HAWAII

Kauai, l'Isola delle Orchidee

durata del soggiorno: libera
Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci per maggiori informazioni oppure chiederci di prepararti un preventivo: i nostri Consulenti sono a tua disposizione …

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Obbligatorio e indirizzo email valido
Campo obbligatorio
Vuoi maggiori
informazioni?

Il Viaggio

Kaua’i è la più antica di tutte le isole Hawaiane, nata da un unico enorme vulcano estinto milioni di anni fa e sebbene sulla cartina potrebbe sembrare piccolina, in quanto a diversità di paesaggi ed ecosistemi è sicuramente un mondo a sé. Dal momento in cui si mette piede sull’isola è facile essere subito catturati e rapiti dall’atmosfera di tranquillità e serenità che le sua lussureggiante vegetazione tropicale e i suoi paesaggi da cartolina emanano.

La quotazione e l’itinerario del viaggio sono preparati su misura e secondo le specifiche esigenze del cliente, data la specificità della destinazione e delle varie possibilità di visite e soggiorni nelle diverse isole delle Hawaii.

l'Isola:

Kaua’i è soprannominata “l’isola giardino”: montagne interamente ricoperte da foreste, attraversate da sentieri e solcate da tantissimi fiumi che si trasformano in altrettante piccole cascate che, spuntando una accanto all’altra dalla folta vegetazione, creano paesaggi quasi surreali. Non è un caso infatti che questa isola sia stata scelta come sfondo a molti set cinematografici, quali “I Predatori dell’Arca Perduta” e “Jurassic Park”.

Se gran parte del suo interno è occupato da montagne dove le nuvole si addensano per la maggior parte dell’anno, le coste invece, più asciutte e soleggiate, sono un vero paradiso per gli amanti del mare. Sulla costa nord, una lunga striscia di sabbia bianca quasi ininterrotta, collega il grazioso villaggio di Hanelei, all’ultima spiaggia di Ke’e Beach, che coincide con la fine della strada asfaltata. Mare aperto e baie riparate dalla barriera corallina, come le bellissime Tunnels‘ e Lumaha’i Beach, sono alcune delle “perle” di questa zona. Scendendo sulla costa occidentale si raggiunge prima la Coconut Coast, che prende il nome dalle tantissime palme che costeggiano le sue spiagge, fino all’area di Po’ipu, situata nella zona sud dell’isola, dove c’è solo l’imbarazzo della scelta sulla spiaggia in cui rilassarsi.

Se è vero che è quasi un obbligo il noleggio di un’auto per meglio poter esplorale l’isola, è anche vero che molti punti, quelli più selvaggi, non sono raggiunti da strade. È il caso dell’interno della valle di Hanalei, delle montagne centrali e del cratere di Kilohana. Solo un’escursione in elicottero consente di vedere questi luoghi di una bellezza sconvolgente. Sempre in elicottero è possibile sorvolare anche inaccessibili montagne e valli che formano la Na Pali Coast, con le sue alte scogliere che si gettano nel Pacifico. Questo tratto di costa, probabilmente uno dei punti più conosciuti e spettacoli dell’isola di Kaua’i, è visitabile, oltre che in elicottero, anche con escursioni in barca o con un lungo ed impegnativo percorso a piedi. Per chi non è disposto a percorrere tutto il sentiero, è possibile effettuare anche solo la prima parte (circa 1 ora e 30 minuti) molto suggestiva, che conduce alla prima e bellissima spiaggia di Hanakapi’ai Beach.

