TRANSIBERIANA

Zarengold, l'Oro degli Zar

16 giorni - 15 notti / viaggio individuale
Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci per maggiori informazioni oppure chiederci di prepararti un preventivo: i nostri Consulenti sono a tua disposizione …

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Obbligatorio e indirizzo email valido
Campo obbligatorio
Vuoi maggiori
informazioni?

Il viaggio

Un’occasione di viaggio indimenticabile lungo percorsi e spazi infiniti: le grandi città, le steppe e i laghi attraverso tutta la Russia, l’immensa Siberia, la Mongolia e la Cina. Si parte da Mosca o da Pechino a date fisse e si attraversano circa 6000 miglia in tre paesi diversi e vastissimi. Lungo il percorso le città siberiane di Kazan, Novosibirsk e Irkutsk, porta d’accesso alla bellissima area del Lago Baikal, il più grande del mondo, lasciano il posto ai paesaggi di steppe, montagne e deserti che da Ulan Baator, capitale della Mongolia, attraversano il Gobi e le terre di Gengis Khan.
Per giungervi, il treno lascia la Siberia in direzione sud dopo aver concesso un primo assaggio d’Asia nell’ultima delle regioni di confine, a Ulan Ude, la città dei buryati, che dal ‘700 entrarono a far parte della Russia, quando le terre del Baikal furono separate dalla Mongolia. Entrati in territorio mongolo è tutto un succedersi di paesaggi evocativi e selvaggi, dove le tracce dei grandi dinosauri raccontano la vastità di una terra che ha saputo custodire – come rivelano i resti di antichi templi buddisti – la radicata spiritualità di un grande popolo nomade. E finalmente si arriva alla capitale della Cina, spettacolare, antica e frenetica al tempo, Beijing, la Pechino di Marco Polo e di una nuova dinamica e avveniristica era.

Si può scegliere di iniziare il viaggio anche da qui, emozionandosi subito con la Grande Muraglia e la meravigliosa Piazza Tienanmen, fare il percorso all’indietro, attraverso i molti fusi orari diversi che, man mano che il cammino giunge al termine, ci riportano a un tempo più vicino a noi , chiudendo il nostro viaggio su un’altra bellissima piazza, quella di tutti i russi, la Piazza Rossa di Mosca.

 

Programma di viaggio

Visualizza itinerario per: Da Mosca a Pechino Da Pechino a Mosca
1° giorno: Italia - Mosca

Partenza da Milano Malpensa con volo di linea. All’arrivo, trasferimento in hotel (trasferimenti collettivi inclusi per arrivi dalle 09:00 alle 19:00). Cena in albergo. In serata In serata, escursione Mosca “by night” con sosta sulla Piazza Rossa e visita a due delle stazioni più suggestive della Metropolitana di Mosca. Pernottamento in albergo.

2° giorno: Mosca

Pensione completa. Giornata dedicata alla visita della città, con il Cremlino, la Piazza Rossa e gli scorci panoramici della capitale russa. In serata, trasferimento in stazione ed imbarco sul treno Zaren Gold. Pernottamento a bordo.

3° giorno: Kazan

Pensione completa. Arrivo a Kazan. Intera giornata dedicata alla visita città, centro della Repubblica Autonoma del Tatarstan. La città possiede un favolistico Cremlino, inserito nel patrimonio dell’Unesco dal 2000. Interessanti sono anche le torri e le mura, erette nel XVI e XVII secolo, in seguito ricostruite, la moschea Qol-Şarif, ricostruita all’interno del Cremlino e la Casa del Governatore, ora Palazzo del Presidente del Tatarstan. Pernottamento a bordo del treno.

4° giorno: Ekaterinburg

Pensione completa. In tarda mattinata arrivo a Ekaterinburg, capitale degli Urali. Fondata nel 1723 dallo Zar Pietro I, centro dell’industria metallurgica, dal XX secolo è diventata uno dei più grandi ed importanti centri finanziari, industriali e culturali della Russia. A ovest della città è situato il confine geografico tra l’Europa e l’Asia. All’arrivo breve visita orientativa della città, durante la quale si visiterà il centro storico e la Chiesa sul Sangue, completata nel 2004, e costruita nel luogo dove lo Zar Nicola II e la sua famiglia furono giustiziati nel 1918 dai Bolscevichi. Al termine della visita, reimbarco sul treno e partenza. Pernottamento a bordo.

