TURKMENISTAN:

Verso la Porta dell’Inferno

9 giorni - 8 notti / viaggio con guida
Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci per maggiori informazioni oppure chiederci di prepararti un preventivo: i nostri Consulenti sono a tua disposizione …

Inserisci un nome valido
Inserisci un cognome valido
Inserisci un indirizzo email valido
Inserisci un numero di telefono valido
Inserisci un messaggio
Vuoi maggiori
informazioni?

Turkmenistan:

Situato nell’Asia centrale, di cui occupa la parte sudorientale, il Turkmenistan è costituito, per oltre tre quarti del territorio, dall’arido e sabbioso deserto del Karakum. La vicinanza con il mar Caspio e la scoperta di enormi giacimenti di minerali e gas naturali, ha tuttavia costituito nell’ultimo secolo un binomio vincente per la trasformazione del Paese, diventato mira degli interessi energetici ed economici degli Stati limitrofi e di quelli occidentali. Detentore di risorse indispensabili per i consumi crescenti delle economie di mercato e soprattutto passante strategico del fitto reticolo di oleodotti e gasdotti ramificati in tutta la regione, il Turkmenistan ha saputo sfruttare a fondo questa concomitanza di risorse e di bisogni, offrendo il suo territorio anche come base militare internazionale per le operazioni nelle problematiche zone di confine, a cominciare da quelle afghane e pachistane. L’interesse estero per il mantenimento di questa situazione non è stato scalfito nemmeno di fronte alla particolare situazione politica interna del Paese, governato da quello che è stato da molti paragonato a un vero e proprio faraone moderno, padre-padrone del Turkmenistan: il presidente Niyazov, ininterrottamente al potere a partire dalla proclamazione di indipendenza successiva allo scioglimento dell’URSS. Oppresso da una delle più autoreferenziali amministrazioni politiche che la storia contemporanea abbia conosciuto, il Paese ha vissuto gli ultimi vent’anni all’ombra del suo leader e del culto della personalità di cui si è fatto in tutti i modi promotore.

 

IL VIAGGIO:
Unitevi a questo viaggio in Turkmenistan, una delle nazioni più misteriose dell’Asia Centrale e del mondo ancora non diventate prede del turismo di massa, alla scoperta dei paesaggi lunari, dune e montagne che cambiano colore a seconda del giorno, grandi siti archeologici e leggendarie città. Ashgabat, il deserto del Karakum e la Porta dell’Inferno saranno solo l’inizio…

Programma di viaggio

1° giorno: Partenza per il Turkmenistan

Arrivo in aeroporto in tempo utile e partenza con il volo di linea per il Turkmenistan. Arrivo in aeroporto di Ashgabat. Disbrigo delle formalità doganali, incontro con il nostro personale locale e trasferimento in hotel. Pernottamento in hotel Sport 4* o similare.

Pasti liberi.

2° giorno: Ashgabat – treno per Turkmenbashi

Prima colazione e visita della capitale del Turkmenistan, una città moderna, nata, come una fenice dorata, dalle macerie dell’antica Ashgabat, distrutta prima da un fortissimo terremoto e successivamente dal passaggio del fronte sovietico. L’attuale Ashgabat mantiene un certo stile sovietico che si combina con le cupole dorate ed è in continua trasformazione, grazie soprattutto al boom economico che sta vivendo. Visiteremo il centro della città e le principali attrazioni: Parco dell’Indipendenza; piazza della Neutralità; il museo Nazionale del Turkmenistan – il più grande museo del paese con la migliore esposizione di reperti antichi provenienti da tutti i siti storici del Turkmenistan e la moschea Turkmenbashi Ruhy, conosciuta come una delle più grandi moschee dell’Asia centrale e per il mausoleo del primo presidente del Turkmenistan. In serata trasferimento alla stazione e partenza con il treno notturno verso Turkmenbashi. Pernottamento in treno (4 persone per scompartimento).

Pensione completa.

3° giorno: Turkmenbashi – Yangikala (200 km/ 4 ore circa)

Prima colazione e tour panoramico di Turkmenbashi, che anche oggi rimane dal profondo spirito russo, nonostante la presenza di una vasta comunità di azeri. Visita del mercato locale, della città vecchia nei pressi della stazione ferroviaria e dell’affascinante chiesa russo-ortodossa nelle vicinanze del mare. Successivamente partenza con le 4×4 verso “il pianeta Marte”. Pranzo al sacco lungo il percorso. Il canyon di Yangykala è detto anche “la fortezza di fuoco” a causa delle rocce rosse che rivestono le sue pareti e cambiano le loro sfumature a seconda dell’ora del giorno e del clima, dal bianco al rosso acceso. La bellezza di questo angolo di Karakum è da lasciare senza fiato chiunque. Pernottamento in tende igloo presso Yangikala.