KAUAI BEACH RESORT

Cat. Prima – 4*
Situato a pochi minuti dalla città di Lihue, questo splendido Resort si estende in una vasta area di fronte la lunga spiaggia bianca di Coconut Coast, tra le più belle dell’isola, nell’area orientale di Kaua’i. La struttura, circondata dalla meravigliosa vista dell’oceano, con le sue acque cristalline color smeraldo, dalle montagne verdi e dalle incantevoli cascate, dispone di alloggi progettati, e recentemente rinnovati, per il massimo comfort e lusso. Le camere, belle e spaziose, e le raffinate suite, sono arredate conciliando stile hawaiano, con un forte utilizzo di decorazioni tipiche dell’isola e legni pregiati. 4 piscine costruite in un ambiente che replica fedelmente il paesaggio tropicale dell’isola: le due piscine Laguna circondate da cascate, la piscina per bambini con il suo scivolo d’acqua incastonato tra la pietra vulcanica, la piscina con fondo sabbioso. Si può gustare la cucina deliziosa dell’isola a Naupaka Terrace Restaurant, uno spuntino a bordo vasca al Driftwood Bar & Grille o gustare drink rinfrescanti e ascoltare musica dell’isola al Persiane Lounge. Se l’Aqua Kaua’i Beach quindi, è una scelta perfetta per chi cerca una fuga romantica o estremamente rilassante, l’hotel è consigliato anche per chi vuole vivere l’isola in maniera più attiva. Situato vicino all’aereoporto e alla zona commerciale, l’Aqua Beach è ben collegato a strutture che permettono la pratica di numerose attività, dal golf a svariati sport acquatici, nonchè offre la possibilità di avventurose escursioni alla scoperta dell’isola e delle sue attrazioni, come attraverso le valli profonde e suggestive del Canyon di Waimea, la spettacolare cascata di Wailua nel Wailua River State Park, o fare un giro emozionante in elicottero lungo la scogliera della Costa Na Pali.

Prezzi su richiesta

SHERATON KAUAI RESORT

Cat. Prima Superiore – 4*
Situato al centro di un delizioso giardino, questo splendido hotel vanta una posizione incantevole che permette di godere di panorami suggestivi dell’oceano e di sdraiarsi sulla spiaggia dorata di Poipu Beach, premiata più volte, tra le più belle degli Stati Uniti. La scelta, attenta e raffinata, di realizzare la struttura non più alta di una palma di cocco, rafforza la sensazione di immergersi totalmente nella bellezza dell’isola più antica delle Hawai’i. L’hotel, recentemente ristrutturato, offre 413 sistemazioni, tra camere e suite, elegantemente arredate e dotate di TV a schermo piatto, sono dislocate in diversi edifici, all’interno del giardino o con vista mare. A disposizione dei clienti numerosi servizi: la possibilità di scegliere tra 5 ristoranti, di cui uno italiano, dove degustare piatti raffinati circondati della vista dell’oceano, 2 piscine, centro fitness, spa, campo da tennis, programma per bambini e la possibilità di praticare diversi sport acquatici. Nelle vicinanze, per gli appassionati, o per semplici curiosi, ci si può dedicare al golf. Il bar dell’hotel è aperto fino a tarda notte, per continuare a respirare la magia del posto illuminati dal calore delle torce. Per chi interessato, ad orari prestabiliti, si può trascorrere del tempo o fare acquisti allo Sheraton Kaua’i Resort Cultural Center, dove artisti e artigiani locali espongono le loro creazioni e danno spesso interessanti dimostrazioni del loro lavoro.

