CILE

Atacama, Laghi e Patagonia

14 giorni - 11 notti / viaggio di gruppo
Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci per maggiori informazioni oppure chiederci di prepararti un preventivo: i nostri Consulenti sono a tua disposizione …

Inserisci un nome valido
Inserisci un cognome valido
Inserisci un indirizzo email valido
Inserisci un numero di telefono valido
Inserisci un messaggio
Vuoi maggiori
informazioni?

Il Viaggio

Un viaggio alla scoperta di un Paese straordinario dalle mille realtà naturalistiche e unico nel suo genere. Una lingua di terra di 4300 chilometri racchiusa tra l’Oceano Pacifico e la Cordillera delle Ande. Un percorso geografico dal Tropico del Capricorno all’Antartico per immergersi nella spettacolarità di ambienti e paesaggi che racchiudono un mondo intero. Dalla elegante città di Santiago alla Regione dei grandi laghi a ridosso della Cordillera delle Ande. Dalla romantica Isola di Chiloé alla sensazionale Patagonia con immensi ghiacciai che lambiscono profondi fiordi e montagne granitiche di strane forme nel Parco Torre del Paine. Fino agli altipiani desertici del Nord, disegnati da spettacolari vulcani, colorate lagune e grandi salar.

Un viaggio fatto di paesaggi maestosi, infinite e mutevoli sfumature da vivere in compagnia con altri compagni di viaggio.

N.B. Durante il viaggio si toccano località situate ad altitudine superiore ai 3.500 mt s.l.d.m.; l’itinerario è studiato in modo da limitare il più possibile i disturbi dovuti all’altitudine, tuttavia è importante che i partecipanti godano di buona salute al momento di intraprendere il viaggio.

Programma di viaggio

1° giorno: ITALIA - SANTIAGO DEL CILE

Partenza con volo di linea per per Santiago del Cile (non incluso in quota). Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno: SANTIAGO DEL CILE

Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel (early check-in su richiesta e soggetto a disponibilità). Nel pomeriggio passeggiata nel centro storico della città percorrendo le vie principali incontrando la Cattedrale Metropolitana, il Museo Storico Nazionale, l’Ufficio Postale Centrale, Plaza de Armas e il Palacio de la Moneda. Si raggiunge inoltre il Cerro Santa Lucia da dove si gode di un panorama completo sulla città e il barrio Bellavista, il quartiere bohèmien di Santiago. Pernottamento.

3° giorno: SANTIAGO - CALAMA - SAN PEDRO DE ATACAMA

Trasferimento in aeroporto. Partenza con volo per Calama. Arrivo.Nel pomeriggio visita della valle della valle della Luna e della Morte. Durante il percorso (camminata di 45 minuti) è possibile apprezzare le suggestive sculture di roccia che danno vita alla Cordigliera de la Sal, visitando Las Tres Marías, una formazione geologica situata accanto ad una vecchia miniera di sale. Il percorso culmina nella Valle della Morte, un’area che si distingue per la particolarità delle sue formazioni rocciose e per il suo paesaggio assolutamente desertico da dove si potrà godere di un meraviglioso tramonto sul deserto di Atacama. Pernottamento.

Attenzione: L’ordine delle escursioni è puramente indicativo e potrebbe subire variazioni. L’ordine definitivo, sarà comunicato all’arrivo a San Pedro de Atacama.

Durata volo: 2 ore circa
Distanza: Calama – San Pedro de Atacama: 100 Km
Durata trasferimento: 1,30h circa
Altitudine massima: 2.443 m.s.l.m

4° giorno: SAN PEDRO DE ATACAMA - LAGUNAS ALTIPLÁNICAS – SAN PEDRO DE ATACAMA

Prima colazione. Giornata dedicata alla visita delle lagune Miñiques e Miscanti, del pittoresco villaggio di Socaire e di Toconao, piccolo “pueblo” coloniale interamente costruito in “liparite”. In seguito sosta nel Salar de Atacama, il maggior deposito salino del Cile e sosta alla Laguna Chaxa per ammirare le colonie di fenicotteri rosa che vivono in questo luogo di rara bellezza. Pranzo in corso di escursione. Nel tardo pomeriggio rientro in hotel. Pernottamento.