5° giorno: Novosibirsk

Pensione completa. Arrivo a Novosibirsk, città con oltre un milione di abitanti, la terza della Russia e la più grande della Siberia. E’ stata fondata nel 1893 come punto di costruzione del ponte ferroviario sul fiume Ob. La sua importanza è accresciuta nella metà del XX secolo dopo il completamento della ferrovia che collega Novosibirsk all’Asia Centrale e il Mar Caspio. Visita della città. Nel pomeriggio, partenza alla volta di Irkutsk. Pernottamento a bordo del treno.

6° giorno: Siberia

Pensione completa. Intera giornata a bordo per assistere a conferenze sulla Siberia e “party” russo con tipici stuzzichini russi “zakuski” e vodka. Pernottamento a bordo.

7° giorno: Irkutsk

Pensione completa. Arrivo a Irkutsk, nota come la “Parigi della Siberia”. Trasferimento in albergo. Visita della città vecchia, del mercato e dei quartieri con le tipiche case di legno. Nel pomeriggio visita del museo all’aperto dell’architettura lignea a Taltsy. Pernottamento in albergo.

8° giorno: Lago Bajkal

Pensione completa. Arrivo in tarda mattinata al Lago Bajkal, la più estesa riserva di acqua dolce al mondo. Si estende per più di 41 chilometri da est a ovest e per più di 590 chilometri da nord a sud. Con i suoi 1620 metri è il più profondo lago del mondo. Le catene montuose attorno al Lago Bajkal ed il blu profondo delle sue acque non si potranno dimenticare facilmente. Il treno attraverserà a bassa velocità gli splendidi paesaggi dell’antica linea ferroviaria circumbajkalica, un tempo parte della Transiberiana, oggi frequentata da pochi treni locali e turistici. Durante il percorso si effettueranno due brevi soste per ammirare le splendide vedute o foto-stop o per la visita di un piccolo villaggio. Breve escursione in battello sul lago. In serata cena a pic-nic sulle rive del Bajkal (meteo permettendo). Proseguimento in direzione di Irkutsk. Pernottamento a bordo.

9° giorno: Ulan Ude

Pensione completa. Il viaggio prosegue lungo le rive del lago Baikal, e poi attraverso la splendida valle del Selenga e la selvaggia solitudine delle steppe montane della Siberia orientale. Durante il percorso sosta ad Ulan Ude breve giro panoramico della città, capitale della Repubblica Autonoma Buryata. Durante il periodo dell’URSS, era una “città chiusa” per gli stranieri. I Buryati, gruppo etnico con caratteristiche simili ai Mongoli rappresenta una miscellanea di culture tra oriente e occidente. Cambio instradamento: dalla Transiberiana alla Transmongolica in direzione di Ulaan Baatar. Passaggio dalla stazione di confine da quella russa di Naushki a quella mongola Suche Baatar. Tutte le formalità doganali verranno eseguite a bordo del treno. Pernottamento a bordo.

10° giorno: Ulaan Baatar

Pensione completa. In mattinata arrivo a Ulaan Baatar, la capitale della Mongolia. Visita della città, del Monastero di Gandan e del tempio di Choijin Lama. Sistemazione in albergo. In serata, possibilità di assistere ad uno spettacolo di musica tradizionale mongola (facoltativo). Pernottamento in albergo.

11° giorno: Ulaan Baatar e le Alpi Mongole

Pensione completa. Mattinata partenza per il Parco Terelj, affascinate territorio noto come le “Alpi Mongole”, dalle strane formazioni rocciose. Pranzo a pic-nic in una tipica “ger” (o “yurta”, a seconda del paese) e breve spettacolo tipico. Rientro a bordo e partenza in direzione del confine cinese. Pernottamento a bordo.

