ANGOLA

Tradizioni ed Etnie Sconosciute

17 giorni - 14 notti / viaggio individuale
Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci per maggiori informazioni oppure chiederci di prepararti un preventivo: i nostri Consulenti sono a tua disposizione …

Inserisci un nome valido
Inserisci un cognome valido
Inserisci un indirizzo email valido
Inserisci un numero di telefono valido
Inserisci un messaggio
Vuoi maggiori
informazioni?

Il Viaggio

L’Angola è un Paese che si estende per oltre 1600 chilometri lungo le coste dell’Oceano Atlantico. Con la guerra civile e decenni a seguire di pace e ricostruzione, è una terra ricca di contrasti che si sta lentamente aprendo al turismo internazionale.
La capitale, Luanda, è la culla della musica kizomba e kuduru. La città si trova la tra baia omonima e la Ilha do Cabo e presenta un’architettura coloniale portoghese in rovina in netto contrasto con i più moderni grattacieli delle compagnie petrolifere e delle banche, cantieri mastodontici e bidonvilles fangose.
Il Namibe si trova a sud del Paese e si affaccia sull’Oceano Atlantico. La zona è famosa per le sue spiagge sabbiose, le sue dune di sabbia e le imponenti formazioni rocciose. Il Deserto del Namibe è un deserto costiero e tra i luoghi più aridi al mondo, con viste mozzafiato delle dune di sabbia e spettacolari paesaggi desertici. Incredibilmente, diverse specie di flora e fauna hanno saputo adattarsi a questo ambiente e sopravvivono in condizioni così estreme. Baia dos Tigres è una spiaggia meravigliosa che ospita una numerosissima colonia di foche. Circondata da una catena montuosa che crea un paesaggio unico, è molto popolare tra i surfisti.

Le esperienze imperdibili:
• Luanda, la capitale che balla a ritmo di kizomba e kuduru
• Formazioni rocciose, cascate e spiagge bianche con scogliere a picco sull’Oceano Atlantico
• Parchi Nazionali Kissama e Iona, tra i più importanti siti naturali di tutta l’Africa
• Etnie nomadi, pitture rupestri e culture tribali

Importante: per partecipare a questo viaggio è necessario un buon spirito di adattamento; le sistemazioni sono spesso semplici e i trasferimenti tra le varie località sono spesso lunghi

Programma di viaggio

1° giorno: Italia – Luanda

Partenza dall’Italia con voli di linea per Luanda (costo del trasporto aereo non incluso nella quota base). Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno: Luanda

Arrivo all’aeroporto di Luanda, disbrigo delle formalità doganali e ritiro del bagaglio. Trasferimento in hotel e tempo a disposizione. Visita della città, incluso l’ingresso al Museo antropologico, Iron Palace (costruito dalla compagnia di Gustave Eiffel), la fortezza del XVI secolo e il museo militare. Pranzo in un ristorante locale (non incluso) e tempo a disposizione per passeggiare in autonomia nella bellissima baia di Luanda prima di rientrare in hotel. Cena libera e pernottamento.

3° giorno: Luanda - Malanje Area

Partenza alle 05:30 per Malanje (circa 7 ore di strada) e visita di Pungo Andongo lungo la strada. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Le Pietre Nere di Pungo Andongo sono formate da una serie di formazioni rocciose con figure molto particolari che ricordano la forma degli animali della savana africana. Il paesaggio è spettacolare ed è come se la natura si fondesse con l’ambiente anche nella forma. Qua si dice inoltre che viva lo spirito della regina Njinga, leader della resistenza contro i portoghesi.

Pasti inclusi: prima colazione e cena

4° giorno: Malanje Area

Prima colazione e partenza per Kalandula per osservare le cascate. Sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento.

