STATI UNITI

Il magnifico West

17 giorni - 15 notti / viaggio di gruppo
Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci per maggiori informazioni oppure chiederci di prepararti un preventivo: i nostri Consulenti sono a tua disposizione …

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Obbligatorio e indirizzo email valido
Campo obbligatorio
Vuoi maggiori
informazioni?

Il Viaggio

C’è ancora un’America tutta da scoprire, ricca non solo di storia e di scenari aspri e grandiosi. È l’America dei pionieri, delle tribù indiane, dei parchi nazionali più selvaggi. Nelle Rocky Mountains si trovano due gioielli naturali: il Glacier e lo Yellowstone. Formazioni rocciose datate milioni di anni, ghiacciai che testimoniano l’erosione nei secoli, verdi foreste sovrastate da cieli blu, fiumi e torrenti impetuosi: è il Glacier National Park, unico, dichiarato nel 1995 dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità. Terra di culture Native: i Blackfeet, che pur vivendo in una riserva hanno preservato molte delle proprie tradizioni. Tradizione è, per i visitatori del parco, attendere le poderose eruzioni dell’Old Faithful, il geyser più famoso di Yellowstone, che non “tradisce mai”; emozione, intensa, è passeggiare fra geyser e sorgenti termali ravvivate da coloratissime colonie di batteri che le rendono cangianti e in continua trasformazione, assistendo a piccole eruzioni. Stupefacenti i colori del Grand Canyon, dove la roccia mette a nudo faglie viola, arancio, rosso e giallo. Guidati dagli esperti cercheremo lupi e orsi, bisonti, cervi, daini e alci, avvistabili nel Grand Teton National Park, e saremo protagonisti in questo entusiasmante incontro con la natura.

Programma di viaggio

1° giorno: Italia - San Francisco

Partenza dall’Italia con volo di linea (non incluso, da quotare a parte). Arrivo all’aeroporto di San Francisco, trasferimento libero in hotel. Giornata a disposizione per visitare San Francisco, una delle più belle e ospitali città degli Stati Uniti. Le vie del centro dalle incredibili e caratteristiche pendenze permettono di godere delle sue suggestive vedute sia dei suoi dintorni che della baia. E’ una vibrante città culturale e multi etnica motivo per cui è ritenuta il “gioiello” della Costa Californiana. Simboli indiscussi della città sono gli storici “cable cars” e le case in stile Vittoriano. E’ curioso sapere che la “China Town” di San Francisco è la più grande al di fuori del territorio della Cina. Pernottamento

2° giorno: San Francisco

Prima colazione in hotel. In mattinata giro città con guida parlante italiano. La visita include tra i punti salienti: il Civic Center, Japan Town, St. Mary’s Cathedral, Twin Peaks, il Golden Gate Bridge e, naturalmente, il Fisherman’s Wharf, ritenuto uno dei luoghi più popolari. Si tratta di una via costiera ricca di ristoranti specializzati nei menu a base di pesce, negozi tipici e belle vedute sull’oceano. Da qui è anche possibile scorgere la tristemente famosa isola di Alcatraz. A fine tour, il resto della giornata è a disposizione per un giro in autonomia o per prendere parte a una dell’escursioni opzionali proposte (non incluse). Pomeriggio a disposizione e cena libera.

3° giorno: San Francisco - Yosemite - Mammoth Lakes (417 km)

Prima colazione in hotel. Partenza di prima mattina con destinazione il Parco Nazionale di Yosemite. La formazione di quest’area risale a ben 500 milioni di anni fa, nel periodo in cui la Sierra Nevada era sommersa dalle acque. La sua ampiezza è comparabile all’incirca a quella dello stato di Rhode Island. Yosemite accoglie milioni di visitatori ogni anno che vengono qui per ammirarne le viste mozzafiato e la varietà della natura. Lo scenario è spettacolare: ripide pareti granitiche, cime montuose scolpite dai ghiacciai, vette alpine e immense distese di prati. Dalla Tunnel View, prospiciente la Yosemite Valley che raggiunge Mammoth Lakes, rinomata località sciistica californiana, attraverso il Tioga Pass*, è possibile apprezzare l’autentica bellezza dei suoi paesaggi da cartolina.