12° giorno: Erlian - attraverso il Deserto del Gobi

Pensione completa. Nella stazione ferroviaria di Erlian cambio del treno dovuto a diverse tipologie di scartamento. Nel contempo il treno cinese è in attesa sulla stessa piattaforma. Trasferimento dei bagagli a cura del personale addetto. Passaggio in treno del confine Mongolo-Cinese attraverso il Deserto del Gobi. Tutti i controlli dei passaporti e le formalità saranno eseguite a bordo del treno. Pernottamento a bordo. La sistemazione a bordo del treno cinese è prevista in scompartimenti a 4 posti letto con servizi in comune; la tratta ha una durata di circa 16 ore. Segnaliamo inoltre che la tratta in treno è soggetta a riconferma e a possibile requisizione del treno da parte delle autorità governative, potrebbero quindi essere predisposti bus sostitutivi per la tratta dal confine a Pechino, con un pernottamento a Datong e la visita alle Grotte, Patrimonio Unesco. Esclusivamente per la notte sul treno cinese preghiamo predisporre un piccolo bagaglio a mano con il necessario per la notte, poiché i bagagli di grosse dimensione verranno stivati in vagoni preposti.

13° giorno: Pechino

Colazione. Arrivo a Pechino in mattinata e trasferimento in albergo (ricordiamo che la camera in hotel sarà a disposizione a partire dalle ore 15.00). Pranzo in ristorante. Tempo libero a disposizione. Cena libera. Pernottamento in hotel.

14° giorno: Pechino

Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata visita della città con il Tempio del Sole e la celeberrima piazza Tienanmen. Pranzo in corso di visita. Pomeriggio dedicato alla visita della città proibita. Cena libera. Pernottamento in albergo.

 

15° giorno: Pechino

Pensione completa. Intera giornata dedicata all’escursione alla Grande Muraglia ed alle Tombe dei Ming. Cena di arrivederci in ristorante tipico, dove si potrà gustare la famosa anatra laccata alla pechinese. Pernottamento.

16° giorno:

Prima colazione in hotel e tempo libero a disposizione. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per l’Italia (trasferimenti collettivi inclusi per partenze dalle 10:00 alle 14:00).

1° giorno: Italia - Pechino

Partenza dall’Italia con voli di linea per Pechino. Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno: Pechino

Arrivo a Pechino. Incontro con la guida in aeroporto e trasferimento in albergo (trasferimenti collettivi inclusi per arrivi dalle 08:00 alle 12:00). Pranzo libero. Nel pomeriggio, visita della città con il Tempio del Sole e la celeberrima piazza Tienanmen. Cena e pernottamento in albergo.

3° giorno: Pechino

Pensione completa. Intera giornata dedicata all’escursione alla Grande Muraglia ed alle Tombe dei Ming. Cena in ristorante tipico.

4° giorno: Pechino - inizio percorso in treno - Erlian

Pensione completa. Giornata dedicata alla visita della città: la città proibita. In serata, trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza con il treno cinese per Erlian. Pernottamento a bordo. La sistemazione a bordo del treno cinese è prevista in scompartimenti a 4 posti letto con servizi in comune (la tratta ha una durata di circa 16 ore) – Segnaliamo inoltre che la tratta in treno è soggetta a riconferma e a possibile requisizione del treno da parte delle autorità governative, potrebbero quindi essere predisposti bus sostitutivi per la tratta da Pechino fino al confine, con un pernottamento a Datong e la visita alle Grotte, Patrimonio Unesco. Esclusivamente per la notte sul treno cinese preghiamo predisporre un piccolo bagaglio a mano con il necessario per la notte, poiché i bagagli di grosse dimensione verranno stivati in vagoni preposti.

5° giorno: Erlian - Deserto del Gobi

Pensione completa. Nella stazione ferroviaria di Erlian cambio del treno dovuto a diverse tipologie di scartamento. Nel contempo il treno Zarengold è in attesa sulla stessa piattaforma. Trasferimento dei bagagli a cura del personale addetto. Passaggio del confine Cinese-Mongolo con il treno, attraversando il Deserto del Gobi. Tutti i controlli dei passaporti e le formalità saranno eseguite a bordo del treno. Pernottamento a bordo.

6° giorno: Ulaan Baatar

Pensione completa. In mattinata arrivo a Ulaan Baatar, la capitale della Mongolia. Visita della città e del tempio di Choijin Lama. Sistemazione in albergo. In serata, possibilità di assistere ad uno spettacolo di musica tradizionale mongola (facoltativo). Pernottamento in albergo.

 

7° giorno: Ulaan Baatar - Terelj - Treno

Pensione completa. Mattinata dedicata alla visita del Monastero di Gandan, quindi partenza per l’escursione nella zona nota come le “Alpi Mongole”, dalle strane formazioni rocciose. Pranzo a pic nic in una tipica “ger” (o “yurta”, a seconda del paese) e breve spettacolo tipico. Rientro a bordo e partenza per la Russia. Pernottamento a bordo.

