STATI UNITI

Dal Tennessee alla Louisiana

14 giorni - 13 notti / viaggio "self-drive"
Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci per maggiori informazioni oppure chiederci di prepararti un preventivo: i nostri Consulenti sono a tua disposizione …

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Obbligatorio e indirizzo email valido
Campo obbligatorio
Vuoi maggiori
informazioni?

Il Viaggio

Un itinerario che vi conduce nel “profondo sud” degli Stati Uniti, attraverso Georgia, Tennessee, Mississippi, Louisiana, South Carolina; siamo nelle terre che hanno visto grandi proprietari terrieri, piantagioni, schiavi e aspre battaglie della Guerra di Secessione, ma anche la nascita della musica jazz, blues e country … Un viaggio tutto da godere …

Programma di viaggio

1° giorno: Atlanta

Arrivo in giornata e trasferimento libero al vostro hotel. Pernottamento.

2° giorno: Atlanta

Oggi potrete dedicarvi alla conoscenza della città di Atlanta che nel 1830 divenne importante snodo ferroviario e rapidamente il più importante centro di trasporto del Sud. La sua importanza strategica fu il motivo che indusse il Generale Sherman ad occuparla e a raderla al suolo durante la Guerra Civile. Fate una visita nella zona del centro presso la zona di Fairlie-Popolar, o recatevi al Grant Park oppure presso l’Atlanta History Center.

3° giorno: Atlanta - Nashville (392 km)

Lungo la strada per Nashville fate una sosta intermedia per vedere il famoso treno di Chattanooga “Choo Choo”, mentre a Lynchburg non potrete non visitare la famosa distilleria di whisky di Jack Daniel. Arrivo alla vostra destinazione finale in serata.

4° giorno: Nashville - Memphis (334 km)

Nashville, Capitale della musica country, vi coinvolgerà con il suo caratteristico sound con un sopralluogo al Grand Ole Opry e alla Country Music Hall of Fame. D’altro canto, una visita al Tennessee State Museum, vi permetterà di conoscere e approfondire i fatti che hanno caratterizzato la tumultuosa Storia del Sud. Partenza da Nashville in tempo utile per arrivare a Memphis per la cena.

5° giorno: Memphis

Memphis, è luogo di nascita della musica Blues, genere musicale proposto dalla stragrande maggioranza dei locali della storica via di Bale Street. Appena fuori la città potrete raggiungere la tenuta di Graceland sfarzosa residenza di Elvis Presley; fate una visita ancora al famoso bombardiere “Memphis Belle” oppure salite a bordo della monorotaia per un divertente giro panoramico di Mud Island.

6° giorno: Memphis - Vicksburg (349 km)

Questa mattina partenza per Vicksburg dove potrete vedere il Vicksburg National Military Park. Questo parco storico, che comprende praterie, colline e boschi, evoca la decisiva battaglia della guerra di Secessione in cui le truppe confederate e quelle dell’Unione si scontrarono per prendere possesso di Vicksburg, importante porto controllato dall’esercito confederato.

7° giorno: Vicksburg - New Orleans (304 km)

Guidate nel cuore del Vecchio Sud in direzione di New Orleans. La particolare posizione a “sandwich” della città, tra Lake Pontchartrain e il possente fiume Mississippi, ne influenza le tradizioni ed in particolar modo i sapori della cucina locale che qui ha mantenuto intatte le sue origini nordamericane.

8° giorno: New Orleans

New Orleans, soprannominata anche “The Big Easy”, in virtù della sua attitudine rilassata, è un crogiolo di razze europee dal tipico fascino del Sud. Fate una passeggiata per il famoso e pittoresco French Quarter ammirandone il caratteristico stile architettonico e successivamente sperimentate la festosa frenesia di Bourbon Street. Assolutamente da non perdere un piacevole giro a bordo di un piroscafo lungo il fiume Mississippi.

9° giorno: New Orleans - Pensacola (301 km)

Oggi abbandonate la frenetica vita di città a favore delle tranquille distese di sabbia lungo il Golfo del Messico. Potrete rilassarvi su lunghe spiagge bianche ed immergervi nelle calde e azzurre acque in uno dei tratti più belli della costa atlantica. Si consiglia un giro per il Seville District di Pensacola oppure di raggiungere l’Isola di Santa Rosa.

