CANADA

Passaggio ad Ovest

11 giorni - 9 notti / viaggio con guida
Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci per maggiori informazioni oppure chiederci di prepararti un preventivo: i nostri Consulenti sono a tua disposizione …

Inserisci un nome valido
Inserisci un cognome valido
Inserisci un indirizzo email valido
Inserisci un numero di telefono valido
Inserisci un messaggio
Vuoi maggiori
informazioni?

Il Viaggio

Un itinerario completo del Canada Ovest, un’immersione nel vecchio “West” canadese. Dalla vivace metropoli di Vancouver alla floreale Victoria, attraversando le principali cittadine dell’Isola di Vancouver dove sarà possibile ammirare la fauna locale come orsi neri e balene. A bordo del traghetto BC Ferries si attraverserà il famoso Inside Passage, con i suoi meravigliosi fiordi e scogliere. E per finire i grandi parchi di Banff e Jasper, costellati di foreste di alberi giganteschi, laghi turchesi, cascate e alte vette.

Programma di viaggio

1° giorno: Italia - Calgary

Volo di linea per Vancouver (non incluso nelle quote). Arrivo e trasferimento in hotel.
Compatibilmente con l’orario di arrivo, incontro con l’accompagnatore e resto della
giornata a disposizione.
Cena libera e pernottamento.

2° giorno: Calgary - Banff (km 240)

Visita orientativa della città, capitale petrolifera del Paese. Partenza per il parco nazionale di Banff e l’omonima cittadina.
All’arrivo visita orientativa della cittadina tra cui le sue sorgenti sulfuree che ne hanno fatto una delle più frequentate località turistiche canadesi.
Pranzo barbecue in un ranch nelle vicinanze. Sistemazione in hotel .
Cena libera e pernottamento.

3° giorno: Parco Nazionale di Banff

Possibilità di effettuare escursioni facoltative acquistabili in loco: sorvolo in elicottero, funivia sulla Sulphur Mountain. Tempo a disposizione.
Cena e pernottamento.

4° giorno: Banff - Jasper Nat. Park - Banff (km 380)

Partenza lungo la Icefield Parkway, il più celebre itinerario naturalistico del Canada.
Sosta a Lake Louise. Proseguimento ed escursione sul ghiacciaio Athabaska a bordo del gatto delle nevi una volta entrati nel limitrofo parco nazionale di Jasper. Rientro a Banff, cena libera e pernottamento.

5° giorno: Banff - Kamloops (km 440)

Partenza per la provincia del British Columbia percorrendo la mitica Yellowhead Highway dove si potrà ammirare il Mount Robson.
Arrivo a Kamloops, cena a buffet e pernottamento in hotel.

6° giorno: Kamloops - Whistler (km 300)

Paesaggio estremamente vario, dove si incontrano numerosi ranch. Le montagne del British Columbia sono ricche di numerosi minerali tra cui la giada, pietra ufficiale della provincia. Arrivo a Whistler e sistemazione in hotel.
Tempo a disposizione, cena libera e pernottamento.

7° giorno: Whistler - Victoria (km 280 + ferry)

Partenza lungo la Sea-to-Sky-Highway fino all’imbarco del traghetto per Nanaimo.
Sbarco e proseguimento verso sud fino a Victoria.
Arrivo e visita orientativa della capitale provinciale. Escursione facoltativa (da acquistarsi in loco) per l’osservazione delle balene (CAD 144).
Sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento.

8° giorno: Victoria - Vancouver (km 70 + ferry)

Visita dei famosi Butchart Gardens prima dell’imbarco sul ferry che in circa un’ora e 30 minuti conduce, lungo un percorso panoramico, sulla terraferma. Sbarco e proseguimento per Vancouver, sistemazione in hotel.
Cena libera e pernottamento.

9° giorno: Vancouver

Visita orientativa di Vancouver, una delle più affascinanti metropoli della costa pacifica: Stanley Park, Prospect Point, Shaughnessy Heights con le sue ricche residenze e Gastown. La visita termina al Capilano Bridge (incluso).
Cena in ristorante. Pernottamento.