8° giorno: Ulan Ude

Pensione completa. In mattinata passaggio dalla stazione di confine mongola Suche Baatar a quella russa Naushki. Tutte le formalità doganali verranno eseguite a bordo del treno. Nel pomeriggio arrivo a Ulan Ude e breve giro panoramico della città, capitale della Repubblica Autonoma Buryata. Durante il periodo dell’URSS, era una “città chiusa” per gli stranieri. I Buryati, gruppo etnico con caratteristiche simili ai Mongoli rappresenta una miscellanea di culture tra oriente e occidente. Cambio instradamento: dalla Transmongolica alla Transiberiana in direzione di Mosca. Pernottamento a bordo.

9° giorno: Lago Baikal

Pensione completa. Arrivo in tarda mattinata al Lago Bajkal, la più estesa riserva di acqua dolce al mondo. Si estende per più di 41 km da est a ovest e per più di 590 km da nord a sud. Con i suoi 1620 metri è il più profondo lago del mondo. Le catene montuose attorno al Lago Bajkal ed il blu profondo delle sue acque non si potranno dimenticare facilmente. Il treno attraverserà a bassa velocità gli splendidi paesaggi dell’antica linea ferroviaria circumbajkalica, un tempo parte della Transiberiana, oggi frequentata da pochi treni locali e turistici. Durante il percorso si effettueranno due brevi soste per ammirare le splendide vedute o foto-stop o per la visita di un piccolo villaggio. Breve escursione in battello sul lago. In serata cena a pic nic sulle rive del Bajkal (meteo permettendo). Proseguimento in direzione di Irkutsk. Pernottamento a bordo.

10° giorno: Irkutsk

Pensione completa. Arrivo a Irkutsk, nota come la “Parigi della Siberia”. Trasferimento in albergo. Visita della città vecchia, del mercato e dei quartieri con le tipiche case di legno. Nel pomeriggio visita del museo all’aperto dell’architettura lignea a Taltsy. Pernottamento in albergo.

 

11° giorno: Treno

Pensione completa. Intera giornata a bordo per assistere a conferenze sulla Siberia e “party” russo con tipici stuzzichini russi “zakuski” e vodka. Pernottamento a bordo.

12° giorno: Novosibirsk

Pensione completa. Arrivo a Novosibirsk, città con oltre un milione di abitanti, la terza della Russia e la più grande della Siberia. E’ stata fondata nel 1893 come punto di costruzione del ponte ferroviario sul fiume Ob. La sua importanza è accresciuta nella metà del XX secolo dopo il completamento della ferrovia che collega Novosibirsk all’Asia Centrale e il Mar Caspio. Visita della città. Nel pomeriggio, partenza alla volta di Ekaterinburg. Pernottamento a bordo del treno.

13° giorno: Ekaterinburg

Pensione completa. Arrivo a Ekaterinburg, capitale degli Urali. Fondata nel 1723 dallo Zar Pietro I, centro dell’industria metallurgica, dal XX secolo è diventata uno dei più grandi ed importanti centri finanziari, industriali e culturali della Russia. A ovest della città è situato il confine geografico tra l’Europa e l’Asia. All’arrivo breve visita orientativa della città, durante la quale si visiterà il centro storico e la Chiesa sul Sangue, completata nel 2004, e costruita nel luogo dove lo Zar Nicola II e la sua famiglia furono giustiziati nel 1918 dai Bolscevichi. Al termine della visita, reimbarco sul treno e partenza. Pernottamento a bordo.

14° giorno: Kazan

Pensione completa. Arrivo a Kazan. Intera giornata dedicata alla visita città, centro della Repubblica Autonoma del Tatarstan. La città possiede un favolistico Cremlino, inserito nel patrimonio dell’Unesco dal 2000. Interessanti sono anche le torri e le mura, erette nel XVI e XVII secolo, in seguito ricostruite, la moschea Qol-Şarif, ricostruita all’interno del Cremlino e la Casa del Governatore, ora Palazzo del Presidente del Tatarstan. Pernottamento a bordo del treno.