* Nel caso in cui il Tioga Pass non fosse accessibile per chiusura invernale (ma può verificarsi anche nei mesi di Maggio e Giugno) sarà allora previsto il pernottamento a Bakersfield anziché a Mammoth Lakes.

4° giorno: Mammoth Lakes - Death Valley - Las Vegas (596 km)

Prima colazione in hotel. Si viaggerà attraverso la Death Valley* fino a Las Vegas. La Death Valley, con il suo paesaggio lunare, è costituita da diverse aree desertiche ognuna con una propria caratteristica ambientale per cui si potranno ammirare i più variegati paesaggi: dune di sabbia, distese di sale, badlands, vallate, canyons e montagne. Al termine della visita del Parco ci si metterà in strada per Las Vegas dove sarete letteralmente catapultati in un altro mondo fatto di luci scintillanti e dalle molte attrazioni. Godetevi una serata partecipando ad uno dei migliori spettacoli dal vivo oppure tentando la fortuna a un tavolo di black jack nei tanti casinos, oppure trascorrendo una serata danzante e molto altro ancora.

* Nel caso in cui la temperatura superasse i 110°F (43°C) per ragioni di sicurezza non sarà possibile percorrere la Death Valley per cui sarà valutata una strada alternativa per raggiungere Las Vegas.

5° giorno: Las Vegas - Zion N. P. - Bryce Canyon N. P. (428 km)

Prima colazione. Lasciandosi Las Vegas alle spalle il tour continua per lo Utah e il Parco Nazionale di Zion costituito dalle rocce rosse della terra dei Navajo. Le sue attuali pareti scoscese sono il risultato delle erosioni avvenute in milioni di anni sotto la forza dell’acqua; ammassi rocciosi che con la loro altezza sembra che arrivino a toccare il paradiso. A queste aree appartiene anche la diramazione Nord del Virgin River il cui percorso s’insinua nei suoi magnifici dedali. Da qualsiasi punto lo si guardi, lungo la Zion Scenic Drive, il Parco è motivo di stupore e meraviglia: il Great Arch of Zion, Court of the Patriarchs, Great White Throne e Angels Landing sono alcuni di questi impressionanti siti. Continuazione per Bryce Canyon National Park dove si trova la più alta concentrazione di rocce dai colori più variegati al mondo. Quel che salta agli occhi è la caratteristica forma delle sue guglie chiamate in gergo “Hoodoos”. Le varianti di colore di queste rocce si attribuiscono alle componenti di ossido di ferro che conferisce il colore rosso; il giallo e il marrone per le formazioni calcaree; mentre l’ossido di manganese per le tonalità lilla. I momenti migliori per apprezzarne le diverse sfumature sono quelli dell’alba e del tramonto. Percorrendone la strada panoramica ci si fermerà per una vista dall’alto di queste magnifiche rocce. Proseguimento per Bryce per il pernottamento.

6° giorno: Bryce Canyon - Salt Lake City - Layton (495 km)

Prima colazione in hotel. Puntando a nord l’itinerario procede verso la località di Provo; pranzo lungo la via e continuazione quindi per la destinazione finale della tappa: Salt Lake City, la città più popolosa dello Utah nonché sua capitale. La città venne fondata nel 1847 dal leader Mormone dell’epoca, Brigham Young, il quale fondò una fattoria nell’arida valle del Grande Lago Salato nonché la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (o Chiesa Mormone). Qui vi si trova la famigerata Temple Square, uno dei luoghi più conosciuti dello Utah. La piazza mantiene il suo fascino non solo per la bellezza delle sue attrattive di cui fanno parte quindi il Tempio con l’annessa Cappella, il Tabernacolo e la famosa Family History Library, ma la presenza di oltre 20 siti che sviluppandosi dal centro città raccontano la storia e la genealogia dei pionieri di questa comunità religiosa. Continuazione per Layton per il pernottamento.