10° giorno: Vancouver - Italia

In base all’operativo voli trasferimento all’aeroporto ed imbarco sul volo di rientro in l’Italia (non incluso nelle quote). Pasti e pernottamento a bordo.

11° giorno: Italia

Arrivo in Italia e termine del viaggio.

Informazioni sul viaggio:

  • LE SISTEMAZIONI:

    HOTEL PREVISTI:

    • CALGARY: Hotel Residence Inn by Marriott Downtown 4*
    • BANFF: Banff Ptarmigan Inn 3*
    • KAMLOOPS: Hotel Best Western Premier 3* Superior
    • WHISTLER: Whistler Village Inn & Suites 3* Superior
    • VICTORIA: Hotel Chateau Victoria 4* o Best Western Plus Carlton Plaza 4*
    • VANCOUVER: Hotel Pinnacle Vancouver Harbourfront 4*

    N.B. Le sistemazioni previste potrebbero essere sostituite con altre similari di pari categoria

Approfondimenti sul Paese:

Vuoi maggiori informazioni sul Canada? Clicca qui

Prezzi e date:

11 Giorni – 9 notti
Viaggio di gruppo con guida in lingua italiana, max 36 partecipanti

Quote per persona a partire da, voli NON inclusi *:

partenze: in doppia suppl. singola 3° letto 4° letto bambini *
22 giugno 2024 € 3.350 € 1.450 € 2.950 € 2.750 € 1.890
27 luglio € 3.350 € 1.450 € 2.950 € 2.750 € 1.890
10, 17 e 24 agosto € 3.350 € 1.450 € 2.950 € 2.750 € 1.890
07 settembre € 3.350 € 1.450 € 2.950 € 2.750 € 1.890

* NOTE:
– Voli da/per l’Italia: verranno quotati alla miglior tariffa disponibile al momento della prenotazione
– Bambini minimo 5 anni. Quota valida fino a 11 anni compiuti in camera con 2 adulti paganti.

Quota individuale di gestione pratica: € 75

Assicurazione annullamento-medico-bagaglio: da quotarsi in base al prezzo totale del viaggio

La quota comprende:

  • Trasferimenti da e per gli aeroporti
  • 9 pernottamenti in hotel della categoria indicata in programma o similari
  • 1 pranzo e 3 cene
  • Visite ed escursioni come da programma incluso entrata nei parchi nazionali di Banff e Jasper
  • Traghetti da e per l’isola di Vancouver
  • Accompagnatore in loco parlante italiano

La quota non comprende:

  • Voli intercontinentali e tasse aeroportuali
  • Pasti non inclusi in programma, bevande ed extra in genere
  • Mance (facoltative, consigliati CAD 4 al giorno per persona per l’autista e CAD 5 al giorno per persona per la guida/accompagnatore)
  • Facchinaggio negli hotel
  • Polizza assicurativa annullamento-medico-bagaglio obbligatoria
  • Quota gestione pratica
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

Formalità d'ingresso:

CANADA: Informazioni utili
Scopri di più
CANADA: Informazioni utili

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA ALL’INGRESSO NEL PAESE

Passaporto: è richiesto il passaporto con validità pari almeno alla durata del soggiorno. Si suggerisce tuttavia che il passaporto abbia validità di almeno sei mesi dalla data di ingresso nel Paese.
Si consiglia comunque di contattare, prima di intraprendere il viaggio, gli Uffici diplomatici e Consolari del Canada in Italia e all’estero per acquisire informazioni aggiornate riguardo a possibili modifiche di tali termini.

Per informazioni aggiornate, suggeriamo di consultare il sito VIAGGIARE SICURI
Viaggi all’estero dei minori: 
si prega di consultare l’Approfondimento Prima di partire – Documenti per viaggi all’estero di minori.

La tipologia di documenti richiesti per il viaggio in Canada di un minore di anni 18 dipende anzitutto dalla circostanza se il minore viaggi accompagnato o meno da un adulto.