 

15° giorno: Mosca

Pensione completa. Intorno alle ore 12:00 circa arrivo a Mosca e pomeriggio dedicato alla visita del Cremlino con le sue cattedrali. In serata, escursione Mosca “by night” con sosta sulla Piazza Rossa e visita ad alcune delle stazioni più suggestive della Metropolitana di Mosca. Pernottamento in albergo.

16° giorno: Mosca - Italia

Prima colazione in hotel. In mattinata visita guidata della città con la Chiesa del Salvatore, il Monastero di Novodevichij, la “Casa Bianca”, la piazza Rossa con la chiesa di San Basilio (esterni). Trasferimento all’aeroporto (trasferimenti collettivi inclusi per partenze dalle 12:00 alle 18:00). Partenza per il rientro in Italia.

Informazioni sul viaggio:

  • Sistemazioni in treno:
    Da Mosca a Erlian come da prenotazione e riconferma a seconda della carrozza prescelta.
    Da Erlian a Pechino, circa 16 ore, sistemazione in confortevoli scompartimenti su treno cinese (i treni cinesi non dispongono di carrozze letto del tipo Nostalgic Comfort; Bolshoi e Bolshoi Platinum;
    la sistemazione singola e doppia non possono essere garantite, eccetto per categoria Nostalgic Comfort e Bolshoi/Bolshoi Platinum).
  • Visti: dovendo ottenere ben 3 visti diversi per questo itinerario, consigliamo di far pervenire i passaporti, con tutta la modulistica compilata e le foto richieste, al nostro ufficio visti (il cui indirizzo verrà comunicato al momento della prenotazione) almeno 2 mesi prima della data di partenza, per non incorrere negli aumenti delle spese consolari previsti in caso di procedure d’urgenza.
  • Gli alberghi:

    Mosca: Intercontinental Tverskaya
    Irkutsk: Hotel Irkutsk
    Ulaan Baatar: Ramada Ulaan Baatar City Centre
    Pechino: Capital Hotel

    Le sistemazioni previste potrebbero essere sostituite con altre similari di pari categoria.

Lo Zarengold:

Il treno Zarengold (Oro degli Zar), noleggiato interamente per il turismo internazionale, offre diverse sistemazioni per tutti i budget, molte date di partenza e la garanzia di un viaggio indimenticabile, con soste in hotel per spezzare la “monotonia” del treno.

  • Le cabine:

    CATEGORIA I – STANDARD:
    Transiberiana: Zarengold cabina standard I

    – 9 scompartimenti per carrozza, ciascuno con 4 cuccette 70X190 cm, due inferiori e due superiori
    – Tavolino sotto la finestra
    – Un bagno comune in testa e coda ad ogni carrozza
    – Possibilità di utilizzare questo scompartimento per tre persone con supplemento
    – In ogni scompartimento presa 110 e 220 volt

    CATEGORIA II – CLASSIC:

    Zarengold

    – 9 scompartimenti a 2 cuccette 70×190 cm:
    – Tavolino sotto la finestra
    – Un bagno comune in testa e coda ad ogni carrozza e scompartimento doccia ogni 2 carrozze
    – In ogni scompartimento presa 110 e 220 volt

    CATEGORIA II – SUPERIOR:

    La Transiberiana: Zarengold

    – 9 nuovi scompartimenti a 2 cuccette 70×190 cm:
    – Tavolino sotto la finestra
    – Un bagno comune in testa e coda ad ogni carrozza e scompartimento doccia ogni 2 carrozze
    – In ogni scompartimento presa 110 e 220 volt

    Queste cabine sono analoghe alle “classic” ma con arredamento più curato

    CATEGORIA II – SUPERIOR PLUS:

    La Transiberiana: Zarengold

    – 9 nuovi scompartimenti a 2 cuccette 70×190 cm:
    – Tavolino sotto la finestra
    – Un bagno comune in testa e coda ad ogni carrozza.
    – 8 scompartimenti condividono 1 reparto doccia attrezzato
    – In ogni scompartimento presa 110 e 220 volt

    CATEGORIA III – NOSTALGIC COMFORT:

    La Transiberiana: Zarengold

    Interni in stile primo ‘900 per ricreare l’atmosfera dell’antica Transiberiana al tempo dei leader sovietici. Struttura moderna con carrozze rinnovate
    – Ogni scompartimento dispone di 2 cuccette/letto 80×185 cm
    – Poltrona, tavolino
    – Ogni due scompartimenti un bagno comune con doccia
    – ad ogni testa di carrozza bagno/lavabo combinato
    – In ogni scompartimento presa 110 e 220 volt

