con altri operativi e compagnie aeree)

2° giorno: Riyadh

Colazione in hotel e partenza per la visita della capitale del Regno Saudita, cominciamo con Il Forte di Masmak è uno dei monumenti più importanti dell’Arabia Saudita da dove inizia la moderna storia saudita. Questo palazzo fu costruito durante il regno di Abdullah bin Rashid nell’anno 1895 d.C. Non si può non fare un salto a quello che è il simbolo di ogni città o cittadina araba il Suq il mercato coperto. Entriamo nel Dira Suq, come ogni suq che si rispetti si viene accolti dagli odori delle spezie, dalla fragranza dell’incenso che proviene dal lontano Dhofar, della Mirra di Abissinia, i legnami di sandalo giunti qui dalle lontane terre oltre oceano, oltre che tutti gli oggetti di abbigliamento, tappeti e anche rarità antiquarie. Non si può venire a Riyad senza entrare nel sito di Diriyyah.

Le prime notizie si hanno dalle gesta di Ibn Dir, che era anche il capo del clan al-Dir di Duru, che apparteneva alla tribù Bani Hanifa, governava questa zona. Aveva una vasta terra fertile nella valle, che non era in grado di utilizzare completamente a causa della mancanza di popolazione del suo clan. Pertanto, invitò un altro clan della stessa tribù Bani Hanifa a stabilirsi nell’area fertile della valle di Hanifa. Pertanto, il clan chiamato rinominato Murdah passa sotto la guida di Mani al-Muraydi nel 1446 d.c. Infine terminiamo la giornata con il Museo Nazionale, inaugurato nel 1999 per il centenario dell’unificazione saudita, il museo è un luogo di apprendimento e progettato per cantare con entusiasmo e ispirazione per accendere l’orgoglio per l’eredità araba e l’Islam. Questo monumento nazionale è composto da otto gallerie che completano la storia della storia araba dalla creazione di fino alla nostra era moderna.

Pernottamento in hotel; pensione completa.

3° giorno: Riyadh – Al Ula

Al mattino molto presto, trasferimento in aeroporto per il volo su Al Ula, arrivo e trasferimento al Sahary Resort. Pranzo in un ristorante locale e visita del museo di Al Ula e di alcune case tradizionali. Cena e pernottamento al resort. Pensione completa.

4° giorno: Al Ula – Madain Saleh (Egra) – Dedan – Jabal Ikmah

Wadi Al Ula, porta di accesso a Madain Saleh (patrimonio dell’UNESCO), è noto per il suo Leone dei Lihyaniti, predecessori dei Nabatei (dal 100 al 500 a.C.). Madain Saleh è la principale attrazione turistica del Regno. Era conosciuto come “Al Hijr” nei tempi antichi e serviva come scalo su una rotta commerciale molto prospera. Le città si trovano su 9 Km quadrati in un’area solitaria a circa 845 Km da Jeddah nella parte nord-occidentale dell’Arabia Saudita tra Tabuk e Medina. Nel pomeriggio visitiamo Jabal Ikmah, in tutta la valle di AlUla si trovano migliaia di iscrizioni in aramaico, dadanitico, tamudico, minaico e nabateo. Migliaia di iscrizioni pre-arabe in numerosi siti fanno di Al Ula un luogo importante per lo studio della lingua araba. Una montagna a nord della valle di Al Ula, AlAqra’a, presenta più di 450 antiche iscrizioni arabe. Naqsh Zuhayr, a est, presenta una delle più antiche iscrizioni dell’era islamica che risale al 24AH (644 dC). Non esiste un sito più significativo di Jabal Ikmah, sede della più alta concentrazione e delle iscrizioni più varie ad Al Ula. Pensione completa.

5° giorno: Al Ula – Jeddah

Colazione al resort e trasferimento in aeroporto per il volo su Jeddah, arrivo e trasferimento in hotel per il pranzo e la sistemazione in camera.

Jeddah è sempre stata una città cosmopolita sia per la presenza del porto, sia perché è qui che arrivano i milioni di pellegrini che ogni anno fanno il pellegrinaggio musulmano, il suo aeroporto è infatti diviso in due sezioni, quello internazionale e quello dei pellegrini. Arrivare qui nel periodo del Hajj è uno spettacolo incredibile, migliaia di persone provenienti dai quattro angoli del globo e di tutte le sfumature di colore della pelle tutti vestiti con un semplice tessuto in partenza per la vicina Mecca, prima tappa che li porterà a compiere il pellegrinaggio completo.

