KAZAKISTAN

Il meglio del Kazakistan

8 giorni - 7 notti / viaggio con guida
Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci per maggiori informazioni oppure chiederci di prepararti un preventivo: i nostri Consulenti sono a tua disposizione …

Inserisci un nome valido
Inserisci un cognome valido
Inserisci un indirizzo email valido
Inserisci un numero di telefono valido
Inserisci un messaggio
Vuoi maggiori
informazioni?

Kazakistan:

Il Kazakistan è il nono paese al mondo per estensione, circa nove volte l’Italia. Due delle sue province occidentali, Atyrau e Mangystau, si affacciano sul Mar Caspio. La maggior parte del suo territorio è costituito da pianure coperte da steppa, enormi praterie senza ombra di alberi. La zona delle steppe settentrionali nota come Saryarka (letteralmente: “entroterra giallo”), rientra nella lista dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità. Alte catene montuose si trovano sui suoi confini orientali e meridionali. I Monti Zaylyiski Alatau, alle falde dei quali giace la città di Almaty, costituiscono una propaggine occidentale del “Tien Shan”, i “Monti Celesti” in cinese. La loro massima altezza è rappresentata dal Monte “Khan Tengri”, il “Signore dei Cieli” ai confini con Kirghizistan e Cina. I monti Altai si ergono invece ad est, al confine con la repubblica federativa russa di Altai.

 

IL VIAGGIO:
Un viaggio insolito nella più grande delle repubbliche dell’Asia Centrale, un paese dagli spazi sconfinati ma che stupisce per le prodigiose e avveniristiche architetture delle sue due capitali, Almaty e Astana e per le antiche testimonianze delle civiltà nomadi.

Programma di viaggio

1° giorno: Italia - Almaty

Partenza con volo di linea notturno per Almaty.

2° giorno: Almaty

Arrivo nelle prime ore del mattino a trasferimento in hotel. Early Check con camere subito a disposizione. Prima colazione. Mattinata dedicata alla visita di Almaty, fino al 1997 capitale ed ancora oggi città più grande dell’intero paese. Almaty è un incantevole centro in cui edifici classici di alternano a modernissimi palazzi incastonati in una valle alle pendici della catena montuosa Zailiysky Alatou. Il tour inizia con la visite del Parco Panfilov, intitolato al generale Ivan Panfilov e ai 28 soldati dell’unità di fanteria di Almaty che morirono combattendo i nazisti fuori Mosca nel 1975. Il parco è una zona molto popolare locale verde all’interno della città di Almaty. Al suo interno si trova la cattedrale Zenkov, edificio di culto ortodosso, che ha la particolarità di essere interamente costruita in legno senza l’utilizzo di chiodi. Ci si sposta quindi verso Respublika Alangy (piazza della Repubblica) dove si trovano il Palazzo del Presidente e il Monumento dell’Indipendenza e, a breve distanza, il Museo Centrale di Stato con ampie sezioni dedicate all’archeologia e all’etnografia. Nell’atrio è esposta una grande copia dell’Uomo d’Oro, costume di un guerriero risalente al V secolo d.C. durante lo scavo di una tomba sacia. Il costume è formato da oltre 4.000 pezzi d’oro e l’originale è oggi conservato all’interno della Banca Nazionale di Almaty. Seconda colazione. Dopo pranzo pranztenza per le gole di Medeo per ammirare l’enorme diga che protegge la città sulle cime della catena montuosa del Tien Shan occidentale. Medeo, con la stazione sciistica di Shymbulak offre viste mozzafiato sulle cime innevate e sui monti Tien-Shan; Shymbulak si trova in una pittoresca valle nel Zailiyskiy Alatau all’altezza di 2260 m sul livello del mare, a 25 km dal centro di Almaty. Alla fine del tour, escursione al monte Kok-Tobe, una montagna nella periferia sud-est di Almaty ad un’altitudine di 113 metri sul livello del mare. Rientro ad Almaty, cena e pernottamento.

3° giorno: Almaty - Taraz

Prima colazione. Partenza in direzione est alla volta del sito di Tamgaly, famoso per le sue incisioni rupestri e, proprio grazie a queste, entrato a far parte dei siti patrimonio UNESCO nel 2004. La gola di Tamgaly si trova a 170 chilometri a nord ovest di Almaty e presenta, nel canyon principale e in quelli vicini, una concentrazione di circa 5.000 incisioni rupestri che dimostrano una straordinaria occupazione del luogo attraverso i secoli, dalla metà del II millennio a.C. fino all’inizio del XIX secolo. Le incisioni raffigurano semplici specie animali ma anche scene di caccia e di allevamento, sacrifici, immagini di vita domestica con la rappresentazione di un parto. Nell’area di trovano anche un gran numero di tombe risalenti alla prima età del bronzo, tumuli (kurgan) databili all’età del ferro e di altari utilizzati probabilmente per le offerte sacrificali. Seconda colazione durante le visite. Rientro verso Almaty, trasferimento alla stazione ferroviaria e, dopo la cena in un cafè locale, partenza in treno per Taraz. Pernottamento in treno.