    CATEGORIA BOLSHOJ:

    La Transiberiana: Zarengold

    – Il massimo del comfort, 6 scompartimenti per carrozza,
    – ampiezza 5,57 mq, 2 letti 1,10m X 1,90 m
    – Divanetto, tavolo, guardaroba
    – Bagno esclusivo interno con lavello, WC e doccia, spazio portaoggetti
    – In ogni scompartimento presa 110 e 220 volt

    Per questa categoria: a Mosca e Pechino – pernottamenti in hotel 5 stelle

    CATEGORIA BOLSHOJ PLATINUM:

    La Transiberiana: Zarengold

    – Comfort elevatissimo per le 5 carrozze di questa categoria
    – ampiezza 7,15m q, 2 letti, dotata di tutti i comfort
    – Bagno esclusivo con lavello, WC e doccia,
    – spazio portaoggetti
    – In ogni scompartimento presa 110 e 220 volt

    Per questa categoria: a Mosca e Pechino – pernottamenti in hotel 5 stelle

  • Il bagaglio:

    Per la tratta in treno locale cinese Pechino/Erlian e viceversa: il bagaglio con ingombro importante viene etichettato e spedito direttamente a Erlian e/o Pechino, consigliamo pertanto di prevedere un bagaglio a mano con il necessario per un giorno, poiché a bordo del treno cinese lo spazio per i bagagli è decisamente ridotto. Il bagaglio precedentemente spedito Vi sarà recapitato direttamente nella cabina a Voi assegnata sul treno Zaren Gold e vi accompagnerà per il resto del viaggio.
    A bordo dello Zaren Gold lo spazio riservato ai bagagli è piuttosto limitato è consigliabile quindi portare con sé un bagaglio piccolo e maneggevole (è bene prediligere zaini e/o borse morbide).

  • Lingue a bordo:

    A bordo dei treni Zarengold le lingue ufficiali sono l’inglese ed il tedesco.
    Le seguenti lingue sono disponibili per ciascuna data:
    09 maggio: Tedesco, Inglese, Francese, Spagnolo
    06 giugno: Tedesco, Inglese, Francese
    02 luglio: Tedesco, Inglese, Francese, Spagnolo, Portoghese
    25 luglio: Tedesco, Inglese, Francese, Portoghese e Italiano
    20 agosto: Tedesco, Inglese, Francese, Spagnolo, Portoghese e Italiano
    12 settembre: Tedesco, Inglese, Francese

  • Condizioni di prenotazione e cancellazione:

    Pagamenti: questo viaggio è soggetto alla seguente tempistica riguardo i pagamenti:
    – acconto 35% alla conferma della prenotazione
    – saldo a 60 giorni dalla data di partenza

    Penalità: questo viaggio è soggetto alla seguente regolamentazione riguardo alle penali per la cancellazione:
    – 25% sino a 60 giorni prima della partenza;
    – 50% dai 59 ai 30 giorni prima della partenza;
    – 75% dai 29 ai 4 giorni prima della partenza;
    – 100% da 03 a 0 giorni prima della partenza o in caso di mancata presentazione (no-show)

Approfondimenti:

Vuoi maggiori informazioni sulla Russia? Clicca qui
Vuoi maggiori informazioni sulla Mongolia? Clicca qui
Vuoi maggiori informazioni sulla Cina? Clicca qui

Prezzi e date:

16 giorni/15 notti
Partenza da Malpensa e dagli aeroporti principali
Pensione completa (esclusi 2 pasti)
Guide locali multilingue

Quote per persona da Mosca a Pechino:

Partenze cabina classic cabina Bolshoj cabina Bolshoj Platinum
doppia singola doppia singola doppia singola
9 maggio 2020 € 7.580 € 10.370 € 13.865 € 21.105 € 16.305 € 24.720
6 giugno € 7.820 € 10.610 € 14.105 € 21.345 € 16.545 € 24.960
2 luglio € 7.580 € 10.370 € 13.865 € 21.105 € 16.305 € 24.720
25 luglio € 7.820 € 10.610 € 14.105 € 21.345 € 16.545 € 24.960
20 agosto € 7.820 € 10.610 € 14.105 € 21.345 € 16.545 € 24.960
12 settembre € 7.820 € 10.610 € 14.105 € 21.345 € 16.545 € 24.960