Nell’entroterra dell’Angola, la città di Manaje si trova all’interno dell’omonima regione ed è ricca di bellezze naturali e culturali. Qui si può godere di paesaggi naturali sorprendenti dalla bellezza unica. Anche chiamata “città dei giganti”, ospita le cascate di Kalandula, sul fiume Lucala, il maggior affluente del fiume Kwanza. Le cascate sono enormi, alte 107 metri e larghe 400. La loro curiosa forma a ferro di cavallo è unica e sono le seconde più potenti del continente dopo le Victoria Falls. Queste possenti cascate rappresentano una delle risorse naturali più importanti del Paese e sono spesso circondate da nebbia e arcobaleni che rendono la visione di questo sito ancora più eterea e surreale.

Pasti inclusi: prima colazione

5° giorno: Malanje Area – Cabo Ledo

Partenza di buon mattino per Cabo Ledo (circa 6 ore di strada). Sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento.

Cabo Ledo è il luogo più bello della costa Angolana, famoso per le spiagge di sabbia bianca e le imponenti scogliere che sovrastano l’Oceano Atlantico. Si trova a circa 120 km a sud di Luanda ed è popolare tra i surfisti. La città offre viste panoramiche spettacolari e un’atmosfera rilassata, ideale per godersi il mare e il sole in un ambiente pittoresco e naturale.

Pasti inclusi: prima colazione

6° giorno: Cabo Ledo – Kissama – Luanda

Partenza di buon mattino per Kissama per un fotosafari mattutino. Lungo la strada, sosta a Miradouro da Lua e a un mercatino dell’artigianato. Pranzo presso il ristorante locale Criper. Arrivo in hotel e sistemazione, cena libera e pernottamento.

Il Parco Naturale di Kissama è il più importante e famoso dell’Angola, area protetta dal 1938. È anche uno dei parchi più grandi al mondo con quasi un milione di ettari. Il parco offre una grande varietà vegetale e animale. La fauna, decimata dal bracconaggio durante la guerra civile, è stata reintrodotta trasportando animali dal Botswana e dal Sudafrica nel 2001-2002 durante l’operazione Arca di Noe ed oggi la savana punteggiata da baobab ospita giraffe, bufali, antilopi, elefanti e tartarughe marine.
Miradouro da Lua, “Il belvedere della luna”, è un insieme di falesie erose dal vento e dalla pioggia che creano un paesaggio lunare color ocra incredibilmente suggestivo. Collocata a 40 chilometri da Luanda, il paesaggio è unico e surreale.

Pasti inclusi: prima colazione e pranzo

7° giorno: Luanda – Lubango

Prima colazione in hotel. Trasferimento verso l’aeroporto e volo di linea per Lubango. Incontro con la guida locale e visita di Tundavala e del Cristo Rei. Sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento.

La montagna Tundavala è alta oltre 2200 metri e scende bruscamente in una gola con un dislivello di circa 1000 metri formando la Goda di Tundavala. Questo è uno spettacolare punto panoramico. Dall’alto del promontorio si può infatti osservare il panorama che si estende per decine di chilometri.
La statua del Cristo Rei è alta 30 metri e risale agli anni ’40. La statua sovrasta la città di Lubango ed è visibile da qualsiasi punto della città. Dall’alto, la vista della città è altrettanto completa.

Pasti inclusi: prima colazione

8° giorno: Lubango – Namibe – Iona

Prima colazione e partenza per il Namibe passando per Serra da Leba. Visita della tribù Ovanguendelengo a Bibala. Pranzo presso il sito archeologico di Macahama. Visita delle Curoca Hills e dell’arco del Namibe. Sistemazione presso Pink Dunes Camping nel Parco Nazionale Iona, cena e pernottamento.

Secondo la leggenda, Serra da Leba porta il nome della donna che ha pensato e costruito l’omonima strada. Situata poco fuori Lubango, è una spettacolare strada di montagna costruita in epoca coloniale, alla fine degli anni ’60.
La tribù Ovanguendelengo appartiene al gruppo dei Ovakuvale e sta scomparendo rapidamente. Incontrarli tuttavia, è un’esperienza unica e donne e uomini conservano ancora le loro antiche tradizioni.
Le Curoca Hills sono rappresentate da un maestoso canyon di arenaria rossa considerato sacro dalla popolazione locale che sembra prendere fuoco al tramonto.
L’arco di Namibe è un’oasi nel deserto che solitamente si riempie ogni 6 anni in base alle piogge.
Il Deserto del Namib è una delle principali attrazioni del Paese. Questo deserto è considerato tra i più antichi e spettacolari del mondo, con paesaggi mozzafiato e una ricca biodiversità. Le sue dune di sabbia rossa possono raggiungere perfino i 300 metri di altezza, e da qui è possibile godere di albe e tramonti indimenticabili.

