STATI UNITI

SouthWestern America

12 giorni - 10 notti / viaggio di gruppo
Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci per maggiori informazioni oppure chiederci di prepararti un preventivo: i nostri Consulenti sono a tua disposizione …

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Obbligatorio e indirizzo email valido
Campo obbligatorio
Vuoi maggiori
informazioni?

Il Viaggio

Le principali città dell’ovest e l’atmosfera tipicamente “western” del southwest americano vi lasceranno un ricordo indelebile di questo viaggio. Tour dedicato a chi vorrà farsi piacevolmente guidare per la prima volta lungo le strade del continente americano, ma anche a chi già conosce gli USA e desidera approfondirne gli aspetti più suggestivi. In poche parole, pensato in ogni dettaglio per chi desidera viaggiare, non solo percorrere chilometri …!

Luoghi visitati: San Francisco, Tulare, Las Vegas, Bryce Canyon, Moab, Page, Williams, Palm Springs, Los Angeles

Programma di viaggio

1° giorno: Italia - San Francisco

Partenza dall’Italia con volo di linea (non incluso, da quotare a parte) per San Francisco. Arrivo a San Francisco e trasferimento libero in hotel. Sarà un giorno a disposizione per girare in autonomia la città di San Francisco, una delle più belle e ospitali degli Stati Uniti. Le vie del centro, dalle incredibili e caratteristiche pendenze, permettono di godere di suggestive vedute della città, della sua baia e dei dintorni. E’ una vibrante città culturale e multietnica motivo per cui è ritenuta il “gioiello” della costa Californiana. Simboli indiscussi ne sono gli storici “cable cars” e le case in stile Vittoriano. E’ curioso sapere che la “Chinatown” di San Francisco è la più grande al di fuori del territorio della Cina. Pernottamento.

2° giorno: San Francisco

Prima colazione in hotel. In mattinata giro città con guida parlante italiano. La visita include tra i punti salienti: il Civic Center, Japan Town, St. Mary’s Cathedral, Twin Peaks, il Golden Gate Bridge e, naturalmente, il Fisherman’s Wharf, ritenuto uno dei luoghi più popolari. Si tratta di una via costiera ricca di ristoranti specializzati nei menu a base di pesce, negozi tipici e belle vedute sull’oceano. Da qui è anche possibile scorgere la tristemente famosa isola di Alcatraz. A fine tour, il resto della giornata è a disposizione per un giro in autonomia o per prendere parte a una delle escursioni opzionali proposte. Cena libera.

3° giorno: San Francisco - Yosemite National Park - Tulare (560 km)

Prima colazione in hotel. In mattinata incontro nella hall con la guida e partenza alla volta del meraviglioso Parco Nazionale di Yosemite percorrendo una via panoramica. Il Parco Nazionale al suo interno ospita anche la Yosemite Valley insieme alla quale costituisce una delle più vaste aree conosciute con varietà di flora e di fauna. La scoperta del parco rivela la presenza di cascate, di cui rinomate sono soprattutto le Bridalveil Falls, picchi alpini, pareti rocciose, ghiacciai e i monoliti granitici di El Captain e Half Dome. Si prosegue quindi per Tulare dove è previsto il pernottamento.

4° giorno: Tulare - Death Valley - Las Vegas (700 km)

Prima colazione in hotel. In mattinata il paesaggio cambia radicalmente, si passa dalle montagne al deserto, e si arriva infine alla Death Valley** caratterizzata da spettacolari paesaggi lunari. La Death Valley è una vasta area desertica dove alle dune di sabbia si affiancano anche cime innevate e formazioni rocciose dai vari colori. E’una delle più grandi aree desertiche della terra e, tra i Parchi americani, quello che raggiunge le più elevate temperature (in estate si arriva anche ai 56.6°C). Sorprendentemente le poche precipitazioni all’anno servono comunque al mantenimento di più di 900 specie tra animali e piante. Sosta breve per una veduta spettacolare delle Panamint Mountains e delle Dune di Sabbia e di seguito stop a Furnace Creek. Il tour prosegue quindi per l’eccitante Las Vegas, la città più dinamica e spettacolare della terra nonché capitale del gioco d’azzardo. Qui vi si trovano i maggiori hotels che costituiscono essi stessi un’attrazione per i 37 milioni di visitatori che ogni anno la visitano.

** Nel caso in cui le temperature estive della Death Valley superassero i 43°C (110°F), verrà percorsa una via alternativa per raggiungere Las Vegas.