10° giorno: Pensacola - Tallahassee (301 km)

Guidate lungo la costa del Golfo attraverso le riserve naturali diffuse sul territorio. I villaggi di pescatori e la Emerald Coast imprimeranno memorabili esperienze nel vostro viaggio. Ricca del consueto charm che caratterizza le cittadine del Sud, Tallahassee, è un mix di vecchie architetture che si rifanno al periodo pre-bellico e d’innovazioni dell’era moderna.

11° giorno: Tallahassee - Savannah (484 km)

Nella storica Savannah troverete alcune delle più belle dimore restaurate del Sud. Concedetevi un po’ di relax con un pic-nic nelle numerose aree verdeggianti della città con successiva passeggiata pomeridiana.

12° giorno: Savannah - Charleston (168 km)

Charleston è assolutamente l’emblema della grandiosità e dell’eleganza del Sud. Rigogliose vie alberate arricchiscono di ulteriore fascino l’architettura storica di questa città.

13° giorno: Charleston - Atlanta (467 km)

Quest’oggi lasciate la costa della Carolina del Sud e rientrate verso l’interno in direzione di Atlanta.

14° giorno: Atlanta

In mattinata rilascio della camera prenotata. Termine dei servizi.

Informazioni sul viaggio:

  • le sistemazioni:
    • Atlanta:
      • cat. Standard: Crowne Plaza Atlanta Midtown
      • cat. Superior: Hotel Indigo Atlanta Midtown
    • Nashville:
      • cat. Standard: Guesthouse Inn & Suites Nashville/Music Valley
      • cat. Superior: Millennium Maxwell House Nashville
    • Memphis:
      • cat. Standard: Comfort Inn Downtown Memphis
      • cat. Superior: Holiday Inn Memphis – Downtown (Beale Street)
    • Vicksburg:
      • cat. Standard: Quality Inn
      • cat. Superior: Quality Inn
    • New Orleans:
      • cat. Standard: Holiday Inn New Orleans-Downtown Superdome
      • cat. Superior: Hilton New Orleans Riverside
    • Pensacola:
      • cat. Standard: Comfort Inn
      • cat. Superior: Hampton Inn Pensacola-Airport
    • Tallahassee:
      • cat. Standard: Quality Inn & Suites Tallahassee
      • cat. Superior: Courtyard Tallahassee Capital
    • Savannah:
      • cat. Standard: Best Western Plus Savannah Historic District
      • cat. Superior: B Historic Savannah
    • Charleston:
      • cat. Standard: Holiday Inn Charleston-Riverview
      • cat. Superior: Charleston Marriott
    • Atlanta:
      • cat. Standard: Crowne Plaza Atlanta Midtown
      • cat. Superior: Westin Atlanta Airport

     

    N.B. Le sistemazioni previste potrebbero essere sostituite con altre similari di pari categoria

Approfondimenti sul Paese:

Vuoi maggiori informazioni sugli Stati Uniti? Clicca qui

Prezzi e date:

14 giorni – 13 notti (oltre ai voli)
viaggio individuale con partenze giornaliere

Quote per persona “a partire da” *

hotels cat. STANDARD in doppia in singola in tripla in quadrupla
dal 01 aprile al 30 aprile 2021 € 1.095 € 2.187 € 753 € 580
dal 01 maggio al 31 agosto € 1.014 € 2.030 € 700 € 541

 

hotels cat. UPGRADE in doppia in singola in tripla in quadrupla
dal 01 marzo al 31 marzo 2021 € 1.253 € 2.506 € 898 € 712
dal 01 aprile al 31 agosto € 1.397 € 2.795 € 993 € 785

* NOTE:
– alle quote in tabella va aggiunto il costo dei voli e del noleggio dell’auto (quotati alla miglior tariffa disponibile al momento della prenotazione)
– sono possibili supplementi in particolari date (es. festività), che verranno comunicati al momento della prenotazione

Quota individuale di gestione pratica: € 95

Assicurazione annullamento-medico-bagaglio: da quotarsi in base al costo totale del viaggio

La quota comprende:

  • 13 pernottamenti in hotel nella categoria prescelta
  • servizio di solo pernottamento

La quota non comprende:

  • Passaggi aerei dall’Italia
  • Tasse aeroportuali
  • Noleggio auto/moto
  • Ingressi ai parchi/luoghi di visita (se non espressamente indicato)
  • Pasti, mance ed extra in genere
  • Assicurazione annullamento-medico-bagaglio
  • Quota individuale di gestione pratica
  • Tutto quanto non espressamente indicato ne “la quota comprende”

Formalità d'ingresso:

STATI UNITI: Informazioni utili
Scopri di più
STATI UNITI: Informazioni utili

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L’INGRESSO NEL PAESE:

Per informazioni aggiornate, suggeriamo di consultare il sito VIAGGIARE SICURI

Passaporto: necessario, con data di scadenza successiva alla data prevista per il rientro in Italia.