4° giorno: Taraz

Arrivo in stazione in nottata (orario di arrivo soggetto a variazione) e trasferimento in hotel. Prima colazione e partenza per la visita del Palazzo di Akyrtas, che è stato incluso nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Akyrtas è un antico enorme insediamento in pietra ed i primi ricercatori di hanno ipotizzato che si trattasse di un tempio buddista o di una chiesa nestoriana o di Karavan Saray. Rientro a Taraz per il pranzo: Taraz è una delle città più antiche del Kazakistan, avamposto sulla Via della Seta e capitale del khanato dei Turchi Karakhanidi nel XI e XII secolo e completamente distrutta dall’esercito mongolo. Visita del Museo regionale, dei mausolei dei Karakhan, Dautibek ed il bazar Zelyony. Cena e pernottamento.

5° giorno: Taraz - Shymkent

Prima colazione. Sulla strada per Shymkent visita del Mausoleo “Aisha-Bibi” (20 km da Taraz) è un monumento di amore e fedeltà, costruito nei secoli Х1-ХП, l’unico monumento in Kazakistan e in Asia centrale completamente rivestito con piastrelle di terracotta. Il mausoleo di Babaji-Khatun (XII secolo), è noto per la sua originale cupola a 16 costoloni. Visita il parco archeologico “Ancient Taraz”. Arrivo in un villaggio kazako, dove verrà servito il pranzo tradizionale presso l’associazione di volontariato delle nonne kazake, impegnate in progetti sociali. Dopo aver assaggiato un delizioso piatto nazionale, le nonne canteranno canzoni tradizionali e mostreranno i loro prodotti artigianali. Arrivo quindi a Shymkent: il tour inizia con una visita della vista più importante della città, il Parco dell’Indipendenza, dove si trovano Piazza Ordabasy e il Monumento Zher-ana. Quindi, il nostro tour conduce lungo l’imbarco fino al misterioso fiume Koshkar Ata. Sosta al museo etnografico e al monumento Baidibek bi, da dove si gode una bellissima vista della città. Cena e pernottamento.

6° giorno: Shymkent - Astana

Prima colazione. Partenza per Otrar, a 220 chilometri di distanza da Shymkent. Lungo la strada sosta al villaggio di Shauildir, dove un piccolo museo custodisce i reperti rivenuti durante gli scavi di Otrar. La città, fiorente e importante avamposto sulla Via della Seta, fu completamente rasa al suolo da Gengis Khan nel 1219; il centro fu poi ricostruito e definitivamente abbandonato nel XVII secolo. E’ famosa perché nel 1405 vi morì l’altro grande conquistatore dell’Asia Centrale: Tamerlano. Si possono oggi visitare il trecentesco palazzo di Berdibek, la moschea, le terme, una piccola zona residenziale e i resti delle mura cittadine. Seconda colazione in ristorante locale. Dopo la visita al Mausoleo di Arystan Bab, si parte alla volta di Turkestan. Visita del Mausoleo di Khoja Ahmed Yasawi, il principale complesso architettonico del Kazakistan dedicato ad Ahmed Yaswui poeta e fondatore dell’ordine sufi Yasaui. Fu lo stesso Tamerlano ad ordinarne la costruzione tra il 1389 e il 1405. In questo edificio in parte incompiuto, i maestri costruttori persiani impiegati nell’opera sperimentato soluzioni architettoniche e strutturali in seguito utilizzati anche per la costruzione di alcuni edifici di Samarcanda. Cena e trasferimento in aeroporto a Shymkent. Volo per Astana. Arrivo in nottata, trasferimento in hotel e pernottamento.

7° giorno: Astana

Prima colazione. Intera giornata dedicata a quella che è recentemente diventata la capitale del paese e che in pochissimi anni è passata dall’essere una quasi anonima località della steppa ad una delle più interessanti e avveniristiche città di tutta l’Asia Centrale. Astana è in crescita vertiginosa, i più rinomati architetti internazionali hanno potuto scatenarvi la loro fantasia. Il progetto, fortemente voluto dal presidente Nazarbaev, non sembra destinato ed esaurirsi nei prossimi anni ed ancora molti sono i progetti da realizzare. La visita inizia con il Museo del Primo Presidente, allestito all’interno dell’ex palazzo presidenziale e dedicato al premier Nazarbaev, e con una sosta al monumento Baiterek, torre alta 97 metri coronata da una grande sfera di vetro, simbolo di rinnovamento della città e dell’intero paese. Si prosegue con la visita della cosiddetta piramide di Astana, il tempio della Pace e dell’Armonia, prima opera realizzata dal celebre architetto inglese Norman Foster nel paese. Si visitano quindi il Centro Culturale del Presidente, un interessante edificio a forma di iurta con una cupola blu che ripercorre la storia della città, il centro ricreativo Duman (che ospita un gigantesco acquario distante più di 3.000 chilometri dal mare!) e il Monumento dell’Indipendenza. Seconda colazione in corso di visite. Cena in ristorante locale e camere in hotel a disposizione fino al momento della partenza.