7° giorno: Layton - Yellowstone N. P. (550 km)

Prima colazione. L’itinerario prosegue oggi sino a raggiungere lo Yellowstone National Park, il primo Parco Nazionale d’America. Si visiteranno al suo interno alcuni dei siti geotermici più famosi tra cui si annoverano: sorgenti di acqua calda, getti di vapore, ribollenti pozze di fango e i rinomati geysers che ne testimoniano le origini vulcaniche. Naturalmente è immancabile la visita a “Old Faithful” che ne rappresenta al sua attrattiva maggiore. Trattasi di un geyser che erutta il suo potente gettito di vapore fino a raggiungere i 22 metri di altezza con intervalli di circa 30 minuti tra un’eruzione e l’altra. All’interno del Parco sono previsti due pernottamenti.

8° giorno: Yellowstone N. P.

Prima colazione. Intera giornata dedicata alla visita del Parco Nazionale di Yellowstone, uno dei più belli degli Stati Uniti. Il Parco si estende su di una vasta area che misura ben 8.983 km e comprende laghi, canyons, fiumi e montagne. Percorrendone la strada al suo interno immancabili sono il Grand Canyon di Yellowstone, l’omonimo Lago e la Hayden Valley. In aggiunta a questi spettacolari paesaggi naturali costituisce un elemento sorprendente la presenza di una ricca fauna selvatica che abbonda in popolazione e specie. Questo fenomeno è dovuto essenzialmente a due fattori: all’estensione del parco e non di meno alla sua ubicazione in un aera remota consentendo agli animali di circolare liberamente. Tra questi le specie più note sono alci e soprattutto bisonti.

9° giorno: Yellowstone - Grand Teton - Rock Springs (340 km)

Prima colazione in hotel. Dopo un ultimo sguardo a Yellowstone si continua verso il Gran Teton National Park con vista spettacolare sul comprensorio montuoso del Teton. Il picco più imponente è rappresentato dalle Grand Teton Mountains che si elevano per ben 13,770 metri sulla valle. Il parco rappresenta uno dei posti più spettacolari di tutta l’America e occupa la maggiore superficie della stessa valle di Jackson Hole. Al suo interno accoglie impressionanti montagne, ampi laghi e una ricca fauna selvatica. Nel pomeriggio quindi arrivo a Jackson per una visita prima di proseguire per Rock Springs per il pernottamento.

10° giorno: Rock Springs - Arches N.P. - Moab (550 km)

Prima colazione in hotel. Quest’oggi attraversando lo stato dello Utah si raggiungerà il famoso Arches National Park che contiene la più alta concentrazione di archi di pietra naturale, ne conta infatti più di 2000 che si distribuiscono sui suoi oltre 76000 acri di superficie. Il Parco conserva inoltre altre sorprendenti formazioni geologiche come: rocce a forma di pinne; rocce che mantenendo un equilibrio perfetto danno l’idea di essere sospese e vengono dette per questo “balanced rocks”; altissimi pinnacoli e guglie che sovrastano i visitatori durante l’esplorazione del parco. L’arco più famoso è senza dubbio il “Delicate” visibile soltanto attraverso un percorso a piedi. Durante il percorso ritenetevi fortunati se riuscirete a vedere una pecora delle Montagne Rocciose, anche se normalmente questi abitanti tendono a mimetizzarsi con l’ambiente circostante. Quindi proseguimento per Moab per il pernottamento.

11° giorno: Moab - Monument Valley - Page (430 km)

Prima colazione in hotel. Quest’oggi si visiterà la Monument Valley, culla della cultura degli indiani Navajo e scenario di numerosi film western. Blocchi di arenaria rossa dalle tipiche forme punteggiano il paesaggio. Sarà curioso sapere che le rocce data la loro conformazione hanno ispirato personaggi famosi nell’ attribuire loro un identità chiamandole per nome: si noteranno, ad esempio, le “Tre Sorelle” (Three Sisters) o quella a forma di “Pollice” (The Thumb) o a sagoma d “Elefante” (Elephant Butte) e tante altre ancora. Al termine continuazione per Page per il pernottamento.