Nel caso in cui il minore viaggi da solo occorrerà il passaporto, una copia del certificato di nascita, nonché una lettera di autorizzazione -in inglese o francese- firmata da entrambe i genitori o dal tutore legale del minore. La lettera dovrà contenere l’indirizzo e il numero di telefono dei genitori (o del tutore legale), nonché il nome, l’indirizzo e il numero di telefono dell’adulto presso cui il minore alloggerà in Canada.

Nel caso in cui il minore viaggi con uno dei genitori occorrerà, oltre al passaporto e a una copia del certificato di nascita, una lettera di autorizzazione – in inglese o francese- firmata dal genitore che non partecipa al viaggio. Tale lettera dovrà includere l’indirizzo e il numero di telefono del genitore che non viaggia, unitamente alla fotocopia del passaporto o di altro documento di identità di quest’ultimo.

Nell’ipotesi di genitori separati o divorziati con affidamento congiunto è richiesta una copia dei documenti che attestano le modalità di custodia del minore. E’ altresì preferibile che uno dei genitori porti con sé una lettera con cui l’altro genitore autorizzi l’espatrio del minore. Nel caso di genitori separati o divorziati con affidamento esclusivo, la lettera di autorizzazione all’espatrio potrà essere firmata dal solo gentiore affidatario.

Laddove uno dei genitori fosse deceduto, l’altro genitore dovrebbe portare con sè una copia del certificato di morte.

Nell’ipotesi in cui un minore viaggi con il tutore legale o con i genitori adottivi è opportuno portare con sé, a seconda delle circostanze, la documentazione attestante la tutela o l’adozione.

Nel caso di un minore che viaggi con adulto diverso dai genitori o dal tutore legale sarà necessaria una autorizzazione scritta da parte dei genitori o del tutore. L’autorizzazione dovrà contenere i recapiti dei genitori o del tutore, e dovrà essere accompagnata da copia dei documenti di questi ultimi.

“Electronic Travel Authorization “ (eTA)
Dal 15 marzo 2016 gli stranieri esenti da visto, tra cui i cittadini italiani, diretti in Canada per via aerea dovranno munirsi prima dell’imbarco dell’”electronic Travel Authorization” (eTA), similmente a quanto avviene per l’ingresso negli Stati Uniti con l’ESTA. L’eTA è necessaria anche per il solo transito.
La richiesta dell’autorizzazione dovrà essere effettuata online. A tale fine saranno necessari un passaporto valido, una carta di credito e un indirizzo di posta elettronica.
L’eTA sarà collegata elettronicamente al passaporto del richiedente e sarà valida per cinque anni o fino alla scadenza del passaporto, se questa interviene prima.
Il relativo costo è di 7 dollari canadesi.
Le richieste potranno essere trasmesse da qualsiasi dispositivo connesso ad Internet, inclusi i cellulari e la risposta perverrà di regola dopo pochi minuti, salvo i casi in cui le competenti Autorità canadesi ritengano necessari ulteriori accertamenti.
Si attira l’attenzione sulla diffusione di siti internet non ufficiali ed il connesso rischio di truffe, si raccomanda pertanto di consultare la pagina web http://www.cic.gc.ca/english/visit/eta-facts-it.asp per maggiori informazioni, in lingua italiana, sulle corrette procedure da seguire.
L’autorizzazione ”eTA” non garantisce, tuttavia, l’automatica ammissione in territorio canadese, che è lasciata alla discrezionalità delle competenti Autorità doganali e di frontiera.
Le informazioni sull’esito della propria pratica di richiesta dell'”eTA” sono reperibili utilizzando uno degli strumenti offerti dalla seguente pagina web:  http://www.cic.gc.ca/english/helpcentre/answer.asp?qnum=1085&top=16

Il soggiorno in Canada sulla base dell’”eTA“ non consente invece di:
rimanere sul territorio canadese oltre il periodo consentito;
svolgere attività retribuite.
Nei casi diversi dal breve soggiorno fino a sei mesi per motivi di turismo o di affari è necessario richiedere apposito visto d’ingresso presso l’Ambasciata del Canada a Roma. Per informazioni dal sito dell’Ambasciata del Canada a Roma si prega di consultare la
seguente pagina Internet
http://www.canadainternational.gc.ca/italy-italie/visa.aspx?lang=eng
Per  informazioni sul visto d’ingresso in Canada si prega di consultare la seguente pagina Internet http://www.cic.gc.ca/english/visit/index.asp