Quote per persona da Pechino a Mosca:

Partenze cabina classic cabina Bolshoi cabina Bolshoj Platinum
doppia singola doppia singola doppia singola
16 maggio 2020 € 7.445 € 10.140 € 13.625 € 20.770 € 16.050 € 24.360
13 giugno € 7.685 € 10.380 € 13.865 € 21.010 € 16.290 € 24.600
9 luglio € 7.445 € 10.140 € 13.625 € 20.770 € 16.050 € 24.360
1 agosto € 7.685 € 10.380 € 13.865 € 21.010 € 16.290 € 24.600
27 agosto € 7.685 € 10.380 € 13.865 € 21.010 € 16.290 € 24.600
19 settembre € 7.685 € 10.380 € 13.865 € 21.010 € 16.290 € 24.600

Nota bene:
quote calcolata utilizzando una tariffa aerea speciale da riconfermare in fase di prenotazione.

Tasse aeroportuali: a partire da € 350, soggette a variazione in funzione della compagnia utilizzata e dell’istradamento
Visti consolari ordinari (Russia, Mongolia, Cina): € 258 (soggetti a riconferma)
Quota individuale gestione pratica: € 70
Polizza Multirischi: da € 200 da quotare in base all’importo totale del viaggio

Quote in cabina tripla (standard): a partire da € 6260 a persona
Quote in cabina quadrupla (standard): a partire da € 5035 a persona

La quota comprende:

  • Voli in classe economica da/per Milano Malpensa o altro aeroporto
  • Franchigia bagaglio 20 kg
  • Sistemazione negli hotels della categoria indicata e nella cabina prescelta a bordo del treno
  • Trattamento di pensione completa (bevande escluse) dalla cena del 2° giorno alla prima colazione dell’ultimo (ad eccezione di 2 pasti)
  • Tutti i trasferimenti indicati in programma nelle fasce orarie indicate e visite con guide multilingue come da indicazioni sopra riportate.

La quota non comprende:

  • Assicurazione Multirischio
  • Servizi auto/bus/ingressi e guida locale non segnalati in programma
  • le bevande e i pasti non menzionati
  • Visti consolari
  • Facchinaggio
  • Tasse aeroportuali
  • extra personali e tutto quanto non menzionato alla voce “La quota comprende”

Formalità d'ingresso:

FEDERAZIONE RUSSA: Formalità d’ingresso
Scopri di più
FEDERAZIONE RUSSA: Formalità d’ingresso

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo nel Paese.
Si richiama l’attenzione sul fatto che i passaporti devono essere sempre tenuti in ottime condizioni. A fronte di passaporti deteriorati le autorità russe sono solite fare rilievi che potrebbero comportare il rifiuto di ingresso nel Paese. In considerazione della meticolosità dei controlli è consigliabile verificare con il massimo scrupolo l’esattezza dei dati sul passaporto.

Visto di ingresso: obbligatorio (si raccomanda vivamente di non arrivare in Russia sprovvisti di visto poiché “in loco” è impossibile regolarizzare la propria posizione nei confronti delle Autorità locali, con conseguente respingimento alla frontiera e ritorno in Italia a proprie spese e previo pagamento di una forte multa).
All’ingresso nel Paese si deve compilare la Carta di Immigrazione. Nei principali aeroporti essa viene compilata automaticamente al controllo in frontiera. Per il rilascio ed informazioni specifiche sui vari tipi di visto, rivolgersi direttamente agli Uffici diplomatico-consolari russi presenti in Italia.
Si raccomanda di verificare scrupolosamente la corrispondenza tra i dati del passaporto anche se si è già viaggiato e dei dati contenuti nel visto di ingresso rilasciato dalle Autorità consolari russe. A fronte di errori materiali nel passaporto o nel visto apposto dai Consolati della Federazione Russa, le Autorità di frontiera russe impongono il rimpatrio immediato con il primo volo disponibile.