5° giorno: Las Vegas - Red Canyon - Bryce Canyon (428 km)

Prima colazione. Lasciata alle spalle la scintillante Las Vegas si prosegue verso lo Utah per giungere al Bryce Canyon conosciuto per le particolari colorazioni e formazioni delle sue rocce. Quest’ultime forgiate dall’erosione hanno dato luogo a stravaganti formazioni di cui la più caratteristica è quella dei pinnacoli soprannominati in gergo “hoodoos”. Una camminata all’interno del canyon permetterà di esplorarne le bellezze ad una distanza ravvicinata. L’ossido di ferro conferisce alle formazioni colorazioni che vanno dal rosso al giallo fino al marrone mentre l’ossido di manganese attribuisce sfumature di color lavanda. Le fasi di alba e tramonto sono i momenti migliori in cui i colori sono particolarmente intensi. Osservare il cielo stellato in una notte limpida è assolutamente un’occasione da non perdere.

6° giorno: Bryce Canyon - Capitol Reef - Dead Horse Point - Moab (540 km)

Prima colazione. Il tour prosegue verso Capitol Reef National Park noto sia per le sue vivide formazioni che per le aree destinate alla coltura dei numerosi frutteti. Dopo aver percorso una strada panoramica sosta per il pic-nic (pranzo al sacco). Nel pomeriggio visita del Dead Horse Point con spettacolari vedute di Canyonlands. Continuazione per Moab per il pernottamento.

7° giorno: Moab - Monument Valley - Horseshoe Bend - Page (440 km)

Prima colazione in hotel. Oggi si visiterà la splendida Monument Valley, i cui scenari sono stati spesso set cinematografici. Si prosegue in direzione del Lake Powell dove è prevista la visita dell’Horseshoe Bend, un magnifico monolito di arenaria creato dall’erosione del fiume Colorado. Si raggiunge infine la cittadina di Page per il pernottamento.

8° giorno: Page - Grand Canyon - Williams (310 km)

Prima colazione in hotel. In viaggio verso il Grand Canyon facciamo una sosta al Cameron Trading Post dove è possibile acquistare prodotti locali dell’artigianato indiano. Il tour continua verso il South Rim del Grand Canyon per una visita a Desert View, Mather Point, Yavapai e Barught Angel Lodge. Il Grand Canyon è una delle sette meraviglie naturali del mondo e offre panorami spettacolari, maestose formazioni rocciose ed esperienze da assaporare per tutta la vita. Si prosegue infine per la cittadina di Williams per il pernottamento.

9° giorno: Williams - Seligman - Palm Springs (580 km)

Prima colazione. Oggi prendiamo una strada panoramica lungo l’iconica Route 66. Conosciuta come la “Mother Road”, è la prima autostrada che collega le coste est e ovest. Ci fermeremo alla stravagante Seligman, la città natale della storica Route 66, famosa per il suo carattere “vintage” e “street art”. E’ prevista inoltre una sosta a Lake Havasu, sul fiume Colorado prima di continuare e giungere attraverso il deserto a Palm Springs. La località turistica situata all’ombra del San Jacinto Peak è sede del Palm Springs Aerial Tramway, la più grande funivia del mondo. Oltre due miglia e mezzo di lunghezza, con una vista unica. Pernottamento.

10° giorno: Palm Springs - Los Angeles (180 km)

Prima colazione in hotel. Rientro oggi a Los Angeles dove è previsto il giro città. Si vedranno tra le altre il Teatro Cinese, Beverly Hills, Rodeo Drive.

11° giorno: Los Angeles

Prima colazione in hotel. Trasferimento tramite hotel-shuttle in aeroporto in tempo utile per le operazioni di imbarco sul volo di rientro in Italia (non incluso nelle quote).

12° giorno: Italia

Arrivo in Italia e termine del viaggio.

Informazioni sul viaggio:

Attenzione – Per tutte le partenze dal 01 aprile 2021 al 31 ottobre 2021
Tutti gli itinerari potrebbero subire delle variazioni dovute a condizioni atmosferiche avverse, lavori stradali o altro. Sarà nostra premura, laddove possibile, informavi di tali variazioni prima della partenza. Alcuni servizi forniti nel corso del tour potrebbero variare per motivi di diversa natura, in tal caso cercheremo comunque di rispettare lo stesso livello dei servizi previsti. Per garantire le partenze dei tour è necessario raggiungere un numero minimo di partecipanti richiesto dal nostro fornitore di servizi.
In caso di mancato raggiungimento ci riserviamo il diritto di cancellare la partenza, informandone i clienti almeno 30 giorni prima, proponendo comunque una soluzione alternativa.