12° giorno: Page - Grand Canyon (170 km)

Prima colazione in hotel. L’ itinerario oggi prende la via verso il versante meridionale del Grand Canyon con una sosta prima al Trading Post. Il Grand Canyon è ritenuto una delle sette meraviglie naturali del mondo con il suo imponente paesaggio e viste spettacolari. Si tratta di una ripida e profondissima gola scolpita in oltre 6 milioni di anni dal corso del fiume Colorado. La varietà di colori e quella paesaggistica comprendono anche cascate, piscine naturali e lo stesso Fiume Colorado.

13° giorno: Grand Canyon - Sedona - Phoenix - Scottsdale (395 km)

Prima colazione in hotel. Stamane si attraversa l’Oak Creek Canyon per giungere a Sedona. Oak Creek Canyon è una magnifica e stretta vallata lunga circa 20 km da cui sgorgano ruscelli e cascate che insinuandosi tra le vermiglie pareti rocciose di Sedona creano vivaci contrasti di colore. Dopo pranzo continuazione per Phoenix/Scottsdale per un arrivo nel pomeriggio e per avere del tempo a disposizione.

14° giorno: Scottsdale - Los Angeles (644 km)

Prima colazione in hotel. Oggi il tour punta a ovest attraverso il panoramico paesaggio desertico fino a raggiungere Los Angeles.

15° giorno: Los Angeles

Prima colazione in hotel. Mattinata dedicate alla visita della città di Los Angeles. Si toccheranno i punti più nevralgici tra cui: Hollywood; la Walk of Fame, Grumman’s Chinese Theatre e Beverly Hills che comprende la più famosa via dello shopping al mondo, Rodeo Drive! Aguzzate la vista e tenete pronta la macchina fotografica in quanto non sarà poi così strano che vi capiti d’incontrare un personaggio dello star system. Altri punti che si visiteranno sono Olvera Street e Century City. Arrivo in hotel e fine del tour. Pomeriggio a disposizione.

16° giorno: Los Angeles - Italia

Prima colazione in hotel. In giornata trasferimento libero in aeroporto con la navetta-shuttle dell’hotel. Partenza con volo di linea per l’Italia (non incluso, da quotare a parte).

17° giorno: Italia

Arrivo in Italia e termine del viaggio.

Informazioni sul viaggio:

Attenzione – Per tutte le partenze dal 01 aprile 2020 al 31 ottobre 2020
Tutti gli itinerari potrebbero subire delle variazioni dovute a condizioni atmosferiche avverse, lavori stradali o altro. Sarà nostra premura, laddove possibile, informavi di tali variazioni prima della partenza. Alcuni servizi forniti nel corso del tour potrebbero variare per motivi di diversa natura, in tal caso cercheremo comunque di rispettare lo stesso livello dei servizi previsti.

Death Valley – Per tutte le partenze dal 01 aprile 2020 al 31 ottobre 2020
Nel caso in cui le temperature estive della Death Valley superassero i 100° fahrenheit verrà percorsa una via alternativa per raggiungere Las Vegas.

Hotel di partenza 2020 – Per tutte le partenze dal 01 aprile 2020 al 31 ottobre 2020
THE PARK CENTRAL SAN FRANCISCO
50 Third Street, San Francisco,CA 94103 – tel. (415) 974.8820
distanza dall’aeroporto: circa 20 km

Hotel fine tour 2020 – Per tutte le partenze dal 01 aprile 2020 al 31 ottobre 2020
HILTON LOS ANGELES AIRPORT
5711 West Century Blvd, Los Angeles,CA 90045 – tel. (310) 410.4000
distanza dall’aeroporto: circa 1 km

Il Passo di Tioga – Per tutte le partenze dal 01 aprile 2020 al 31 ottobre 2020
*A causa della probabile chiusura del Tioga Pass (maggio/giugno) l’itinerario potrebbe subire la seguente variazione di percorso: anzichè Mammoth Lakes/Yosemite le tappe previste saranno Sequoia Nat. Park/Grand Grove, con pernottamento finale a Bakersfield.