Per informazioni dal sito dell’Ambasciata del Canada a Roma si prega di consultare la seguente pagina Internet http://www.canadainternational.gc.ca/italy-italie/visa.aspx?lang=eng

Informazioni sull’esito della propria pratica siano ottenibili al momento solo utilizzando uno degli strumenti offerti dalla seguente pagina web  http://www.cic.gc.ca/english/helpcentre/answer.asp?qnum=1085&top=16

A decorrere dal 10 novembre 2016 i cittadini italiani in possesso anche della cittadinanza canadese dovranno munirsi del passaporto canadese per potersi imbarcare dall’estero sui voli diretti in Canada.

Visto d’ingresso: Per un soggiorno breve fino a sei mesi, esclusivamente per motivi di turismo o di affari, non vi è obbligo di visto ed è sufficiente esibire un passaporto valido per tutta la durata del soggiorno previsto. L’Ufficiale di polizia di frontiera può tuttavia discrezionalmente limitare la durata del soggiorno al periodo previsto per lo scopo del viaggio. Per lavorare o studiare in Canada è necessaria la previa concessione di un permesso di lavoro o di studio da parte delle competenti autorità canadesi.
L’ingresso può essere in particolare rifiutato quando la polizia di frontiera ritenga che il motivo effettivo del viaggio non corrisponda a quello dichiarato. Nel quadro dei controlli all’arrivo, gli agenti del Canada Border Service Agency (CBSA) possono richiedere ai viaggiatori di rivelare le password di accesso a laptop o smartphone al fine di raccogliere ulteriori elementi per verificare la corrispondenza tra il motivo dichiarato del viaggio e quello effettivo. E’ possibile rifiutare l’accesso ai propri dispositivi personali, ma ciò può contribuire al diniego dell’ingresso nel Paese.
Allo stesso modo, durante un soggiorno per motivi di turismo in Canada è tassativamente vietato:
•    esercitare qualsiasi attività professionale (anche di baby sitter, cuoco, cameriere, commesso, ecc.);
•    effettuare tirocini, retribuiti o non;
•    seguire degli studi per un periodo di sei mesi.
Per ciascuna delle suddette attività occorre infatti essere muniti dei relativi visti di ingresso da richiedere presso l’Ambasciata del Canada a Roma.
Gli agenti della CBSA sono infatti molto rigorosi su questo punto e negano l’ingresso in Canada ai viaggiatori stranieri sprovvisti di apposito visto in caso di fondati dubbi sui motivi del loro soggiorno in Canada (per esempio in caso di mancanza di biglietto di ritorno o di insufficienza di risorse finanziarie), disponendone l’arresto e/o il rimpatrio immediato.   La decisione dei funzionari di frontiera canadesi di negare, per qualsiasi motivo, l’ingresso di uno straniero sul territorio nazionale, si basa sul principio “who hears decides”, salvo il ricorso al superiore gerarchico del funzionario di frontiera che decide sull’ingresso. Qualora le autorità di frontiera lo ritengano opportuno, possono disporre che lo straniero cui è stata negata l’autorizzazione all’ingresso nel Paese trascorra in appositi “centri di detenzione” presso l’aeroporto il tempo di attesa per il primo volo disponibile per il rimpatrio.
Considerato il margine di discrezionalità lasciato ai funzionari di frontiera canadesi, si suggerisce, prima della partenza, un’attenta consultazione della seguente pagina del sito internet della CBSA www.cbsa-asfc.gc.ca/travel-voyage/ivc-rnc-eng.html.

Formalità valutarie: nessuna per importazione di somme inferiori a 10.000 dollari canadesi. Le somme superiori a 10.000 dollari canadesi devono invece essere dichiarate all’arrivo in Canada.