Death Valley – Per tutte le partenze dal 01 aprile 2021 al 31 ottobre 2021
Nel caso in cui le temperature estive della Death Valley superassero i 110° fahrenheit verrà percorsa una via alternativa per raggiungere Las Vegas.

Hotel di partenza 2021:
– per la partenza del 05 agosto 2021:
BEI HOTEL SAN FRANCISCO
50 8th St, San Francisco, CA 94103 – Tel: (415) 626-6103
distanza dall’aeroporto: circa 18 km

– per tutte le altre partenze 2021:

THE PARK CENTRAL SAN FRANCISCO
50 3rd St, San Francisco, CA 94103 – Tel. (415) 974-6400
distanza dall’aeroporto: circa 20 km

Hotel fine tour 2021 – Per tutte le partenze dal 01 aprile 2021 al 31 ottobre 2021
HOLIDAY INN LAX AIRPORT
9901 S La Cienega Blvd, Los Angeles, CA 90045 – Tel. (310) 649-5151
distanza dall’aeroporto: circa 1,5 km – l’hotel dispone di servizio navetta gratuita 24h

Ricordate che – Per tutte le partenze dal 01 aprile 2021 al 31 ottobre 2021
Nel corso del viaggio sarà possibile prenotare escursioni facoltative tramite gli accompagnatori le quali saranno saldate direttamente in loco. E’ importante sapere prima di prenotare, che in America è diffusissimo il FAMILY PLAN: questa non è altro che la sistemazione riservata ai ragazzi dagli 8 ai 16 anni (compiuti), che dividono i letti preesistenti, in camera con i genitori. Per agevolare economicamente le famiglie, abbiamo calcolato per ogni tour la quota del family plan: richiedetele al momento della prenotazione.

  • le sistemazioni:
    • San Francisco: Holiday Inn San Francisco -Golden Gateway
    • Tulare: Best Western Town & Country
    • Las Vegas: OYO Hotel & Casino
    • Bryce Canyon: Bryce View Lodge
    • Moab: Hotel Moab Downtown
    • Page: Quality Inn at Lake Powell
    • Williams: La Quinta Inn & Suites Williams
    • Palm Springs: Palm Mountain Resort & Spa
    • Los Angeles: Holiday Inn Lax Airport

     

    N.B. Le sistemazioni previste potrebbero essere sostituite con altre similari di pari categoria

Approfondimenti sul Paese:

Vuoi maggiori informazioni sugli Stati Uniti? Clicca qui

Prezzi e date:

12 giorni – 10 notti
Viaggio di gruppo con guida in italiano

Quote per persona “a partire da”, voli NON inclusi *

partenze in doppia in singola in tripla in quadrupla
27 maggio 2021 € 1.814 € 2.517 € 1.638 € 1.521
17 giugno € 1.814 € 2.517 € 1.638 € 1.521
01 luglio € 1.814 € 2.517 € 1.638 € 1.521
05 e 12 agosto € 1.814 € 2.517 € 1.638 € 1.521
09 settembre € 1.814 € 2.517 € 1.638 € 1.521

– I prezzi sono da intendersi sempre “indicativi”, si prega di contattarci per verificarne l’aggiornamento e la disponibilità.
– VOLI: verranno quotati alle migliori tariffe disponibili al momento della prenotazione

Quota fissa bambini fino a 16 anni non compiuti: € 1.113 valida a condizione che utilizzino i letti preesistenti, in camera con i genitori

Quota individuale di gestione pratica: € 95 per persona

Assicurazione annullamento e medico-bagaglio: da quotarsi in base al costo totale del viaggio

La quota comprende:

  • 10 Pernottamenti in alberghi di turistica e/o prima categoria
  • Trasferimento in partenza a Los Angeles (hotel-shuttle gratuito)
  • 10 colazioni (americane o continentali a seconda dell’hotel)
  • 1 “box lunch”
  • Visita della città di San Francisco
  • Visite a: Yosemite, Death Valley, Bryce Canyon, Capitol Reef, Dead Horse Point to view Canyonlands, Monument Valley, Grand Canyon
  • Ingressi ai Parchi Nazionali
  • Aerial Tram Palm Springs
  • Pullman con aria condizionata per tutta la durata del tour
  • Guida in lingua italiana

La quota non comprende:

  • Passaggi aerei dall’Italia
  • Tasse aeroportuali
  • Trasferimento in arrivo a San Francisco
  • Pasti e bevande non indicati in programma
  • Mance ed extra in genere
  • Facchinaggio in hotel
  • Assicurazione annullamento-medico-bagaglio
  • Quota individuale di gestione pratica
  • Tutto quanto non espressamente indicato ne “La quota comprende”

Formalità d'ingresso:

STATI UNITI: Informazioni utili
Scopri di più
STATI UNITI: Informazioni utili

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L’INGRESSO NEL PAESE:

Per informazioni aggiornate, suggeriamo di consultare il sito VIAGGIARE SICURI

Passaporto: necessario, con data di scadenza successiva alla data prevista per il rientro in Italia.