Pasti inclusi: prima colazione, pranzo e cena

9° giorno: Parco Iona – Baia dos Tigres

Prima colazione e partenza per Riscos at Low Tide. Escursione in barca fino all’isola dos Tigres. Pranzo e pomeriggio a disposizione. Rientro al campo, cena e pernottamento.

Il Parco Nazionale di Iona è un affascinante parco del Namibe ricco di paesaggi naturali diversi tra loro. La riserva naturale ricopre un’area di oltre 5.600 chilometri quadrati e offre deserti, laghi, fiumi e coste oceaniche. La sua posizione geografiche lo rende uno dei più ricchi ecosistemi dell’Africa. Tra le sue principali attrazioni si collocano le immense dune di sabbia del deserto del Namib in cui praticare sandboarging, escursionismo e osservare la fauna selvatica, tra cui orici, orici delle pianure, zebre e addax. La costa del parco è altrettanto affascinante, con spiagge remote e selvagge, spettacolari scogliere e una ricca vita marina.
Baia dos Tigres di trova nella regione del Namibe ed è un luogo affascinante che offre diverse attrazioni, tra cui la sua spiaggia incontaminata. La sabbia dorata, il sole africano, le acque cristalline creano qui un ambiente perfetto in cui rilassarsi e ammirare la bellezza del paesaggio circostante. La Baia offre anche una ricca fauna marina. Sono infatti presenti diverse specie di pesci, tartarughe marine e delfini. Qui amanti dello snorkeling e del diving troveranno il luogo ideale in cui divertirsi. L’Isola dos Tigres è raggiungibile in barca ed è habitat di uccelli e numerose creature marine.

Pasti inclusi: prima colazione, pranzo e cena

10° giorno: Baia dos Tigres – Parco Iona – Virei

Prima colazione e partenza verso Tômbua. Proseguimento per Virei e pranzo lungo il tragitto. Sistemazione nel campo tendato insieme alla tribù Ovakuvale nella Bero River Valley. Le donne di questa tribù sono riconoscibili grazie a una semplice stringa che usano intorno al seno per svolgere al meglio le normali attività quotidiane e dalle cavigliere che indossano. Cena e pernottamento.

La tribù Ovakuvale è composta da pastori seminomadi che vivono di allevamento e agricoltura. Le donne si distinguono da quelle delle altre tribù: indossando grandi copricapo colorati chiamati ompata sotto i quali indossano spesso un copricapo blu. Le donne indossando un piccolo nastrino intorno al seno che chiamano oyonduthi. Si dice che faciliti l’allattamento al seno, tuttavia molte lo indossano anche dopo la maternità. Le donne inoltre provvedono a dare una forma a V invertita alla loro arcata dentale superiore e si fanno estrarre un dente dell’arcata inferiore. La ragione è estetica ma sembra che in passato abbia avuto anche ragioni funzionali. Le bambine e le ragazze dipingono il loro petto e il collo con pittura ocra e alcune la usano anche per ricoprire i capelli. Gli uomini provvedono all’allevamento del bestiame e le donne e i bambini rimangono invece presso il villaggio. A fine giornata, tutti si ritrovano per le loro danze locali. Questa tribù appartiene alla tribù Herero e parla Bantu.

Pasti inclusi: prima colazione, pranzo e cena

11° giorno: Virei – Tchitundo-Hulo – Pediva

Prima colazione e vista dei siti archeologici di Tchitundo-Hulo. Proseguimento per Pediva hot spring, pranzo lungo il tragitto. Sistemazione in campo tendato sulla strada per Otchifengo, cena e pernottamento.