Prezzi su richiesta

GRAND HYATT KAUAI

Cat. Lusso – 5*
L’incantevole Grand Hyatt Kaua’i Resort & Spa si affaccia su una delle spiagge della famosa Po’ipu Bay, caratterizzata da grandi e piccole lingue di sabbia che si estendono nella parte meridionale dell’isola di Kaua’i. L’hotel ha ricreato un piccolo angolo di paradiso nel suo immenso e curatissimo giardino tropicale, dove si passeggia su un prato all’inglese, circondati da specchi d’acqua e una vegetazione dai colori incredibili. Qui si trovano le due piscine dell’albergo, di cui una per bambini, una laguna di acqua salata dove è possibile affittare kayak e le cabanas, ed in mezzo ad un laghetto il ristornate Tidepools, dove assaporare piatti della tipica cucina hawaiina. Per chi invece ha nostalgia della cucina di casa, c’è il ristorante Dondero’s con una fantastica terrazza all’aperto con vista mare. Dalle spaziose camere arredate in classico stile hawaiiano si possono ammirare splendide vedute, che siano i rigogliosi giardini che circondano il resort, il blu dell’oceano Pacifico o le montagne alle spalle. Per gli sportivi, l’hotel mette a disposizione un attrezzato fitness center ed un campo da golf professionale (a pagamento) situato proprio alle spalle del Grand Hyatt. Da non perdere una seduta nella bellissima Anara Spa, un’oasi di pace immersa nel verde, dove lasciarsi coccolare in uno dei numerosi trattamenti offerti dal centro.

Prezzi su richiesta

Escursioni suggerite:

  • Kaua’i, Waimea Canyon:

    Considerato il “Grand Canyon” del Pacifico per la sua somiglianza con il più famoso cugino in Arizona, il Waimea Canyon è uno spettacolo della natura dove il fiume Waimea, anno dopo anno, ha scavato il proprio letto solcando le profondità della terra fino a giungere al Pacifico. Il Canyon misura 22 km di lunghezza e quasi 1000 metri di profondità, ma la sensazione che si ha guardando questo sconfinato paesaggio è quello di uno spazio senza fine, dove il fiume sembra fondersi in un tutt’uno con la vegetazione rigogliosa e le nuvole, che entrando ed uscendo dalla valle creano giochi di luce ed ombra e trasformano il paesaggio ad ogni alito di vento. Dal piccolo villaggio di Waimea si snoda l’omonima strada che conduce fino al Canyon costeggiandolo per tutta la sua lunghezza e da cui partono molti sentieri, ideali per gli amanti del trekking. Diversi sono anche i belvedere che permettono di godere di fantastici scorci o di vedute panoramiche ed apprezzare in tutta la sua bellezza quello che è considerato il più bel Canyon del Pacifico: il Waimea Canyon Lookout, il Puu Hinahina Lookout e il Kalalau Lookout da cui si riesce a vedere anche la Na Pali Coast.

  • Kaua’i, Na Pali Coast:

    Si tratta di una costa particolarmente selvaggia che si allunga per circa 25 km nella parte nord occidentale dell’isola, così impervia da raggiungere che è possibile arrivarci in barca, in elicottero o tramite un sentiero percorribile solo a piedi. Quello che l’ha resa famosa nel mondo è la spettacolarità del suo paesaggio formato da ripide e verdissime scogliere a picco sull’Oceano Pacifico, da grotte che si intervallano a spiagge isolate e da una valle tanto aspra e poco accogliente quando magnifica nella sua maestosità e bellezza.

Approfondimenti sulle Hawaii:

Vuoi maggiori informazioni sulle Hawaii? Clicca qui

Formalità d'ingresso:

STATI UNITI: Informazioni utili
Scopri di più
STATI UNITI: Informazioni utili

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L’INGRESSO NEL PAESE:

Per informazioni aggiornate, suggeriamo di consultare il sito VIAGGIARE SICURI

Passaporto: necessario, con data di scadenza successiva alla data prevista per il rientro in Italia.