Il Governo federale russo ha stabilito che dal  1 ottobre 2019 i cittadini di una lista di 53 Stati, tra i quali l’Italia,   potranno ottenere gratuitamente online un visto elettronico che permetterà di soggiornare fino a otto giorni sul territorio di San Pietroburgo e regione di Leningrado (Leningradskaya Oblast).
Il visto elettronico sarà gratuito e andrà richiesto sul sito web del Ministero degli Affari Esteri già attivo per le regioni di Vladivostok e Kaliningrad, accessibile al seguente link: http://electronic-visa.kdmid.ru
Tale visto consentirà di entrare ed uscire dalla Federazione Russa attraverso i punti di frontiera aerei, navali, automobilistici e pedonali (MA NON ATTRAVERSO QUELLI FERROVIARI) situati nel territorio di San Pietroburgo e della regione di Leningrado.
Esso dovrà essere richiesto online con almeno quattro giorni di anticipo dal momento del previsto ingresso ed avrà validità massima per 30 giorni, nell’ambito dei quali sarà possibile soggiornare e spostarsi, ma solo all’interno delle regioni indicate, per un massimo di otto giorni totali.
Si richiama l’attenzione sull’esigenza di rispettare con la massima scrupolosità le condizioni poste dalla normativa locale per usufruire di tale facilitazione.

Nel primo mese di applicazione della nuova procedura si sono registrati, infatti, casi di respingimento alla frontiera a causa di discrepanze (anche lievi) tra i dati inseriti nel formulario online e quelli registrati sui passaporti, soprattutto nel caso delle persone con doppio nome o doppio cognome.  Il dato inserito deve essere identico a quello stampato sul passaporto.

Per informazioni aggiornate, suggeriamo di consultare il sito VIAGGIARE SICURI

 

MONGOLIA: Formalità d’ingresso
Scopri di più
MONGOLIA: Formalità d’ingresso

DOCUMENTAZIONE NECESSARI PER L’INGRESSO NEL PAESE:

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi.
Visto d’ingresso: Necessario, anche per soggiorni brevi di turismo.Per ottenere il visto e per eventuali ulteriori informazioni, ci si può rivolgere all’Ambasciata di Mongolia a Roma (Via Vincenzo Bellini 4 – 00198, Roma- Email: rome@mfa.gov.mn – Tel:  +39-06-8540536).

Il costo del visto varia a seconda delle finalità del viaggio, del numero degli ingressi richiesti e delle tasse amministrative applicate dalla Sede emittente (per un visto turistico il costo si aggira intorno ai 60 EUR).  Si raccomanda di arrivare nel Paese già dotati di visto.

Per informazioni aggiornate consultare il sito  VIAGGIARE SICURI

REPUBBLICA POPOLARE CINESE: Formalità d’ingresso
Scopri di più
REPUBBLICA POPOLARE CINESE: Formalità d’ingresso

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L’INGRESSO NEL PAESE:

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi e due pagine libere.

Visto d’ingresso:

Prevede due tipi di procedure:

1) Procedura online (per cittadini con passaporto italiano e residenti in Italia), da effettuare un mese e mezzo prima della partenza.
Importante: valida solo per il rilascio di visti di gruppo, minimo 2 persone.
La richiesta del visto online sarà effettuata tramite il seguente link https://www.chinavisadirect.com/.
Documenti richiesti:
-scansione a colori del passaporto, dove ci sono i dati biometrici (il passaporto deve essere in regolare corso di validità, e deve scadere non prima di 6 mesi dalla data di partenza);
-scansione a colori di una fototessera recente (la foto deve essere su sfondo bianco, frontale, con buona risoluzione).
-piano voli

2) Procedura con impronte digitali presso il centro visti più vicino tramite appuntamento.

Si richiede la seguente documentazione:

– Passaporto in originale valido 6 mesi dalla data di consegna in consolato, con 2 pagine attigue libere;

– Copia della prima pagina del passaporto;

– 1 fotografia recente a colori con fondo bianco cm 3 x cm 4

– 1 modulo compilato in tutte le sue parti

– formulario sulla privacy firmato

Coloro che posseggono passaporti emessi a partire dal 01/01/2015 devono presentare, insieme al resto della documentazione:

– o vecchio passaporto;

– oppure la dichiarazione dei paesi visitati

Per i minori è obbligatorio presentare insieme al resto della documentazione anche l’estratto di nascita (che riporti i nomi di entrambi i genitori) legalizzato in prefettura (documento in originale).

Per informazioni aggiornate consultare il sito VIAGGIARE SICURI