TRANSIBERIANA

Da Irkutsk a Vladivostok

8 giorni - 7 notti / viaggio individuale
Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci per maggiori informazioni oppure chiederci di prepararti un preventivo: i nostri Consulenti sono a tua disposizione …

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Obbligatorio e indirizzo email valido
Campo obbligatorio
Vuoi maggiori
informazioni?

Il viaggio

Un modo antico e nuovo, per l’occidentale, di attraversare svariati fusi orari ed un territorio immenso: è la Transiberiana, la ferrovia più grande del mondo che, costruita nel XIX secolo, collega le città più grandi della Siberia e dell’Estremo Oriente con il centro della Russia. La nostra proposta ci porta da Irkutsk, antica città siberiana sulle rive del fiume Angara, alla leggendaria Vladivostok, ultima città di confine della Russia verso l’Oceano Pacifico. L’unico “neo” di questo itinerario potrebbe essere la sistemazione a bordo dei treni, non sempre in linea con lo standard europeo … piccole scomodità che la bellezza dei posti farà dimenticare!

La Transiberiana può essere organizzata in ogni periodo dell’anno, non ci sono partenze prefissate o gruppi da raggiungere, potete decidere di partire quando volete e personalizzare il vostro viaggio insieme a noi! A seguire riportiamo il programma standard, con partenza da Irkutsk ed arrivo a Vladivostok.

Programma di viaggio

1° giorno: Irkutsk-Lago Baikal

Arrivo a Irkutsk in mattinata, colazione e trasferimento al lago Baikal. Le acque del lago sono prese di mira da turisti e bagnanti, specialmente nei mesi estivi. Mai più calde di 14 °C, lasciano filtrare lo sguardo fino a più di 40 m di profondità. Arrivo nel villaggio Listvianka. sosta presso Shaman Rock. Pranzo a base di pesce del lago Baikal. Nel pomeriggio escursione al museo di flora e fauna del Baikal ed alll’acquario del lago. Nel museo una guida si occupera’ di fornire informazioni interessanti sul lago e la sua storia. Passeggiata al mercato del pesce e del souvenir. Cena e pernottamento in hotel.

2° giorno: Irkutsk

Prima colazione in hotel. Giro in barca sul lago Baikal. Trasferimento a Irkutsk. Nel tragitto visita al museo architettura del legno Taltsi siberiano, dove si potranno vedere le “Ostrog”, la scuola del villaggio, le case fatte di legno ed i cortili tipici dei contadini del posto. Arrivo a Irkutsk, pranzo. Visita con guida sul luogo di fondazione di Irkutsk, Spasskaya e le sue chiese gotiche, alla Fiamma eterna dedicata agli eroi ed al monumento dedicato allo zar Alessandro III. IIrkutsk è una città della Russia siberiana centrale, capoluogo dell’Oblast’ di Irkutsk, situata a 5.185 km dalla capitale Mosca. La città è oggi una delle più importanti della Siberia; la sua fondazione risale al 1652, come avamposto commerciale per l’esazione dei tributi (pagati in pellicce) dalle tribù buriate della zona e fu il capoluogo dell’omonimo governatorato. I decenni e i secoli successivi videro il suo sviluppo come centro commerciale; Irkutsk raggiunse una certa prosperità che le portò notevoli migliorie urbanistiche che la portarono ad essere definita “la Parigi della Siberia”. Analogamente a moltissimi insediamenti siberiani, anche Irkutsk ha una grossa componente della popolazione discendente da deportati, prima sotto il regime zarista, poi sotto i bolscevichi. In serata treno per Khabarovsk.

3°-4° giorno: treno

In viaggio, sul treno. Pernottamento a bordo. Seguendo i fiumi Shilka e Amur si costeggia il confine con la Cina. Davanti a noi la Siberia più remota, la terra dei ghiacci eterni. Le enormi distanze e le condizioni climatiche proibitive rendono l’intera regione un ambiente ostile all’insediamento umano. Si raggiunge il punto più orientale del viaggio, sopra Khabarovsk.

5° giorno: Khabarovsk

Arrivo a destinazione nel pomeriggio; trasferimento in hotel e pernottamento.