Nel pomeriggio visitiamo il Museo d’Arte Abdul Rauf Khalil: è costituito dagli edifici principali, dalla moschea, dalla facciata del castello e dalla sede del patrimonio dell’Arabia Saudita, nonché dalla sede del patrimonio islamico, la sede del patrimonio mondiale, che espongono il patrimonio in generale. Infine una piacevole passeggiata sulla “Corniche” è una delle attrazioni più importanti per i visitatori di Jeddah, si estende per più di 80 km, il Comune ha sfruttato questa lunga distesa di lungomare e l’ha trasformata in un luogo di aria fresca per la città dove le famiglie e i cittadini si ritrovano, molti sono i drappelli di persone che bevono o fanno il pic-nic sul prato sfruttando il vento marino che rende più fresca l’aria. Sullo sfondo l’impressionante getto della fontana “King Fahd”, la più grande del mondo misura 312 metri. Non solo l’altezza, ma anche la velocità del getto d’acqua è impressionante : 375km/h. Pensione completa.

6° giorno: Jeddah – Taif – Jeddah

Colazione in hotel. Trasferimento a Taif passando accanto alla porta de “La Mecca”; arrivo a Taif, una città sede del governatorato nella provincia della Mecca dell’Arabia Saudita. Si trova ad un’altitudine di 1.879 metri. nelle pendici dei monti Hijaz, che a loro volta fanno parte dei monti Sarawat. Secondo la stima del 2020, ha una popolazione di 688.700 persone, che la rende la sesta città più popolosa del regno.

Visitiamo lo Shobra Palace, le moschee, il museo Sharif, e il laboratorio di distillazione delle rose.

Rientro a Jeddah. Pensione completa.

7° giorno: Jeddah

Colazione in hotel. Visitiamo oggi il centro storico di Jeddah, ricchissimo di antiche case tradizionali dalle caratteristiche finestre di vari colori e forme. Molte case e palazzi sono ancora da restaurare ma le viuzze e i vicoli di questa città dove si incontrano moschee, negozi di gioielli, di profumi, spezie e leccornie hanno un fascino tutto particolare; Jeddah è un mondo a sé nel regno saudita, ci si perde volentieri tra i suoi profumi e i suoni qui si respira la tolleranza ereditata da secoli di scambi e visite di stranieri. Visita alla La Nasif House: è stata costruita nel 1850 dalla famosa famiglia Nasif, una delle famiglie commerciali più influenti nella lunga storia di Jeddah. Nel XIX e all’inizio del XX secolo la casa era uno degli edifici più importanti di Jeddah. Non possiamo non visitare il Suq Alawi affollatissimo e ricco di ogni mercanzia, e il mercato del pesce dove viene venduto tutto il pescato del ricco Mar Rosso. Numerose sono le sculture moderne che potremo osservare in giro per la città opera di importanti artisti internazionali.

Pensione completa.

8° giorno: Jeddah - Italia

Colazione in hotel. Trasferimento libero in aeroporto in tempo utile per il volo di rientro verso l’Italia. Arrivo in Italia (con altri operativi di altre compagnie non Saudia l’arrivo può essere il giorno successivo).

Informazioni sul viaggio:

Pernottamenti: in strutture di categoria standard.

NOTE IMPORTANTI:

  • L’Arabia Saudita è un paese “alcool free”. È assolutamente vietato introdurre alcool nel paese, così come droghe e materiali pornografici
  • L’abbigliamento deve essere modesto, le donne non sono obbligate a coprirsi la testa, ma devono indossare sempre abiti lunghi (abaya) che verranno forniti dal corrispondente locale all’arrivo
  • Nel paese ogni sito, monumento o negozio, chiude dalle 12.00 alle 15.00. Inoltre, a volte alcuni siti vengono chiusi dalle autorità senza preavviso
  • operativo voli:

    Voli previsti (orari soggetti a riconferma):

    • Milano Malpensa -Riyadh: part. 17:30 – arr. 00:45+1
    • Riyadh – Al-Ula: part. 08:40 – arr. 10:25
    • Al-Ula – Jeddah: part. 12:05 – arr. 13:20
    • Jeddah – Riyadh: part. 07:00 – arr. 08:40
    • Riyadh – Milano Malpensa: 11:25 – arr. 15:40

Approfondimenti sul Paese:

Vuoi maggiori informazioni sull’Arabia Saudita? Clicca qui

Prezzi e date:

8 giorni – 7 notti
Viaggio di gruppo – partenza da Milano Malpensa

quota per persona “a partire da” *:

partenze in camera doppia suppl. singola
06 e 20 marzo 2022 da € 3.950 € 550
18 e 25 settembre da € 3.950 € 550
09 e 23 ottobre da € 3.950 € 550
06, 13 e 27 novembre da € 3.950 € 550
04 dicembre da € 3.950 € 550

* le quote sono da intendersi “indicative” e sempre soggette a riconferma

Quota individuale di gestione pratica: € 95

Tasse aeroportuali: indicativamente € 220, soggette a riconferma

Visto d’ingresso:  deve essere richiesto online tramite il sito https://visa.visitsaudi.com; costo indicativo SAR 440+IVA (circa € 110)

Assicurazioni:
.. medico-bagaglio:
inclusa nella quota individuale di gestione pratica
.. annullamento:
non inclusa, da quotarsi in base al costo totale del viaggio (facoltativa, ma suggerita)

La quota include:

  • voli internazionali e locali
  • 7 pernottamenti in hotel standard, in camera doppia
  • pasti in pensione completa a partire dalla colazione del giorno 02 fino alla cena del giorno 07
  • un pranzo con una famiglia saudita a casa loro a Riyadh o Jeddah
  • accompagnatore turistico italiano
  • guida locale parlante inglese
  • trasporto locale con aria condizionata
  • biglietti d’ingresso
  • acqua in bottiglia

La quota non include:

  • tasse aeroportuali
  • visto consolare
  • test PCR a Jeddah (circa € 60)
  • sim locale e/o spese telefoniche
  • spese personali, mance e facchinaggio
  • quota individuale di gestione pratica con assicurazione medico-bagaglio COVID inclusa
  • assicurazione annullamento facoltativa da richiedere al momento della prenotazione
  • tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota include”

Formalità d'ingresso:

ARABIA SAUDITA – informazioni utili

Consulta le informazioni utili sul Paese, in particolare i requisiti relativi a PASSAPORTO e VISTO D’INGRESSO

Scopri di più
ARABIA SAUDITA – informazioni utili

Documentazione necessaria all’ingresso nel Paese: 

Passaporto: necessario, con una validità residua di almeno sei mesi alla data della partenza.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento: “Documenti di viaggio – documenti per viaggi all’estero di minori” del sito VIAGGIARE SICURI / ARABIA SAUDITA

Visto d’ingresso: Per entrare in Arabia Saudita è necessario munirsi preventivamente di visto di ingresso. La rete diplomatico-consolare saudita rilascia diverse tipologie di visti d’ingresso, tra cui: visto per affari, familiari al seguito, transito o pellegrinaggio (Hajj o Umrah).
I passeggeri provenienti dall’Italia con ingresso in Arabia Saudita possono transitare nelle aree aeroportuali per un massimo di 96 ore. Per maggiori informazioni sulle varie tipologie di visto per l’Arabia Saudita si prega di contattare l’Ambasciata saudita a Roma.

Dal 1 ottobre 2019 le Autorità saudite hanno introdotto la possibilità, per i cittadini di 49 Paesi (tra cui l’Italia), di richiedere il visto di ingresso anche per motivi turistici. Il nuovo visto turistico deve essere richiesto online tramite il sito https://visa.visitsaudi.com. Il visto elettronico è un visto multiplo valido per un anno, che consente ai turisti di soggiornare fino a 90 giorni
per ogni visita e fino a 180 giorni all’anno. La richiesta può essere effettuata prima del viaggio (consigliato) o all’arrivo in Arabia Saudita tramite i chioschi per i visti nell’area immigrazione. I visti turistici costano 440 SAR più IVA (pari a circa € 110) e comprendono l’assicurazione sanitaria obbligatoria (importo indicativo, soggetto a possibili variazioni senza preavviso).

Si raccomanda di verificare attentamente la scadenza del visto apposto sul passaporto. L’indicazione della scadenza in cifre arabe e secondo il calendario islamico si presta infatti ad errore. Il mancato rispetto della data di scadenza del visto determina l’impossibilità di lasciare il territorio saudita, se non dopo aver pagato una multa e ricevuto la relativa autorizzazione del Ministero dell’Interno saudita.

Fatta eccezione per i visti turistici, il rilascio di un visto di ingresso richiede l’indicazione di un garante (sponsor).
Si segnala che per qualsiasi problematica relativa ai visti in entrata e in uscita, è obbligatorio rivolgersi al proprio sponsor per l’assistenza e le autorizzazioni necessarie. Infatti, in Arabia Saudita, lo sponsor (che può essere persona fisica o giuridica), è l’unico responsabile della permanenza del lavoratore/visitatore straniero nei confronti delle Autorità locali.
L’Ambasciata d’Italia ed il Consolato Generale d’Italia a Gedda non possono sponsorizzare privati cittadini per l’ottenimento del visto di ingresso.

LINKS UTILI per ulteriori informazioni:
Visit Saudi (Ente Turismo Arabia Saudita)
Reale Ambasciata dell’Arabia Saudita in Roma

Formalità valutarie e doganali
Le autorità doganali saudite mantengono un rigoroso controllo sulle importazioni nel paese di articoli proibiti come le bevande alcoliche, le armi, la carne suina ed altri articoli considerati contrari ai principi dell’Islam, tra cui il materiale a carattere pornografico. L’autorità postale e doganale è molto severa nell’applicazione di tale principio e considera pornografia anche le normali pubblicazioni occidentali (settimanali, ecc.) o cataloghi commerciali. Tale materiale può essere pertanto confiscato ed il viaggiatore può essere multato per il possesso.
Le Autorità doganali saudite espletano rigorosi controlli anche sull’importazione di valuta, strumenti monetari, lingotti d’oro, metalli , pietre e gioielli preziosi. I viaggiatori da o verso il Regno devono dichiarare tali merci qualora queste superino il valore di ‏60.000 Ryal sauditi (circa € 14.000).