Pensione completa.

4° giorno: Yangikala – Melegoch (250 km/ 6 ore circa)

Prima colazione. Oggi viaggiamo verso est e ci dirigiamo lungo le bianche scogliere di Koymat e le rive del fiume Uzboy prosciugato fino all’insediamento nel deserto di Melegoch, attraversando diversi villaggi tradizionali lungo la strada. Fortuna permettendo, potrete osservare le donne turkmene con i loro abiti tradizionali cuocere il pane, produrre il feltro, gli uomini accudire cammelli, pecore e capre e tanti bambini cavalcare le dune. Pranzo al sacco lungo il percorso. Cena al campo e pernottamento in tenda igloo tra le dune vicino a Melegoch.

Pensione completa.

5° giorno: Melegoch – Darwaza “Porta dell’Inferno” (250 km/ 6 ore circa)

Prima colazione. Proseguiamo ancora verso est nel nostro viaggio fuoristrada, passando diversi villaggi, fino a quando dopo circa 6 ore raggiungiamo Darwaza e il cratere gassoso conosciuto in tutto il mondo come la Porta dell’Inferno, formatasi dai sovietici in un incidente negli anni 50. Da allora continua a bruciare  incessantemente, ma da anni gira voce che il cratere verrà spento. Cena al campo e pernottamento in yurte condivise (max. 3 pax per yurta) vicino al cratere Darwaza.

Pensione completa.

6° giorno: Darwaza – Kunya Urgench – Dashoguz – volo per Ashgabat (420 km)

Prima colazione e partenza su una strada asfaltata verso nord fino a Kunya Urgench, sito del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Arrivo e visita del mausoleo di Turabeg Khanum (XV sec.), uno dei migliori esempi architettonici del suo tempo; il minareto di KutlugTemur (XI – XIV sec.), il più alto minareto medievale dell’Asia centrale; il mausoleo di Sultan Tekesh (tardo XII sec.) e il mausoleo di Il-Arslan (metà XII sec), fondatore dell’impero pre-mongolico di Khorezmshah. Al termine delle visite proseguimento verso l’aeroporto di Dashoguz e quindi volo per Ashgabat. Completiamo la giornata con un tour della città di notte attraverso il quartiere post-indipendenza e le strade principali del centro di Ashgabat, con soste all’arco della neutralità, alla ruota panoramica e al punto panoramico del palazzo dei matrimoni. Pernottamento in hotel Sport 4* o similare.

Pensione completa.

7° giorno: Ashgabat – Mary (350 km / 5 ore circa)

Prima colazione e partenza di prima mattina a est verso Mary. Arrivo intorno all’ora di pranzo. Nel pomeriggio visita del parco storico di Mary, l’antica Merv, dove un tempo sorgeva una delle più grandi città dell’Asia centrale lungo la Via della Seta. Prima che venisse raso al suolo dai mongoli, questo luogo era un mix di fedi religiose e gruppi etnici. Nel parco archeologico di 1200 ettari avrete la possibilità di osservare tutte le parti costitutive della “città errante”: una serie di città adiacenti come l’antico Erk Kala e Gyaur Kala, il medievale Sultan Kala con i suoi sobborghi e i post-medievali Abdulla-Khan Kala e Bayram-Ali-Khan Kala. Oltre ai resti delle città di Merv, visiteremo le forti AD di Big e Little Kyz-Kalas, esempi eccellenti dei cosiddetti Koshk ondulati dei VI-IX secoli e gli splendidi mausolei di Sultan Sanjar e Muhammed Ibn-Zeyd del XII secolo. Pernottamento in hotel Margush 3* o similare.

Pensione completa.

8° giorno: Mary – Gonur Tepe (200 km / 2,30 ore circa)

Prima colazione e partenza verso il sito archeologico Battriano-Margiano di Gonur Tepe. Questa antica città, la capitale perduta dell’Oasi di Margiana, aveva tutto per diventare una potenza internazionale se il deserto non l’avesse letteralmente seppellita sotto le proprie sabbie. Il sito è stato scoperto nel secolo scorso dagli archeologi sovietici, ma solo adesso sta rivelando agli studiosi i suoi misteri e il contenuto dei suoi 30 ettari di estensione, la più grande di tutto il Vicino Oriente. Secondo alcuni archeologi si tratta della quinta più grande civiltà antica insieme a Egitto, Mesopotamia, Cina e India. Rientro a Mary e visita del Museo di storia locale che presenta una vasta gamma di reperti archeologici (risalenti dal III millennio AC fino alla fine del XIX secolo) provenienti sia dagli antichi siti di Merv che da Margush. Successivamente trasferimento in aeroporto per il volo verso Ashgabat. Pernottamento in hotel Sport 4* o similare.