6° giorno: Khabarovsk / Vladivostok

City tour di Khabarovsk partendo dalle due strade principali Amursky e Ussuriisky. Una delle principali attrazioni naturali di Khabarovsk è il fiume Amur, al suo terrapieno si trova il parco della città, dove gli abitanti del luogo amano passeggiare, incontrarsi e trascorrere le festevita’ locali e, alla fine della strada che costeggia il fiume, si può ammirare il bel ponte sul fiume Amur, particolarmente affascinante di notte. Pranzo. Visita guidata al museo storico Lore. Giro in battello opzionale sul fiume-Amur: Il confine di stato tra la Russia e la Cina si trova lungo la linea mediana dell’Amur e durante l’escursione si osserveranno le due sponde che dividono le due grandi nazioni. In serata trasferimento alla stazione e partenza per Vladivostok.

7° giorno: Vladivostok

Arrivo a Vladivostok nel primo mattino. City tour della Città definita “la porta orientale” situata nell’estremo est della Russia, sulla costa del Mar del Giappone, vicino al confine con la Cina e con la Corea del Nord. È posta nell’estremità meridionale della penisola di Murav’ev-Amurskij. Il punto più alto è il Monte Cholodil’nik, alto 257 m. Il Monte del Nido dell’Aquila è comunemente ritenuto il punto più alto della città, sebbene, con i suoi 199 m  sia il punto più alto dell’area meridionale della città, ma non di tutta Vladivostok. Chek-in in hotel. Giro in barca opzionale sulla Golden Horn Bay. Cena e Pernottamento in hotel.

8° giorno: Vladivostok

Dopo la colazione in hotel, trasferimento in aeroporto e termine dei servizi.
A scelta, si potrà partire con volo di rientro in Italia (non incluso) oppure proseguire il viaggio con ulteriori combinazioni su richiesta.

Informazioni sul viaggio:

– Gli itinerari possono subire variazioni nell’ordine delle soste e delle visite senza peraltro modificarne il numero delle stesse.
– in base agli operativi aerei disponibili all’atto della prenotazione potrebbe rendersi necessaria una notte pre/post tour (non inclusa nelle quote)
–  La lingua ufficiale a bordo è l’inglese, guide locali di lingua inglese e/o italiano per le visite

  • Le sistemazioni:

    Irkutsk: Angara 3* o Ibis 3*
    Listvianka /Lago Baikal: Krestovskaya Pad 3* o Baikal Constellation Wooden Hotel
    Khabarovsk: Verba 3*
    Vladivostok: Primorye 3* o Zhemchuzhina 3*

    Le sistemazioni previste potrebbero essere sostituite con altre similari di pari categoria.

La Transiberiana:

Questo è lo storico treno che percorre la linea transiberiana ” Mosca – Vladivostok “.
Parte a giorni alterni dalla stazione Yaroslavl di Mosca per compiere i 9289 Km in 7 giorni.

  • LE SISTEMAZIONI A BORDO:

    Sono tre le classi di viaggio sui treni della linea transiberiana: la PRIMA CLASSE /SV,
    la SECONDA CLASSE / KUPEYNY O KUPE e la TERZA CLASSE/ PLATSKARTNY.
    La prima classe è formata da scomparti con due posti e relative cuccette, un piccolo armadio ed in alcuni un lavandino.
    La seconda classe invece ha scomparti di 4 posti con due cuccette fisse che fanno da sedile e due sopra reclinabili al momento della nanna. Un consiglio è quello di prendere i posti delle cuccette sopra per evitare i disturbi notturni di quelli che scendono e salgono e si puo’ anche dopo giorni di viaggio preservare il proprio giaciglio da ogni sorta di rifiuti, ecc. ecc. Le cuccette sopra permettono anche una maggiore intimità. Nello scomparto è presente un tavolino reclinabile e lo spazio sufficiente per alzarsi e poco piu’. Sono presenti poi punti luce, prese, sacche per depositarvi cose ecc. La porta si puo’ chiudere dall’interno facilmente. Lo spazio per i bagagli non è molto, considerate che siete in quattro, comunque uno zaino grande si stà tranquillamente.
    La terza classe è formata da carrozze aperte, prive di scompartimenti, con cuccette che sono allo stesso tempo tavoli e letti. Decisamente per i viaggiatori piu’ avventurieri per la mancanza totale di privacy. La prima e la seconda classe sono comunicanti nel senso che si puo’ andare da una all’altra, la terza classe invece è isolata e non comunicante con la seconda.