Visa Waiver Program
Il programma Visa Waiwer Programme consente a cittadini di 38 Paesi, tra cui l’Italia (cfr. https://www.dhs.gov/visa-waiver-program-requirements), di entrare negli Stati Uniti per motivi di affari e/o turismo per soggiorni non superiori a 90 giorni senza dover richiedere un visto d’ingresso. Per tutte le altre finalita’, e’ invece necessario richiedere il visto d’ingresso (cfr. infra).
Per entrare negli Stati Uniti nell’ambito del programma “Viaggio senza Visto” (Visa Waiver Program – VWP) è necessario ottenere un’autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization – ESTA). L’autorizzazione, che ha durata di due anni, o fino a scadenza del passaporto, va ottenuta prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta verso gli Stati Uniti accedendo, almeno 72 ore prima della partenza, tramite Internet al sito https://esta.cbp.dhs.gov. Il Programma ESTA ha subito alcune importanti modifiche a seguito dell’approvazione da parte del Congresso americano del ”Visa Waiver Program Improvement and Terrorist Travel Prevention Act of 2015” (dicembre 2015), una legge che comporta nuove condizioni per chi intende viaggiare verso gli Stati Uniti in esenzione da visto.
Si sintetizzano qui di seguito le misure di attuazione della nuova normativa, raccomandando anche a chi ha un ESTA in corso di validità di controllare attentamente, prima della partenza, i siti web delle Sedi diplomatiche e consolari statunitensi per verificare la sussistenza della possibilità di essere ammessi negli USA senza visto.
In particolare, la normativa attuale prevede che
– dal 21 gennaio 2016, i cittadini di Paesi VWP (inclusa quindi l’Italia) che siano anche cittadini di Iran, Iraq, Siria e Sudan per poter entrare negli Stati Uniti dovranno munirsi di regolare visto d’ingresso;
– dal 18 febbraio 2016 le restrizioni si applicano anche per gli individui che si sono recati, dal 1 marzo 2011 in poi,  in uno dei seguenti Paesi: Iran, Iraq, Libia, Siria, Somalia, Sudan e Yemen.
I funzionari di governo (”full-time”) e il personale militare di Paesi del VWP recatisi nei suindicati Stati per ragioni di servizio sono esclusi da tale restrizione.
Le autorità USA possono peraltro concedere eventuali ”eccezioni” a tali restrizioni (valutando ”on a case by case basis”) per i richiedenti ESTA che rientrino in una delle seguenti categorie di viaggiatori:
1) Persone che hanno viaggiato in Iran, Iraq, Sudan o Siria
– per conto di ”international, regional, or sub-national organization on official duty”;
– per conto di  ”humanitarian NGO on official duty”;
– in qualità di giornalista ”for reporting purposes”.
2) Persone che hanno viaggiato in Iran ”for legitimate business-related purposes” a seguito della conclusione del ”Joint Comprehensive Plan of Action” con l’Iran del 14 luglio 2015.
3) Persone che hanno viaggiato in Iraq ”for legitimate business-related purposes”.
4) Persone che hanno viaggiato in Iraq, Siria, Iran, Sudan, Libia, Somalia, or Yemen che mantengono “current Global Entry program membership”.
In tali casi, è fondamentale presentare alle Autorità USA tutti i documenti in grado di provare l’appartenenza ad una delle categorie indicate.
In tutti i casi dubbi, si raccomanda di contattare sempre le Autorità USA in Italia (Ambasciata e/o Consolati) e/o procedere alla richiesta del visto.
Per usufruire del programma “Visa Waiver Program” è necessario:
– essere in possesso di un  passaporto elettronico. Dal 1° aprile 2016, per poter entrare nel territorio degli Stati Uniti in regime di esenzione del visto (attraverso l’ESTA), è introdotto il requisito obbligatorio del possesso di un passaporto elettronico contenente i dati biografici e biometrici del titolare. Si intende per “passaporto elettronico” il libretto dotato di microprocessore);
– viaggiare esclusivamente per affari e/o per turismo. Va tenuto ben presente che il soggiorno negli Stati Uniti sulla base di un ESTA non dà alcun titolo a svolgere attività remunerate, anche saltuarie (per cui occorrono specifici visti);