Distanza: 350 km
Altitudine massima: circa 4.500 m.s.l.m

5° giorno: SAN PEDRO DE ATACAMA - GEYSERS DEL TATIO - SAN PEDRO DE ATACAMA

Partenza al mattino molto presto direzione Geyser del Tatio; qui l’alba offre uno spettacolo eccezionale, fumarole alla loro massima ebollizione che raggiungono i 6 metri di altezza e l’esperienza è arricchita da camminate guidate tra crateri di fango caldo e piccoli geyser e culmina con una colazione nel mezzo del più grande gruppo di geyser dell’emisfero sud. Rientro a San Pedro. Pomeriggio libero. Pernottamento.

Distanza: 93 km (2,30h circa)
Altitudine massima: 4.320 m.s.l.m

6° giorno: SAN PEDRO DE ATACAMA - SANTIAGO - PUERTO MONTT - PUERTO VARAS

Trasferimento all’aeroporto di Calama. Partenza con volo per Puerto Montt con cambio di aeromobile a Santiago. Arrivo. Visita di Puerto Montt, capitale della regione. La Plaza de Armas, la Cattedrale, e il Monumento ai Coloni tedeschi sono le attrattive di maggiore interesse. Proseguimento con la visita alla pittoresca Caleta de Angelmó, con il mercato, la gastronomia tipica e la fiera dell’artigianato, dove so possono trovare una grande varietà di prodotti caratteristici della zona. Trasferimento a Puerto Varas e sistemazione in hotel. Pernottamento.

7° giorno: PUERTO VARAS - FRUTTILAR - PETROHUE - PUERTO VARAS

Partenza per la visita di Frutillar. Lungo la strada si incontrano molti siti interessanti. La foce del Rio Pescado, le città di La Poza e Los Riscos, fino a Ensenada, un piccolo paese dove c’è la salita per il Vulcano Osorno che conduce al Centro Sciistico e al Vulcano stesso, situato a 1240 m s.l.m. Durante l’escursione sono previste diverse soste in punti di particolare interesse per godersi il paesaggio. Il viaggio prosegue verso le Cascate del fiume Petrohué; si camminerà lungo le passerelle per osservare come il fiume passa tra grandi masse di lava cristallizzata, formata dalle eruzioni del Vulcano Osorno. La vista è spettacolare, le acque sono di un suggestivo colore turchese. Il tour termina al Lago Todos Los Santos per poi rientrare a Puerto Montt. Rientro in hotel e pernottamento.

8° giorno: PUERTO VARAS - ISOLA DI CHILOÉ - PUERTO VARAS

Intera giornata di escursione all’Isola di Chiloé con visita delle tipiche cittadine di Quemchi ed Aucar, quest’ultima caratterizzata da un ponte pedonale di legno, lungo oltre 500 m., che collega l’abitato con il locale cimitero. Proseguimento per Colo, dove si può ammirare una delle più tradizionali chiese dell’isola. Proseguimento per Tenaún, con le pittoresche case di legno decorate con tegole e formelle di legni locali, come l’alerce, il coigüe ed il cipresso. Infine visita di Castro, il bel mercato artigianale e le colorate case su palafitte. Rientro a Puerto Varas e pernottamento.

Distanza: 450 km (andata e ritorno)

9° giorno: PUERTO VARAS - PUERTO MONTT - PUNTA ARENAS - PUERTO NATALES

Trasferimento all’aeroporto di Puerto Montt. Partenza con volo per Punta Arenas. Arrivo. Trasferimento alla stazione degli autobus e partenza con bus di linea per Puerto Natales. Arrivo dopo circa 4 ore, trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento.