Ricordate che – Per tutte le partenze dal 01 aprile 2020 al 31 ottobre 2020
Nel corso del viaggio sarà possibile prenotare escursioni facoltative tramite gli accompagnatori le quali saranno saldate direttamente in loco. E’ importante sapere prima di prenotare, che in America è diffusissimo il FAMILY PLAN: questa non è altro che la sistemazione riservata ai ragazzi dagli 8 ai 16 anni (compiuti), che dividono i letti preesistenti, in camera con i genitori. Per agevolare economicamente le famiglie, abbiamo calcolato per ogni tour la quota del family plan: richiedetele al momento della prenotazione.

  • le sistemazioni:
    • San Francisco: The Park Central San Francisco
    • Mammoth Lakes: Sierra Nevada Lodge
    • Las Vegas: Luxor Hotel
    • Bryce Canyon: Best Western Ruby’s Inn
    • Layton: Hampton Inn Layton
    • Yellowstone: Grant Village Lodge
    • Rock Springs: Holiday Inn Rock Springs
    • Moab: Hotel Moab Downtown
    • Page: Quality Inn Lake Powell
    • Grand Canyon: Grand Canyon Plaza Hotel
    • Scottsdale: Embassy Suites
    • Los Angeles: Holiday Inn Los Angeles Airport

     

    N.B. Le sistemazioni previste potrebbero essere sostituite con altre similari di pari categoria

Approfondimenti sul Paese:

Vuoi maggiori informazioni sugli Stati Uniti? Clicca qui

Prezzi e date:

17 giorni – 15 notti
Viaggio di gruppo con guida in italiano

Quote per persona “a partire da”, voli NON inclusi *

partenze in doppia in singola in tripla in quadrupla
05 giugno 2021 € 3.243 € 4.648 € 2.892 € 2.646
03 luglio € 3.243 € 4.648 € 2.892 € 2.646
07 agosto € 3.243 € 4.648 € 2.892 € 2.646
14 agosto € 3.243 € 4.648 € 2.892 € 2.646
04 settembre € 3.243 € 4.648 € 2.892 € 2.646

* NOTE:
– I prezzi sono da intendersi “indicativi”, si prega di contattarci per verificarne l’aggiornamento e la disponibilità.
– VOLI: verranno quotati alle migliori tariffe disponibili al momento della prenotazione

Quota fissa bambini fino a 16 anni non compiuti: € 1.756 valida a condizione che utilizzino i letti preesistenti, in camera con i genitori

Quota individuale di gestione pratica: € 95 per persona

Assicurazione annullamento e medico-bagaglio: da quotarsi in base al costo totale del viaggio

La quota comprende:

  • 15 Pernottamenti in alberghi di prima categoria
  • 15 colazioni (americane o continentali a seconda dell’hotel)
  • Trasferimento in partenza a Los Angeles (free hotel-shuttle)
  • Visita della città di San Francisco e Los Angeles
  • Ingressi ai Parchi Nazionali
  • Pullman con aria condizionata per tutta la durata del tour
  • Guida in italiano
  • Facchinaggio in hotel (solo San Francisco)

La quota non comprende:

  • Voli e relative tasse aeroportuali
  • Trasferimenti in arrivo a San Francisco
  • Facchinaggio negli hotel, mance ed extra in genere
  • Pasti e bevande non indicati in programma
  • Assicurazione annullamento-medico-bagaglio
  • Quota individuale di gestione pratica
  • Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”

Formalità d'ingresso:

STATI UNITI: Informazioni utili
Scopri di più
STATI UNITI: Informazioni utili

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L’INGRESSO NEL PAESE:

Per informazioni aggiornate, suggeriamo di consultare il sito VIAGGIARE SICURI

Passaporto: necessario, con data di scadenza successiva alla data prevista per il rientro in Italia.