    In ogni vagone sono presenti due bagni alle estremità, con lavandino e water, non è presente la doccia. Inoltre è presente il ” Samovar ” russo per avere sempre acqua calda, per il te’, pasta precotta ecc.ecc. Per poco piu’ di un euro si puo’ avere un lenzuolo e una federa da mettere sul materassino e cuscino fornito gentilmente dalle Ferrovie Russe. Ci sono delle coperte ma con il sacco a pelo si risolve il problema. I finestrini sono chiusi e c’è l’aria condizionata.

    Il re del vagone è il ” PROVODNIK ” o la ” PROVODNITSA ” cioè il conduttore o conduttrice del vagone. E’ presente in ogni vagone, e pulisce, ordina, controlla chi sale e scende, ti informa di qualsiasi cosa. Sono persone molto gentili che ovviamente fanno qualsiasi cosa per una piccola mancia. Il conduttore ma forse è meglio dire il ” controllore ” perchè sembra un po’ poliziotto, è molto importante durante le soste diurne e notturne in quanto si piazza davanti alla porta e controlla gli accessi oppure durante le soste lunghe la chiude impedendo ad estranei di entrare nel vagone.
    Al centro di ogni vagone è presente un orologio e un tabulato con tutte le tappe e i minuti di sosta in ogni stazione. Le soste vanno da pochi minuti fino a 40. Fate attenzione all’orario il treno non aspetta. Piu’ volte si e rischiato di lasciare a terra qualcuno, ovviamente turisti, tra le risate generali dei Russi. Il segnale di partenza è una flebile campanella, che ben presto impari a conoscere. Quando scendete chiedete sempre al Provodnik la durata della sosta. L’orologio riporta l’ora della stazione di partenza e cioè MOSCA, immaginate dopo qualche giorno la confusione degli orari: portatevi due orologi.

  • IL RISTORANTE:

    Sul treno è presente un vagone ristorante tra la seconda e la prima classe, molto accogliente ma con poca varietà.

  • INFORMAZIONI PRATICHE:

    Il re del vagone è il ” PROVODNIK ” o la ” PROVODNITSA ” cioè il conduttore o conduttrice del vagone. E’ presente in ogni vagone, e pulisce, ordina, controlla chi sale e scende, ti informa di qualsiasi cosa. Sono persone molto gentili che ovviamente fanno qualsiasi cosa per una piccola mancia. Il conduttore ma forse è meglio dire il ” controllore ” perché sembra un po’ poliziotto, è molto importante durante le soste diurne e notturne in quanto si piazza davanti alla porta e controlla gli accessi oppure durante le soste lunghe la chiude impedendo ad estranei di entrare nel vagone.
    Al centro di ogni vagone è presente un orologio e un tabulato con tutte le tappe e i minuti di sosta in ogni stazione. Le soste vanno da pochi minuti fino a 40. Fate attenzione all’orario il treno non aspetta. Piu’ volte si e rischiato di lasciare a terra qualcuno, ovviamente turisti, tra le risate generali dei Russi. Il segnale di partenza è una flebile campanella, che ben presto impari a conoscere. Quando scendete chiedete sempre al Provodnik la durata della sosta. L’orologio riporta l’ora della stazione di partenza e cioè MOSCA, immaginate dopo qualche giorno la confusione degli orari: portatevi due orologi.

Approfondimenti:

Vuoi maggiori informazioni sulla Russia? Clicca qui

Prezzi e date:

Viaggio di 8 giorni/7 notti
Partenze a date libere
minimo 2 partecipanti

Quote per persona in camera doppia voli NON inclusi “a partire da”:

Partenze doppia in singola
partenze a date libere 2020/2021 da € 1.750 su richiesta

Nota bene:
voli da/per l’Italia non inclusi, verranno quotati alla miglior tariffa disponibile al momento della prenotazione

Supplemento biglietto ferroviario prima classe: da € 375
Quota individuale gestione pratica: € 85 per persona
Visto:  € 95 (soggetto a riconferma)
Polizza medico/bagaglio/annullamento: da quotare in base al costo totale del viaggio

La quota comprende:

  • Biglietti seconda classe per le tratte in treno
  • Sistemazione in hotel 3* come da programma
  • Colazioni e pranzi come da programma (esclusi i pasti in treno)
  • Transfer da/per aeroporto per ogni tappa prevista dal programma
  • Escursioni, bus, guida, ingressi musei inclusi come da programma sopra elencato, guida parlante italiano.