Visa Waiver Program
Il programma Visa Waiwer Programme consente a cittadini di 38 Paesi, tra cui l’Italia (cfr. https://www.dhs.gov/visa-waiver-program-requirements), di entrare negli Stati Uniti per motivi di affari e/o turismo per soggiorni non superiori a 90 giorni senza dover richiedere un visto d’ingresso. Per tutte le altre finalita’, e’ invece necessario richiedere il visto d’ingresso (cfr. infra).
Per entrare negli Stati Uniti nell’ambito del programma “Viaggio senza Visto” (Visa Waiver Program – VWP) è necessario ottenere un’autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization – ESTA). L’autorizzazione, che ha durata di due anni, o fino a scadenza del passaporto, va ottenuta prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta verso gli Stati Uniti accedendo, almeno 72 ore prima della partenza, tramite Internet al sito https://esta.cbp.dhs.gov. Il Programma ESTA ha subito alcune importanti modifiche a seguito dell’approvazione da parte del Congresso americano del ”Visa Waiver Program Improvement and Terrorist Travel Prevention Act of 2015” (dicembre 2015), una legge che comporta nuove condizioni per chi intende viaggiare verso gli Stati Uniti in esenzione da visto.
Si sintetizzano qui di seguito le misure di attuazione della nuova normativa, raccomandando anche a chi ha un ESTA in corso di validità di controllare attentamente, prima della partenza, i siti web delle Sedi diplomatiche e consolari statunitensi per verificare la sussistenza della possibilità di essere ammessi negli USA senza visto.
In particolare, la normativa attuale prevede che
– dal 21 gennaio 2016, i cittadini di Paesi VWP (inclusa quindi l’Italia) che siano anche cittadini di Iran, Iraq, Siria e Sudan per poter entrare negli Stati Uniti dovranno munirsi di regolare visto d’ingresso;
– dal 18 febbraio 2016 le restrizioni si applicano anche per gli individui che si sono recati, dal 1 marzo 2011 in poi,  in uno dei seguenti Paesi: Iran, Iraq, Libia, Siria, Somalia, Sudan e Yemen.
I funzionari di governo (”full-time”) e il personale militare di Paesi del VWP recatisi nei suindicati Stati per ragioni di servizio sono esclusi da tale restrizione.
Le autorità USA possono peraltro concedere eventuali ”eccezioni” a tali restrizioni (valutando ”on a case by case basis”) per i richiedenti ESTA che rientrino in una delle seguenti categorie di viaggiatori:
1) Persone che hanno viaggiato in Iran, Iraq, Sudan o Siria
– per conto di ”international, regional, or sub-national organization on official duty”;
– per conto di  ”humanitarian NGO on official duty”;
– in qualità di giornalista ”for reporting purposes”.
2) Persone che hanno viaggiato in Iran ”for legitimate business-related purposes” a seguito della conclusione del ”Joint Comprehensive Plan of Action” con l’Iran del 14 luglio 2015.
3) Persone che hanno viaggiato in Iraq ”for legitimate business-related purposes”.
4) Persone che hanno viaggiato in Iraq, Siria, Iran, Sudan, Libia, Somalia, or Yemen che mantengono “current Global Entry program membership”.
In tali casi, è fondamentale presentare alle Autorità USA tutti i documenti in grado di provare l’appartenenza ad una delle categorie indicate.
In tutti i casi dubbi, si raccomanda di contattare sempre le Autorità USA in Italia (Ambasciata e/o Consolati) e/o procedere alla richiesta del visto.
Per usufruire del programma “Visa Waiver Program” è necessario:
– essere in possesso di un  passaporto elettronico. Dal 1° aprile 2016, per poter entrare nel territorio degli Stati Uniti in regime di esenzione del visto (attraverso l’ESTA), è introdotto il requisito obbligatorio del possesso di un passaporto elettronico contenente i dati biografici e biometrici del titolare. Si intende per “passaporto elettronico” il libretto dotato di microprocessore);
– viaggiare esclusivamente per affari e/o per turismo. Va tenuto ben presente che il soggiorno negli Stati Uniti sulla base di un ESTA non dà alcun titolo a svolgere attività remunerate, anche saltuarie (per cui occorrono specifici visti);