Durata volo: circa 2,10h
Distanza Punta Arenas – Puerto Natales: 246 Km

10° giorno: PUERTO NATALES - GHIACCIAI BALMACEDA E SERRANO - PUERTO NATALES

Intera giornata di escursione (collettiva con guida spagnolo/inglese) alla scoperta dei Ghiacciai Balmaceda e Serrano. Navigazione attraverso il fiordo Ultima Speranza per raggiungere i millenario ghiacciaio Balmaceda dove, con un po’ di fortuna si potranno osservare coline di cormorani e dei rari leoni marini (Lobo marino de dos pelos). Arrivo nella zona di Puerto Toro, sbarco e camminata (di circa 1000 metri) attraverso un meraviglioso bosco fino ad arrivare alla parete del ghiacciaio Serrano. Pranzo in corso di escursione. Pernottamento

11° giorno: PUERTO NATALES - TORRES DEL PAINE - PUERTO NATALES

Partenza per Torres del Paine, dichiarato Riserva Mondiale della Biosfera dall’UNESCO. Durante il viaggio si può osservare parte del territorio dominato dall’ imponente massiccio andino. Circondato da ghiacciai come El Grey, cascate, lagune e laghi, come il Pehoe, è stato riconosciuto come l’ottava meraviglia del mondo. Passeggiata/trekking per ammirare da vicino questo splendido luogo e sosta per il pranzo. Nel tardo pomeriggio, lungo la strada di ritorno a Puerto Natales, sosta alla Grotta di Mylodon, un monumento naturale dove sono stati trovati resti di un animale preistorico. Proseguimento per Puerto Natales. Arrivo dopo circa 2 ore, sistemazione in hotel. Pernottamento.

Distanza Puerto Natales – Torres del Paine: 147 Km
Durata trasferimento: circa 2 ore

12° giorno: PUERTO NATALES - PUNTA ARENAS - SANTIAGO

Trasferimento alla stazione degli autobus e partenza con bus di linea per l’aeroporto di Punta Arenas. Partenza con volo di linea per Santiago. Arrivo. Trasferimento in hotel. Pernottamento

Distanza Punta Arenas – Puerto Natales: 246 Km
Durata trasferimento: circa 4 ore
Durata volo: circa 3,30h

13° giorno: SANTIAGO - ITALIA

Prima colazione. Trasferimento in tempo utile in aeroporto e partenza con volo per l’Italia (non incluso in quota). Pasti e pernottamento a bordo.

14° giorno: ITALIA

Arrivo in Italia in giornata. Fine del viaggio.

Informazioni sul viaggio:

Attenzione:
– Il programma potrebbe subire delle variazioni, anche in corso di viaggio, senza modificare il contenuto delle visite.
– I gruppi saranno formati localmente unendo passeggeri di diversi Tour Operator.
– Durante il viaggio si toccano località situate ad altitudine superiore ai 3.500 mt s.l.d.m. L’itinerario è studiato in modo da limitare il più possibile i disturbi dovuti all’altitudine, tuttavia è importante che i partecipanti godano di buona salute al momento di intraprendere il viaggio.

– possibilità di inserire a fine viaggio un’estensione di 5 giorni / 4 notti all’ISOLA DI PASQUA (quote su richiesta)

  • le sistemazioni:
    • Santiago
      • cat. Standard: Novotel Providencia 3* Sup
      • cat. Superior: Cumbres Lastarria 4*
    • San Pedro de Atacama
      • cat. Standard: Casa de Don Tomas 3*
      • cat. Superior: Altiplanico Atacama 3*sup
    • Puerto Varas
      • cat. Standard: Bellavista 3*sup
      • cat. Superior: Cumbres Puerto Varas 4*
    • Puerto Natales
      • cat. Standard: Costaustralis 4*
      • cat. Superior: Remota Patagonia 5*