Visa Waiver Program
Il programma Visa Waiwer Programme consente a cittadini di 38 Paesi, tra cui l’Italia (cfr. https://www.dhs.gov/visa-waiver-program-requirements), di entrare negli Stati Uniti per motivi di affari e/o turismo per soggiorni non superiori a 90 giorni senza dover richiedere un visto d’ingresso. Per tutte le altre finalita’, e’ invece necessario richiedere il visto d’ingresso (cfr. infra).
Per entrare negli Stati Uniti nell’ambito del programma “Viaggio senza Visto” (Visa Waiver Program – VWP) è necessario ottenere un’autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization – ESTA). L’autorizzazione, che ha durata di due anni, o fino a scadenza del passaporto, va ottenuta prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta verso gli Stati Uniti accedendo, almeno 72 ore prima della partenza, tramite Internet al sito https://esta.cbp.dhs.gov. Il Programma ESTA ha subito alcune importanti modifiche a seguito dell’approvazione da parte del Congresso americano del ”Visa Waiver Program Improvement and Terrorist Travel Prevention Act of 2015” (dicembre 2015), una legge che comporta nuove condizioni per chi intende viaggiare verso gli Stati Uniti in esenzione da visto.
Si sintetizzano qui di seguito le misure di attuazione della nuova normativa, raccomandando anche a chi ha un ESTA in corso di validità di controllare attentamente, prima della partenza, i siti web delle Sedi diplomatiche e consolari statunitensi per verificare la sussistenza della possibilità di essere ammessi negli USA senza visto.
In particolare, la normativa attuale prevede che
– dal 21 gennaio 2016, i cittadini di Paesi VWP (inclusa quindi l’Italia) che siano anche cittadini di Iran, Iraq, Siria e Sudan per poter entrare negli Stati Uniti dovranno munirsi di regolare visto d’ingresso;
– dal 18 febbraio 2016 le restrizioni si applicano anche per gli individui che si sono recati, dal 1 marzo 2011 in poi,  in uno dei seguenti Paesi: Iran, Iraq, Libia, Siria, Somalia, Sudan e Yemen.
I funzionari di governo (”full-time”) e il personale militare di Paesi del VWP recatisi nei suindicati Stati per ragioni di servizio sono esclusi da tale restrizione.
Le autorità USA possono peraltro concedere eventuali ”eccezioni” a tali restrizioni (valutando ”on a case by case basis”) per i richiedenti ESTA che rientrino in una delle seguenti categorie di viaggiatori:
1) Persone che hanno viaggiato in Iran, Iraq, Sudan o Siria
– per conto di ”international, regional, or sub-national organization on official duty”;
– per conto di  ”humanitarian NGO on official duty”;
– in qualità di giornalista ”for reporting purposes”.
2) Persone che hanno viaggiato in Iran ”for legitimate business-related purposes” a seguito della conclusione del ”Joint Comprehensive Plan of Action” con l’Iran del 14 luglio 2015.
3) Persone che hanno viaggiato in Iraq ”for legitimate business-related purposes”.
4) Persone che hanno viaggiato in Iraq, Siria, Iran, Sudan, Libia, Somalia, or Yemen che mantengono “current Global Entry program membership”.
In tali casi, è fondamentale presentare alle Autorità USA tutti i documenti in grado di provare l’appartenenza ad una delle categorie indicate.
In tutti i casi dubbi, si raccomanda di contattare sempre le Autorità USA in Italia (Ambasciata e/o Consolati) e/o procedere alla richiesta del visto.
Per usufruire del programma “Visa Waiver Program” è necessario:
– essere in possesso di un  passaporto elettronico. Dal 1° aprile 2016, per poter entrare nel territorio degli Stati Uniti in regime di esenzione del visto (attraverso l’ESTA), è introdotto il requisito obbligatorio del possesso di un passaporto elettronico contenente i dati biografici e biometrici del titolare. Si intende per “passaporto elettronico” il libretto dotato di microprocessore);
– viaggiare esclusivamente per affari e/o per turismo. Va tenuto ben presente che il soggiorno negli Stati Uniti sulla base di un ESTA non dà alcun titolo a svolgere attività remunerate, anche saltuarie (per cui occorrono specifici visti);