– rimanere negli Stati Uniti non più di 90 giorni. La permanenza nel Paese oltre i 90 giorni può compromettere la possibilità di usare nuovamente il programma Visa Waiver. Si attira l’attenzione sul rigore con cui viene applicata la normativa vigente: anche pochi giorni di “Overstay” (permanenza in territorio statunitense oltre il consentito) possono comportare l’intervento delle Autorità americane che può arrivare sino alla detenzione anche per periodi prolungati e/o compromettere la possibilità di futuri ingressi nel Paese. A seguito di recenti casi, si segnala infine una particolare severità delle autorità lungo il confine terrestre tra lo Stato di Washington e il Canada e tra il Messico e gli Stati della California e del Texas.
– possedere un biglietto di ritorno.
In mancanza anche di uno dei suddetti requisiti, è necessario richiedere il visto presso l’Ambasciata o il Consolato USA presenti in Italia.
Le risposte che verranno fornite dal sistema “ESTA” potranno essere di tre tipi:
1)“Authorisation Approved”, nel caso di concessione dell’autorizzazione. L’autorizzazione sarà valida per due anni o fino a quando il passaporto del viaggiatore non scade e consentirà la possibilità di effettuare più viaggi negli Stati Uniti senza che per ognuno di essi sia necessaria una nuova registrazione on-line ed una conseguente nuova autorizzazione;
2) Travel not Authorized”, nel caso di diniego dell’autorizzazione. In tal caso occorrerà rivolgersi al Consolato americano per richiedere il visto.
3) “Authorization Pending”, nel caso in cui siano necessarie ulteriori informazioni ai fini del rilascio dell’autorizzazione.
L’“ESTA” (come già avviene attualmente in base al “Visa Waiver Program”) non garantirà un’automatica ammissione in territorio americano che sarà lasciata alla discrezionalità delle competenti Autorità doganali e di frontiera.
Al fine di facilitare il processo di valutazione dei dati forniti con la registrazione, si consiglia di compilare il modulo ESTA con ampio anticipo.
Per maggiori informazioni riguardo il programma “ESTA” si consiglia di consultare direttamente il sito internet: www.cbp.gov./travel.
A complemento del programma di Sicurezza ESTA, un’ulteriore procedura è entrata in vigore dal 6 settembre 2010 denominata “Secure Flight Program”. Tale programma, sviluppato dall’Autorità statunitense TSA (Transportation Security Administration), si applica a tutti i passeggeri che viaggiano da/per e all’interno degli Stati Uniti.
Il Secure Flight Program richiede che una serie di informazioni (cognome e nome, data di nascita, genere maschile o femminile) siano fornite per tutti i passeggeri che prenotano e acquistano biglietti per viaggi da/per o all’interno degli USA.
Informazioni complete e dettagliate su quanto è richiesto al passeggero sono reperibili consultando il sito: www.tsa.gov, o attraverso la compagnia aerea utilizzata o il proprio agente di viaggio.

Viaggi all’estero di minori
si prega di consultare l’approfondimento presente sul sito: Documenti di viaggio – Documenti per viaggi all’estero di minori.

Visto d’ingresso
In mancanza anche di uno solo dei requisiti necessari per usufruire del “Viaggio senza Visto” è necessario richiedere il visto presso l’Ambasciata o il Consolato USA presenti in Italia.
Tutti i cittadini italiani che entrano nel Paese, in esenzione di visto “Visa Waiver Program” o con visto USA di una delle seguenti categorie:
–  B1/B2 affari o turismo per periodi di permanenza superiori ai 90 giorni o per sanare precedenti situazioni irregolari;
– F/M/J/Q -studenti, studiosi, ricercatori, scienziati, anche in ambito di scambi culturali;
– H/L/O/P- lavoratori temporanei;
– C1- in transito verso paesi terzi;
– C1/D -equipaggi d’aerei o navi;
– R- (religiosi);
– I – (giornalisti);
– E – (operatori economici e commerciali)
sono soggetti nell’ambito del programma “US-VISIT” all’acquisizione delle impronte digitali (indice sinistro e destro) e della fotografia digitale all’arrivo alle frontiere americane.