    N.B. Le sistemazioni previste potrebbero essere sostituite con altre similari di pari categoria

  • Località:

    SANTIAGO Santiago, la capitale, adagiata nella valle centrale del Paese e circondata dalle montagne della cordigliera delle Ande è il centro politico, amministrativo e culturale del Cile. A causa dei numerosi terremoti la città ha subito nel corso degli anni notevoli cambiamenti e oggi edifici storici lasciano spazio a grattacieli e moderni centri commerciali. Il cuore del centro storico si sviluppa intorno alla vivace Plaza de Armas, dove si affacciano la Cattedrale, il Correo Central, il Palazzo della Real Audencia, in passato utilizzato come governo e il Municipio. Nelle vicinanze si trovano il Paseo Ahumada, la via commerciale pedonale piena di negozi, bar e ristoranti, il Palacio de la Moneda, in stile neoclassico progettato nel 1785, il Palazzo Cousiño appartenente alla famiglia Cousiño-Goyenechea, tra le più facoltose dell’epoca e il Teatro Municipale, un vero gioiello architettonico. Da non perdere la visita del Mercado Central, costruito alla fine dell’800, in bella struttura di ferro importata dall’Inghilterra che oggi ospita il pittoresco mercato del pesce dove si trovano ristoranti che offrono ottimi piatti. A nord, al di là del Rio Mapocho, si può raggiungere il Cerro San Cristóbal, che offre una strepitosa vista della città. Ai suoi piedi, il Barrio Bellavista è pieno di caffè, ristoranti, bar e club alla moda e ospita La Chascona, la casa-museo del poeta Pablo Neruda. Il frizzante e mondano quartiere di Lastarria è un’oasi nascosta nel centro della città, con ristoranti, teatri, gallerie d’arte e boutique di designer emergenti. Nel quartiere di Barrio Italia dove si stabilirono gli artigiani immigrati nel 19° secolo, è un susseguirsi di negozi di antiquariato con bei mobili e simpatici oggetti, gallerie d’arte, bar e ristoranti tradizionali. Per gli amanti della storia e della cultura imperdibile è il Museo della Memoria e dei Diritti Umani, dedicato ai fatti accaduti durante la dittatura di Pinochet, il Museo Nazionale de Bellas Artes, che espone opere di artisti cileni tra i quali Roberto Matta e Claudio Bravo e il MAC (Museo di Arte Contemporanea) che espone fotografie, sculture e opere di artisti cileni e non solo. Negli ultimi anni, Santiago ha avuto una grande rinascita nel campo delle arti, della cultura e della vita sociale, con la comparsa di nuove gallerie d’arte dove espongono artisti emergenti, musei e ristoranti trendy, trasformandosi in una delle capitali più attraenti e vive dell’America Latina.

    SAN PEDRO DE ATACAMA (altitudine: 2440 m.slm) Il pittoresco villaggio di San Pedro de Atacama si trova a 2440 mslm e si è trasformato nel corso degli ultimi anni da cittadina mineraria in zona turistica, con viali alberati, case di adobe, un’antica piazza dove si affacciano l’edificio municipale e la chiesa di San Pedro risalente al 1774, ristoranti, negozietti di artigianato e l’imperdibile Museo Arqueológico R. P. Gustavo Le Paige che raccoglie più di 380.000 reperti provenienti dalla regione e risalenti alla cultura atacameña. Il paese è un ottimo punto di partenza per visitare le bellezze naturalistiche della zona: Il salar de Atacama, il lago salato più grande del Cile nasconde splendidi luoghi come la laguna Chaxa e Cejar popolate da colonie di fenicotteri rosa e circondate dalla cordigliera con l’imponente vetta del vulcano Licancabur; le lagune Miscanti e Meñiques, due incantevoli laghi a più di 4.000m d’altezza, con acque blu zaffiro facenti parte della Riserva Nazionale Los Flamencos.
    San Pedro de Atacama è famosa anche per avere i cieli più limpidi del mondo con più di 330 notti serene che permettono di osservare impressionanti spettacoli stellari. Per questo motivo, oltre all’assenza di contaminazione luminosa del deserto, in questa zona è stato costruito il radiotelescopio più grande e potente del mondo EL ALMA.