Visa Waiver Program
Il programma Visa Waiwer Programme consente a cittadini di 38 Paesi, tra cui l’Italia (cfr. https://www.dhs.gov/visa-waiver-program-requirements), di entrare negli Stati Uniti per motivi di affari e/o turismo per soggiorni non superiori a 90 giorni senza dover richiedere un visto d’ingresso. Per tutte le altre finalita’, e’ invece necessario richiedere il visto d’ingresso (cfr. infra).
Per entrare negli Stati Uniti nell’ambito del programma “Viaggio senza Visto” (Visa Waiver Program – VWP) è necessario ottenere un’autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization – ESTA). L’autorizzazione, che ha durata di due anni, o fino a scadenza del passaporto, va ottenuta prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta verso gli Stati Uniti accedendo, almeno 72 ore prima della partenza, tramite Internet al sito https://esta.cbp.dhs.gov. Il Programma ESTA ha subito alcune importanti modifiche a seguito dell’approvazione da parte del Congresso americano del ”Visa Waiver Program Improvement and Terrorist Travel Prevention Act of 2015” (dicembre 2015), una legge che comporta nuove condizioni per chi intende viaggiare verso gli Stati Uniti in esenzione da visto.
Si sintetizzano qui di seguito le misure di attuazione della nuova normativa, raccomandando anche a chi ha un ESTA in corso di validità di controllare attentamente, prima della partenza, i siti web delle Sedi diplomatiche e consolari statunitensi per verificare la sussistenza della possibilità di essere ammessi negli USA senza visto.
In particolare, la normativa attuale prevede che
– dal 21 gennaio 2016, i cittadini di Paesi VWP (inclusa quindi l’Italia) che siano anche cittadini di Iran, Iraq, Siria e Sudan per poter entrare negli Stati Uniti dovranno munirsi di regolare visto d’ingresso;
– dal 18 febbraio 2016 le restrizioni si applicano anche per gli individui che si sono recati, dal 1 marzo 2011 in poi,  in uno dei seguenti Paesi: Iran, Iraq, Libia, Siria, Somalia, Sudan e Yemen.
I funzionari di governo (”full-time”) e il personale militare di Paesi del VWP recatisi nei suindicati Stati per ragioni di servizio sono esclusi da tale restrizione.
Le autorità USA possono peraltro concedere eventuali ”eccezioni” a tali restrizioni (valutando ”on a case by case basis”) per i richiedenti ESTA che rientrino in una delle seguenti categorie di viaggiatori:
1) Persone che hanno viaggiato in Iran, Iraq, Sudan o Siria
– per conto di ”international, regional, or sub-national organization on official duty”;
– per conto di  ”humanitarian NGO on official duty”;
– in qualità di giornalista ”for reporting purposes”.
2) Persone che hanno viaggiato in Iran ”for legitimate business-related purposes” a seguito della conclusione del ”Joint Comprehensive Plan of Action” con l’Iran del 14 luglio 2015.
3) Persone che hanno viaggiato in Iraq ”for legitimate business-related purposes”.
4) Persone che hanno viaggiato in Iraq, Siria, Iran, Sudan, Libia, Somalia, or Yemen che mantengono “current Global Entry program membership”.
In tali casi, è fondamentale presentare alle Autorità USA tutti i documenti in grado di provare l’appartenenza ad una delle categorie indicate.
In tutti i casi dubbi, si raccomanda di contattare sempre le Autorità USA in Italia (Ambasciata e/o Consolati) e/o procedere alla richiesta del visto.
Per usufruire del programma “Visa Waiver Program” è necessario:
– essere in possesso di un  passaporto elettronico. Dal 1° aprile 2016, per poter entrare nel territorio degli Stati Uniti in regime di esenzione del visto (attraverso l’ESTA), è introdotto il requisito obbligatorio del possesso di un passaporto elettronico contenente i dati biografici e biometrici del titolare. Si intende per “passaporto elettronico” il libretto dotato di microprocessore);
– viaggiare esclusivamente per affari e/o per turismo. Va tenuto ben presente che il soggiorno negli Stati Uniti sulla base di un ESTA non dà alcun titolo a svolgere attività remunerate, anche saltuarie (per cui occorrono specifici visti);