Pensione completa.

9° giorno: Ashgabat – Volo di rientro

Colazione in hotel e partenza in tempo utile verso l’aeroporto per il volo di rientro. Arrivo in Italia e fine dei nostri servizi.

Informazioni sul viaggio:

L’itinerario è soggetto a possibili cambiamenti, le visite di alcuni siti e villaggi nella parte desertica possono subire delle variazioni a seconda delle condizioni stradali, del tempo e del periodo dell’anno.

  • Le sistemazioni:

    Ashgabat: Hotel Sport 4*
    Yangikala: tenda igloo
    Melegoch: tenda igloo
    Darwaza: yurte condivise (max. 3 persone per yurta)
    Mary: Hotel Margush 3*

    N.B. Le sistemazioni previste potrebbero essere sostituite con altre similari di pari categoria.

Approfondimenti:

Vuoi maggiori informazioni sul Turkmenistan?

Prezzi e date:

30 settembre – 08 ottobre 2023 (data unica)
9 giorni – 8 notti

tour di gruppo, minimo 6 – massimo 12 partecipanti
guide parlanti italiano/inglese secondo disponibilità

Programmazione sospesa

 

Assicurazione annullamento-medico-bagaglio: non inclusa, da quotarsi in base al costo totale del viaggio ed all’età dei partecipanti

Quota individuale di gestione pratica: € 85

La quota comprende:

  • visa support
  • pernottamenti come da programma in camera doppia / tenda igloo / yurta condivisa (1 notte)
  • materiale da campeggio (incluso materassino, sacco a pelo e cuscino)
  • pasti come da programma (trattamento di pensione completa)
  • treno notturno Ashgabat – Turkmenbashi (scompartimenti da 4)
  • voli domestici come da programma (Dashoguz- Ashgabat / Mary – Ashgabat)
  • tutti i trasferimenti come da programma (3 persone per macchina)
  • guida parlante italiano (soggetta a disponibilità)
  • ingressi e visite come da programma
  • 1,5 l di acqua per persona al giorno

La quota non comprende:

  • voli internazionali da/per l’Italia
  • visto Turkmenistan (circa $ 110)
  • tasse alberghiere (circa $ 2 per notte)
  • test PCR all’arrivo se richiesto $ 33
  • supplemento per lo scompartimento privato sul treno notturno
  • supplemento yurta privata presso Darwaza
  • pasti e bevande non menzionati come compresi
  • permessi fotografici nei siti e musei
  • spese personali, telefono e lavanderia
  • mance e facchinaggio
  • assicurazione annullamento-medico-bagaglio
  • quota individuale di gestione pratica
  • tutto quanto non espressamente indicato in programma o alla voce “la quota comprende”.

Formalità d'ingresso:

TURKMENISTAN: Formalità d’ingresso
Scopri di più
TURKMENISTAN: Formalità d’ingresso

DOCUMENTAZIONE PER L’INGRESSO NEL PAESE:

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno tre mesi. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata turkmena in Italia (Via dei Tre Orologi 6, int. 6 – 00197 Roma; telefono: 06 8081579; email: Italy_mfa@online.tm).

Visto di ingresso: http://migration.gov.tm/en/inostrannym-grazhdanam-en/ E’ obbligatorio per tutte le tipologie di viaggio, sulla base di una lettera di invito. Anche per i turisti il rilascio del visto è infatti subordinato alla presentazione di una lettera di invito da parte di una agenzia turistica turkmena. E’ quindi possibile ottenere il rilascio del visto all’aeroporto o alla frontiera, previo positivo completamento della procedura di invito (ad esempio, da parte di una agenzia turistica o di una società presente in loco) con il rilascio dell’autorizzazione all’ingresso nel territorio turkmeno rilasciata dal “Servizio Statale per le Migrazioni del Turkmenistan”, presso il quale è necessario registrarsi entro tre giorni dall’arrivo nel Paese. Al momento dell’ingresso nel paese occorre pagare una Migration tax di 14 USD che comprende le spese di gestione del servizio.
E’ possibile ottenere l’estensione della durata del visto in loco (previo pagamento) rivolgendosi al servizio Statale  per le Migrazioni del Turkmenistan.

Per informazioni aggiornate consultare il sito VIAGGIARE SICURI