    DESERTO DI ATACAMA Il deserto di Atacama, il più lungo e arido della Terra, si estende da La Serena fino a Iquique e Arica ed è delimitato a ovest dall’Oceano Pacifico e ad est dalle Ande. Tutta l’area è un susseguirsi di paesaggi aridi che comprendono laghi salati, geysers, acque termali, inaspettate oasi e lagune, deserti sabbiosi, cime rocciose, vulcani attivi e canyon scolpiti dal vento che offrono uno scenario quasi marziano.

    GEYSERS DEL TATIO (altitudine: 4300 m.slm): Sul confine boliviano, a 4300 metri di altezza sul livello del mare, si incontra un’ampia distesa di geyser che offre uno spettacolo suggestivo: i Geysers del Tatio, che prendono il nome dal vicino vulcano Tatio.
    Il geyser è un fenomeno della natura abbastanza raro in quanto richiede una serie di condizioni climatiche e geologiche riscontrabili solo in poche aree del pianeta, tra queste il Cile; la combinazione di acqua bollente e aria ghiacciata permette la formazione dei geyser con eruzioni che possono arrivare fino ai 6 metri di altezza.
    All’alba, i Geysers del Tatio si possono osservare nella loro massima attività: incredibili colonne d’acqua e vapore scintillano nella luce del mattino.

    PUERTO MONTT Puerto Montt è importante soprattutto per la sua vicinanza con l’arcipelago di Chiloè, con la sua Caleta de Angelmó e il mercato del pesce omonimo.

    PUERTO VARAS Puerto Varas è una caratteristica cittadina con le strade e viali adornati da bellissimi roseti; i dintorni sono altrettanto piacevoli, come la vista panoramica che si può godere dal Colle Phillippi, sul lago Llanquihue e, in lontananza, il maestoso vulcano Osorno, dalla cima perennemente innevata.

    CHILOE’ L’arcipelago di Chiloé fu abitato nell’antichità dalle comunità di Chonos, Cuncos e Huilliches fino all’arrivo degli spagnoli nel 1553 e comprende l’Isola Grande di Chiloé e un gran numero di isole e isolotti.
    Le due città principali dove vivono la maggior parte degli abitanti sono la capitale Castro e Ancud; la zona, completamente diversa rispetto al resto del Paese è il risultato di secoli di abbandono ed isolamento dove il mescolarsi delle religioni e le superstizioni ha permesso la creazione di miti, leggende, tradizioni e costumi autoctoni. Le sue caratteristiche chiese, costruite in legno locale, risalenti al XVIII e XIX secolo, rappresentano l’amalgama tra la cultura religiosa spagnola e la tradizione locale e sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità UNESCO per la loro unicità.

    PUNTA ARENAS Fondata nel 1847 come principale tappa lungo la rotta tra Europa e l’Oceano Pacifico che passava, allora come oggi, lungo lo Stretto di Magellano, Punta Arenas è oggi una delle più moderne città dell’estremo Sud del Continente Sudamericano.

    PUERTO NATALES Puerto Natales a 250 km a nord di Punta Arenas, adagiata sulle sponde del canale Señoret e circondata da alte vette, è la base per effettuare le due più importanti escursioni della zona: la visita al Parco Nazionale Torres del Paine e la navigazione lungo il fiordo Ultima Speranza e il río Serrano fino ad arrivare ai Ghiacciai Balmaceda e Serrano, tra i più spettacolari dell’area.