– rimanere negli Stati Uniti non più di 90 giorni. La permanenza nel Paese oltre i 90 giorni può compromettere la possibilità di usare nuovamente il programma Visa Waiver. Si attira l’attenzione sul rigore con cui viene applicata la normativa vigente: anche pochi giorni di “Overstay” (permanenza in territorio statunitense oltre il consentito) possono comportare l’intervento delle Autorità americane che può arrivare sino alla detenzione anche per periodi prolungati e/o compromettere la possibilità di futuri ingressi nel Paese. A seguito di recenti casi, si segnala infine una particolare severità delle autorità lungo il confine terrestre tra lo Stato di Washington e il Canada e tra il Messico e gli Stati della California e del Texas.
– possedere un biglietto di ritorno.
In mancanza anche di uno dei suddetti requisiti, è necessario richiedere il visto presso l’Ambasciata o il Consolato USA presenti in Italia.
Le risposte che verranno fornite dal sistema “ESTA” potranno essere di tre tipi:
1)“Authorisation Approved”, nel caso di concessione dell’autorizzazione. L’autorizzazione sarà valida per due anni o fino a quando il passaporto del viaggiatore non scade e consentirà la possibilità di effettuare più viaggi negli Stati Uniti senza che per ognuno di essi sia necessaria una nuova registrazione on-line ed una conseguente nuova autorizzazione;
2) Travel not Authorized”, nel caso di diniego dell’autorizzazione. In tal caso occorrerà rivolgersi al Consolato americano per richiedere il visto.
3) “Authorization Pending”, nel caso in cui siano necessarie ulteriori informazioni ai fini del rilascio dell’autorizzazione.
L’“ESTA” (come già avviene attualmente in base al “Visa Waiver Program”) non garantirà un’automatica ammissione in territorio americano che sarà lasciata alla discrezionalità delle competenti Autorità doganali e di frontiera.
Al fine di facilitare il processo di valutazione dei dati forniti con la registrazione, si consiglia di compilare il modulo ESTA con ampio anticipo.
Per maggiori informazioni riguardo il programma “ESTA” si consiglia di consultare direttamente il sito internet: www.cbp.gov./travel.
A complemento del programma di Sicurezza ESTA, un’ulteriore procedura è entrata in vigore dal 6 settembre 2010 denominata “Secure Flight Program”. Tale programma, sviluppato dall’Autorità statunitense TSA (Transportation Security Administration), si applica a tutti i passeggeri che viaggiano da/per e all’interno degli Stati Uniti.
Il Secure Flight Program richiede che una serie di informazioni (cognome e nome, data di nascita, genere maschile o femminile) siano fornite per tutti i passeggeri che prenotano e acquistano biglietti per viaggi da/per o all’interno degli USA.
Informazioni complete e dettagliate su quanto è richiesto al passeggero sono reperibili consultando il sito: www.tsa.gov, o attraverso la compagnia aerea utilizzata o il proprio agente di viaggio.

Viaggi all’estero di minori
si prega di consultare l’approfondimento presente sul sito: Documenti di viaggio – Documenti per viaggi all’estero di minori.

Visto d’ingresso
In mancanza anche di uno solo dei requisiti necessari per usufruire del “Viaggio senza Visto” è necessario richiedere il visto presso l’Ambasciata o il Consolato USA presenti in Italia.
Tutti i cittadini italiani che entrano nel Paese, in esenzione di visto “Visa Waiver Program” o con visto USA di una delle seguenti categorie:
–  B1/B2 affari o turismo per periodi di permanenza superiori ai 90 giorni o per sanare precedenti situazioni irregolari;
– F/M/J/Q -studenti, studiosi, ricercatori, scienziati, anche in ambito di scambi culturali;
– H/L/O/P- lavoratori temporanei;
– C1- in transito verso paesi terzi;
– C1/D -equipaggi d’aerei o navi;
– R- (religiosi);
– I – (giornalisti);
– E – (operatori economici e commerciali)
sono soggetti nell’ambito del programma “US-VISIT” all’acquisizione delle impronte digitali (indice sinistro e destro) e della fotografia digitale all’arrivo alle frontiere americane.