La quota non comprende:

  • Voli a/r e relative tasse aeroportuali
  • Eventuali pernottamenti aggiuntivi a Mosca e/o altre località di scalo
  • Escursioni e visite non menzionate nel programma
  • Pasti per le tratte in treno
  • Facchinaggio bagagli e mance
  • Visto Russia
  • Polizze assicurative medico-bagaglio e contro i rischi dell’annullamento,
  • extra personali e tutto quanto non menzionato alla voce “La quota comprende”.

Formalità d'ingresso:

FEDERAZIONE RUSSA: Formalità d’ingresso
Scopri di più
FEDERAZIONE RUSSA: Formalità d’ingresso

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo nel Paese.
Si richiama l’attenzione sul fatto che i passaporti devono essere sempre tenuti in ottime condizioni. A fronte di passaporti deteriorati le autorità russe sono solite fare rilievi che potrebbero comportare il rifiuto di ingresso nel Paese. In considerazione della meticolosità dei controlli è consigliabile verificare con il massimo scrupolo l’esattezza dei dati sul passaporto.

Visto di ingresso: obbligatorio (si raccomanda vivamente di non arrivare in Russia sprovvisti di visto poiché “in loco” è impossibile regolarizzare la propria posizione nei confronti delle Autorità locali, con conseguente respingimento alla frontiera e ritorno in Italia a proprie spese e previo pagamento di una forte multa).
All’ingresso nel Paese si deve compilare la Carta di Immigrazione. Nei principali aeroporti essa viene compilata automaticamente al controllo in frontiera. Per il rilascio ed informazioni specifiche sui vari tipi di visto, rivolgersi direttamente agli Uffici diplomatico-consolari russi presenti in Italia.
Si raccomanda di verificare scrupolosamente la corrispondenza tra i dati del passaporto anche se si è già viaggiato e dei dati contenuti nel visto di ingresso rilasciato dalle Autorità consolari russe. A fronte di errori materiali nel passaporto o nel visto apposto dai Consolati della Federazione Russa, le Autorità di frontiera russe impongono il rimpatrio immediato con il primo volo disponibile.

Il Governo federale russo ha stabilito che dal  1 ottobre 2019 i cittadini di una lista di 53 Stati, tra i quali l’Italia,   potranno ottenere gratuitamente online un visto elettronico che permetterà di soggiornare fino a otto giorni sul territorio di San Pietroburgo e regione di Leningrado (Leningradskaya Oblast).
Il visto elettronico sarà gratuito e andrà richiesto sul sito web del Ministero degli Affari Esteri già attivo per le regioni di Vladivostok e Kaliningrad, accessibile al seguente link: http://electronic-visa.kdmid.ru
Tale visto consentirà di entrare ed uscire dalla Federazione Russa attraverso i punti di frontiera aerei, navali, automobilistici e pedonali (MA NON ATTRAVERSO QUELLI FERROVIARI) situati nel territorio di San Pietroburgo e della regione di Leningrado.
Esso dovrà essere richiesto online con almeno quattro giorni di anticipo dal momento del previsto ingresso ed avrà validità massima per 30 giorni, nell’ambito dei quali sarà possibile soggiornare e spostarsi, ma solo all’interno delle regioni indicate, per un massimo di otto giorni totali.
Si richiama l’attenzione sull’esigenza di rispettare con la massima scrupolosità le condizioni poste dalla normativa locale per usufruire di tale facilitazione.

Nel primo mese di applicazione della nuova procedura si sono registrati, infatti, casi di respingimento alla frontiera a causa di discrepanze (anche lievi) tra i dati inseriti nel formulario online e quelli registrati sui passaporti, soprattutto nel caso delle persone con doppio nome o doppio cognome.  Il dato inserito deve essere identico a quello stampato sul passaporto.

Per informazioni aggiornate, suggeriamo di consultare il sito VIAGGIARE SICURI