– rimanere negli Stati Uniti non più di 90 giorni. La permanenza nel Paese oltre i 90 giorni può compromettere la possibilità di usare nuovamente il programma Visa Waiver. Si attira l’attenzione sul rigore con cui viene applicata la normativa vigente: anche pochi giorni di “Overstay” (permanenza in territorio statunitense oltre il consentito) possono comportare l’intervento delle Autorità americane che può arrivare sino alla detenzione anche per periodi prolungati e/o compromettere la possibilità di futuri ingressi nel Paese. A seguito di recenti casi, si segnala infine una particolare severità delle autorità lungo il confine terrestre tra lo Stato di Washington e il Canada e tra il Messico e gli Stati della California e del Texas.
– possedere un biglietto di ritorno.
In mancanza anche di uno dei suddetti requisiti, è necessario richiedere il visto presso l’Ambasciata o il Consolato USA presenti in Italia.
Le risposte che verranno fornite dal sistema “ESTA” potranno essere di tre tipi:
1)“Authorisation Approved”, nel caso di concessione dell’autorizzazione. L’autorizzazione sarà valida per due anni o fino a quando il passaporto del viaggiatore non scade e consentirà la possibilità di effettuare più viaggi negli Stati Uniti senza che per ognuno di essi sia necessaria una nuova registrazione on-line ed una conseguente nuova autorizzazione;
2) Travel not Authorized”, nel caso di diniego dell’autorizzazione. In tal caso occorrerà rivolgersi al Consolato americano per richiedere il visto.
3) “Authorization Pending”, nel caso in cui siano necessarie ulteriori informazioni ai fini del rilascio dell’autorizzazione.
L’“ESTA” (come già avviene attualmente in base al “Visa Waiver Program”) non garantirà un’automatica ammissione in territorio americano che sarà lasciata alla discrezionalità delle competenti Autorità doganali e di frontiera.
Al fine di facilitare il processo di valutazione dei dati forniti con la registrazione, si consiglia di compilare il modulo ESTA con ampio anticipo.
Per maggiori informazioni riguardo il programma “ESTA” si consiglia di consultare direttamente il sito internet: www.cbp.gov./travel.
A complemento del programma di Sicurezza ESTA, un’ulteriore procedura è entrata in vigore dal 6 settembre 2010 denominata “Secure Flight Program”. Tale programma, sviluppato dall’Autorità statunitense TSA (Transportation Security Administration), si applica a tutti i passeggeri che viaggiano da/per e all’interno degli Stati Uniti.
Il Secure Flight Program richiede che una serie di informazioni (cognome e nome, data di nascita, genere maschile o femminile) siano fornite per tutti i passeggeri che prenotano e acquistano biglietti per viaggi da/per o all’interno degli USA.
Informazioni complete e dettagliate su quanto è richiesto al passeggero sono reperibili consultando il sito: www.tsa.gov, o attraverso la compagnia aerea utilizzata o il proprio agente di viaggio.

Viaggi all’estero di minori
si prega di consultare l’approfondimento presente sul sito: Documenti di viaggio – Documenti per viaggi all’estero di minori.

Visto d’ingresso
In mancanza anche di uno solo dei requisiti necessari per usufruire del “Viaggio senza Visto” è necessario richiedere il visto presso l’Ambasciata o il Consolato USA presenti in Italia.
Tutti i cittadini italiani che entrano nel Paese, in esenzione di visto “Visa Waiver Program” o con visto USA di una delle seguenti categorie:
–  B1/B2 affari o turismo per periodi di permanenza superiori ai 90 giorni o per sanare precedenti situazioni irregolari;
– F/M/J/Q -studenti, studiosi, ricercatori, scienziati, anche in ambito di scambi culturali;
– H/L/O/P- lavoratori temporanei;
– C1- in transito verso paesi terzi;
– C1/D -equipaggi d’aerei o navi;
– R- (religiosi);
– I – (giornalisti);
– E – (operatori economici e commerciali)
sono soggetti nell’ambito del programma “US-VISIT” all’acquisizione delle impronte digitali (indice sinistro e destro) e della fotografia digitale all’arrivo alle frontiere americane.