    GHIACCIAI BALMACEDA E SERRANO Partendo dalla cittadina di Puerto Natales e, dopo una navigazione di 3 ore attraverso gli splendidi paesaggi che costeggiano il fiordo Ultima Esperanza, si arriva al millenario ghiacciaio Balmaceda. Nelle spiagge al termine del fiordo, ai piedi del possente fronte glaciale è facile incontrare colonie di cormorani e leoni marini, mentre i sovrastanti boschi sempreverdi offrono meravigliose radure dalle quali ammirare in pieno l’imponente spettacolo naturale del Ghiacciaio.

    PARCO NAZIONALE TORRES DEL PAINE Dichiarato Riserva della Biosfera dell’Umanità nel 1978, il Parco Nazionale Torres del Paine ha un estensione di 181.000 ettari e racchiude un ecosistema unico, composto da antiche foreste, vallate, ghiacciai, tra cui il Grey, appartenente al campo de hielo Patagonico Sur, fiumi, laghi (il Grey, il Pehoé, il Nordenskjöld e il Sarmiento) e l’impressionante complesso che comprende i Cerros del Paine, le Torres del Paine e i Cuernos del Paine. L’aerea è abitata da 26 specie di mammiferi come volpi, guanaco, huemul, puma e da 118 specie di uccelli tra cui condor, fenicotteri, cigni dal collo nero e ibis. Anticamente la zona era popolata da comunità indigene nomadi come i Tehuelche, gli Ona e i Yámana che arrivarono nella zona alla ricerca di risorse naturali. I Tehuelche vedendo l’incredibile profilo del complesso montagnoso lo chiamarono “paine” che nella loro lingua significa blu (il colore predominante che riconobbero in lontananza). Solo nel 1879 arrivò il primo turista alle Torres del Paine, Lady Florence Dixie, scozzese, amante dell’avventura, che con il suo gruppo di amici viaggiò all’interno del parco. Lady Dixie in seguito alla visita, pubblicò il libro “Across Patagonia” con il racconto della spedizione e questo attirò numerosi scienziati, interessati alla geologia e geografia dell’area, oltre al missionario Alberto Maria Agostini, grande appassionato di montagna che esplorò il parco e intrecciò rapporti di amicizia con le locali comunità indigene patagoniche.

Approfondimenti sul Paese:

Vuoi maggiori informazioni sul Cile? Clicca qui

Prezzi e date:

Tour di 14 giorni – 11 notti
partenze individuali a data libera, minimo 2 partecipanti, con assistenza di guide locali parlanti Italiano (con alcune eccezioni)

Quote per persona “a partire da”, voli NON inclusi *

partenze hotel STANDARD hotel SUPERIOR
in doppia suppl. singola in doppia suppl. singola
24 settembre 2022 € 4.190 € 930 € 4.950 € 1.110
08 e 22 ottobre € 4.190 € 930 € 4.950 € 1.110
05, 12, 19 e 26 novembre € 4.190 € 930 € 4.950 € 1.110
10 dicembre € 4.190 € 930 € 4.950 € 1.110
26 dicembre € 4.460 € 1.140 € 5.250 € 1.370
07, 21 e 28 gennaio 2023 € 4.190 € 930 € 4.950 € 1.110
11 e 18 febbraio € 4.190 € 930 € 4.950 € 1.110
11 e 18 marzo € 4.190 € 930 € 4.950 € 1.110

* NOTA BENE:
VOLI INTERCONTINENTALI: verranno quotati alla miglior tariffa disponibile al momento della prenotazione
– le quote in tabella sono da intendersi “indicative” e soggette a riconferma al momento della prenotazione, sulla base delle effettive disponibilità dei servizi previsti
– Prezzi non validi per Natale, Capodanno, Carnevale, Settimana Santa, durante le festività nazionali ed eventuali congressi (quote su richiesta)

Quota individuale di gestione pratica: € 95

Garanzia PREZZO SICURO: € 90 per persona (facoltativa, chiedere dettagli)

Assicurazione annullamento-medico-bagaglio: da quotarsi in base al costo totale del viaggio