– rimanere negli Stati Uniti non più di 90 giorni. La permanenza nel Paese oltre i 90 giorni può compromettere la possibilità di usare nuovamente il programma Visa Waiver. Si attira l’attenzione sul rigore con cui viene applicata la normativa vigente: anche pochi giorni di “Overstay” (permanenza in territorio statunitense oltre il consentito) possono comportare l’intervento delle Autorità americane che può arrivare sino alla detenzione anche per periodi prolungati e/o compromettere la possibilità di futuri ingressi nel Paese. A seguito di recenti casi, si segnala infine una particolare severità delle autorità lungo il confine terrestre tra lo Stato di Washington e il Canada e tra il Messico e gli Stati della California e del Texas.
– possedere un biglietto di ritorno.
In mancanza anche di uno dei suddetti requisiti, è necessario richiedere il visto presso l’Ambasciata o il Consolato USA presenti in Italia.
Le risposte che verranno fornite dal sistema “ESTA” potranno essere di tre tipi:
1)“Authorisation Approved”, nel caso di concessione dell’autorizzazione. L’autorizzazione sarà valida per due anni o fino a quando il passaporto del viaggiatore non scade e consentirà la possibilità di effettuare più viaggi negli Stati Uniti senza che per ognuno di essi sia necessaria una nuova registrazione on-line ed una conseguente nuova autorizzazione;
2) Travel not Authorized”, nel caso di diniego dell’autorizzazione. In tal caso occorrerà rivolgersi al Consolato americano per richiedere il visto.
3) “Authorization Pending”, nel caso in cui siano necessarie ulteriori informazioni ai fini del rilascio dell’autorizzazione.
L’“ESTA” (come già avviene attualmente in base al “Visa Waiver Program”) non garantirà un’automatica ammissione in territorio americano che sarà lasciata alla discrezionalità delle competenti Autorità doganali e di frontiera.
Al fine di facilitare il processo di valutazione dei dati forniti con la registrazione, si consiglia di compilare il modulo ESTA con ampio anticipo.
Per maggiori informazioni riguardo il programma “ESTA” si consiglia di consultare direttamente il sito internet: www.cbp.gov./travel.
A complemento del programma di Sicurezza ESTA, un’ulteriore procedura è entrata in vigore dal 6 settembre 2010 denominata “Secure Flight Program”. Tale programma, sviluppato dall’Autorità statunitense TSA (Transportation Security Administration), si applica a tutti i passeggeri che viaggiano da/per e all’interno degli Stati Uniti.
Il Secure Flight Program richiede che una serie di informazioni (cognome e nome, data di nascita, genere maschile o femminile) siano fornite per tutti i passeggeri che prenotano e acquistano biglietti per viaggi da/per o all’interno degli USA.
Informazioni complete e dettagliate su quanto è richiesto al passeggero sono reperibili consultando il sito: www.tsa.gov, o attraverso la compagnia aerea utilizzata o il proprio agente di viaggio.

Viaggi all’estero di minori
si prega di consultare l’approfondimento presente sul sito: Documenti di viaggio – Documenti per viaggi all’estero di minori.

Visto d’ingresso
In mancanza anche di uno solo dei requisiti necessari per usufruire del “Viaggio senza Visto” è necessario richiedere il visto presso l’Ambasciata o il Consolato USA presenti in Italia.
Tutti i cittadini italiani che entrano nel Paese, in esenzione di visto “Visa Waiver Program” o con visto USA di una delle seguenti categorie:
–  B1/B2 affari o turismo per periodi di permanenza superiori ai 90 giorni o per sanare precedenti situazioni irregolari;
– F/M/J/Q -studenti, studiosi, ricercatori, scienziati, anche in ambito di scambi culturali;
– H/L/O/P- lavoratori temporanei;
– C1- in transito verso paesi terzi;
– C1/D -equipaggi d’aerei o navi;
– R- (religiosi);
– I – (giornalisti);
– E – (operatori economici e commerciali)
sono soggetti nell’ambito del programma “US-VISIT” all’acquisizione delle impronte digitali (indice sinistro e destro) e della fotografia digitale all’arrivo alle frontiere americane.