8° giorno: Astana - Italia

In nottata trasferimento in aeroporto e volo di rientro in Italia.

Informazioni sul viaggio

– L’itinerario potrebbe subire modifiche per ragioni tecniche operative pur mantenendo le visite previste dal tour.
Difficoltà del viaggio: il viaggio non comporta particolari problematiche; le guide parlanti italiano sono poco numerose e non sempre preparate culturalmente. In tutta la zona dell’Asia centrale gli hotel fuori dalle rispettive capitali o principali città sono semplici.

  • Le sistemazioni:

    Almaty: Kazzhol Park hotel
    Taraz: Hotel Zhambyl
    Shykment: FN hotel
    Astana: Wyndham Garden Astana

    Le sistemazioni previste potrebbero essere sostituite con altre similari di pari categoria.

Approfondimenti:

Vuoi maggiori informazioni sul Kazakistan? Clicca qui

Prezzi e date:

8 giorni – 7 notti
Partenza da Milano o Roma (altri aeroporti su richiesta)
minimo 4 partecipanti
guida locale parlante italiano

Quote per persona a partire da:

Partenze in camera doppia/tripla in camera singola
23 aprile 2023 € 2.650 € 2.945
14 maggio € 2.650 € 2.945
11 giugno € 2.650 € 2.945
23 luglio € 2.650 € 2.945
13 agosto € 2.650 € 2.945
03 settembre € 2.650 € 2.945
08 ottobre € 2.650 € 2.945

Nota bene:
quote calcolate utilizzando una tariffa aerea  speciale, la cui disponibilità è da verificare in fase di prenotazione.

Quota individuale di gestione pratica: € 95

Assicurazione annullamento-medico-bagaglio: da quotarsi in base al costo totale della prenotazione

Tasse aeroportuali: da quotare, in funzione della compagnia aerea e dell’istradamento

La quota comprende:

  • Voli internazionali di linea Turkish Airlines o altra compagnia Iata in classe economica
  • Tutti i trasferimenti, le visite indicate, gli ingressi menzionati in programma
  • Guide locali parlanti italiano su base gruppo minimo 4 persone (la guida non è la stessa per tutto l’itinerario)
  • La sistemazione negli alberghi indicati o similari della stessa categoria
  • Trattamento pasti come specificato in programma
  • Le percentuali di servizio

La quota non comprende:

  • tasse aeroportuali
  • bevande
  • assicurazione multirischio (medico-bagaglio e annullamento)
  • mance
  • pasti non menzionati
  • spese a carattere personale
  • eventuali tasse d’imbarco in uscita
  • tutto quanto non espressamente descritto in “La quota comprende”

Formalità d'ingresso:

KAZAKISTAN: Formalità d’ingresso
Scopri di più
KAZAKISTAN: Formalità d’ingresso

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L’INGRESSO NEL PAESE:

Passaporto avente validità minima di tre mesi dalla data di scadenza del visto (o dalla data di partenza dal Paese).

Visto di ingresso: a partire dal 1° gennaio 2017 è prevista l’esenzione dal visto per i soggiorni fino a 30 giorni per i cittadini di alcuni Paesi, inclusa l’Italia. Allo scadere dei 30° giorno è possibile chiedere il rinnovo per ulteriori 30 alla Polizia di Immigrazione solo se il soggiorno è per affari. In tal caso viene emesso in loco un visto per business di un mese.

Si segnala inoltre che all’ingresso nel Paese è necessario registrarsi attraverso una Carta di Migrazione da richiedere e compilare all’aeroporto o al valico terrestre di entrata. E’ bene prestare attenzione a che le guardie di frontiera appongano effettivamente il timbro di ingresso anche sulla Carta, oltre che sul passaporto: questo certifica l’effettiva registrazione su suolo kazako. In caso di mancata apposizione del timbro, è necessario contattare entro 5 giorni la Polizia d’Immigrazione (a Nur-Sultan ul. Sakena Seyfullina 29, tel. +7 7172 71-61-05). Si ricorda che la Carta di Migrazione va conservata fino al giorno di uscita dal Kazakhstan. Essa non è comunque necessaria per i possessori di passaporto o visto diplomatico e per gli equipaggi in servizio a bordo di aerei, navi e treni.

Per informazioni aggiornate, suggeriamo di consultare il sito VIAGGIARE SICURI