Possibilità di estensione all’Isola di Pasqua a fine tour (quote su richiesta)

La quota comprende:

  • Voli interni menzionati nel programma
  • Franchigia bagaglio 20 Kg (salvo eccezioni indicate nella documentazione di viaggio)
  • Hotel menzionati o se non disponibili altri della stessa categoria su base doppia camera standard (due letti singoli, il letto matrimoniale non è mai garantito)
  • Trasferimenti, visite ed escursioni come da programma con guide locali in italiano eccetto dove diversamente indicato
  • Assistenza all’estero curata dai nostri corrispondenti

La quota non comprende:

  • Voli internazionali in classe economica e le relative tasse aeroportuali
  • Le tasse aeroportuali per i voli interni
  • Le bevande, le mance, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Le escursioni facoltative
  • La Polizza assicurativa annullamento-medico-bagaglio
  • La garanzia “Prezzo Sicuro”
  • Quota individuale di gestione pratica
  • Tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”

Formalità d'ingresso:

CILE: Informazioni utili
Scopri di più
CILE: Informazioni utili

Documentazione necessaria all’ingresso nel Paese

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo nel Paese. Per le eventuali modifiche a tale norma, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Per informazioni aggiornate, suggeriamo di consultare il sito VIAGGIARE SICURI

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento “Documenti di viaggio – documenti per viaggi all’estero di minori”.

Visto d’ingresso: non necessario, per turismo fino a tre mesi (90 giorni) di permanenza nel Paese.
Si raccomanda di fare attenzione a non smarrire la copia del foglietto di immigrazione compilato all’atto di ingresso nel Paese, necessario per l’uscita dal Cile. In caso di furto occorre  denunciarlo immediatamente.

Formalità valutarie: nessuna. Non è possibile fare ingresso in Cile con importi in contanti non dichiarati superiori ai 10.000 USD.
La valuta straniera in Cile può essere liberamente cambiata nel Paese. Il Peso è convertibile in tutte le monete. Le Società commerciali sono, sotto il profilo giuridico, simili a quelle italiane.
Ulteriori informazioni sono reperibili consultando i seguenti siti: http://www.ambsantiago.esteri.it ;
http://www.infomercatiesteri.it/paese.php?id_paesi=40#slider-2

Controlli fitosanitari alle frontiere: al momento dell’ingresso nel Paese viene richiesto ai viaggiatori di compilare un modulo nel quale si dichiara l’eventuale presenza di frutta, miele, prodotti di origine vegetale (tra cui manufatti in legno) o animale (formaggi, insaccati, ecc.) ed altro.
Si invitano i viaggiatori a prestare particolare attenzione nella compilazione di tale dichiarazione, poiché vengono realizzati controlli capillari presso tutte le frontiere di ingresso (terrestri, portuali ed aeroportuali) da parte del SAG (Servicio Agricola y Ganadero), che provvede all’attento esame dei veicoli e di tutti i bagagli, anche tramite apparecchiature a raggi X.
Nel caso di rinvenimento di prodotti il cui ingresso e’ vietato nel Paese, essi vengono sequestrati e distrutti. Nel caso in cui non si sia provveduto a dichiararne il possesso, vengono applicate sanzioni pecuniarie anche rilevanti.
Onde evitare inconvenienti, si suggerisce di visionare preventivamente il sito web del SAG (www.sag.cl) nella sezione ingreso/salida de Chile/pasajeros, dove sono elencati i prodotti autorizzati e quelli vietati.
In caso di dubbio sul contenuto del proprio bagaglio o su specifici oggetti, si consiglia di dare risposta affermativa nella dichiarazione circa la possibile presenza di prodotti di origine animale o vegetale, lasciando ai funzionari del SAG la facoltà di identificare l’eventuale presenza di prodotti effettivamente vietati: in tal caso, i prodotti che dovessero essere rinvenuti verrebbero sequestrati, senza incorrere in sanzione alcuna.