I dipinti sulla roccia di Tchitundo-Hulo testimoniano la popolazione ha abitato queste terre in precedenza. Considerato uno dei principali siti culturali del Paese, presenta rocce desertiche decorate con diverse figure e disegni astratti.
Lungo il fiume Curoca si trovano le acque termali Pediva a formare due piscine naturali. In quella più piccola l’acqua è più calda mentre in quella più grande l’acqua è più fresca. Le persone locali ritengono che le acque di queste piscine siano terapeutiche per la pelle.

Pasti inclusi: prima colazione, pranzo e cena

12° giorno: Pediva – Otchifengo – Oncocua

Prima colazione e partenza per Oncocua per incontrare le tribù Ovakahona e Ovahimba. Sistemazione a Oncocua presso la tribù Ovakahoca, cena e pernottamento.

Pasti inclusi: prima colazione, pranzo e cena

13° giorno: Oncocua

Prima colazione e incontro con la tribù Ovahimba. Pranzo al campo e incontro con la tribù Vatua. Cena e pernottamento al campo.

La tribù Ovahimba è composta da un gruppo etnico di circa 12.000 persone che vivono tra il confine con l’Angola e la Namibia. Discendenti di un gruppo di Herero, alla seconda metà del XIX secolo migrarono in queste terre attraversando il fiume Kunene per sfuggire alle aggressioni dei Nama. Qua chiesero ospitalità ai San della tribù Ngambwe (Boscimani) e per questo presero il loro nome, che significa “popolo che mendica”. Non avendo praticamente alcun contatto con i colonizzatori tedeschi, furono in grando di mantenere immutato il loro stile di vita tradizionale. Seguono ancora ad oggi la transumanza delle mandrie di bovini, fonte di vita e credenza religiosa e danno seguito alle tradizioni antiche del loro popolo.

Pasti inclusi: prima colazione, pranzo e cena

14° giorno: Oncocua – Cahama – Lubango

Prima colazione e partenza per Cahama, incontro con la tribù Ovandimba. Pranzo a Chibia e incontro con la tribù Ovamwila prima di ripartire per Lubango. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Questa tribù è semi nomade ed è riconoscibile per il colore della pelle. Le persone che la compongono si ricoprono infatti con un miscuglio di grasso di latte, erbe e polvere ocra per proteggere la pelle e respingere gli insetti. Il popolo Ovakahonas è formato principalmente da allevatori di capre e il numero di animali posseduto da ciascuna persona ne indica il suo stato sociale. Le donne indossano accessori per capelli composti di erbe, grasso e altre sostanze di scarto.

Pasti inclusi: prima colazione, pranzo e cena

15° giorno: Lubango – Luanda

Prima colazione e tempo a disposizione. Nel pomeriggio, partenza con volo di linea per Luanda. Trasferimento e sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.

Pasti inclusi: prima colazione

16° giorno: Luanda – Italia

Prima colazione in hotel. In tempo utile, trasferimento verso l’aeroporto e partenza con voli di linea per l’Italia (quota volo non inclusa).

Pasti inclusi: prima colazione

17° giorno: Italia

Arrivo all’aeroporto di destinazione e termine del viaggio.

Informazioni sul viaggio:

  • le sistemazioni:

    SISTEMAZIONI PREVISTE:

    • Luanda: Continental Horizonte Hotel
    • Malanje Area: Kahombo Resort
    • Cabo: Ledo Hotel Portugália
    • Lubango: Casper Lodge
    • Parco Iona: Pink Dunes Camping
    • Baia dos Tigres: Campo tendato
    • Bero River Valley: Campo tendato
    • Pediva: Campo tendato
    • Oncocua: Campo tendato

     

    N.B. le sistemazioni previste potrebbero essere sostituite da altre similari

  • Visto e Vaccinazioni:

    Dal 29 settembre 2023, con l’entrata in vigore del Decreto Presidenziale n.189/23, i cittadini italiani non necessitano piú di un visto turistico per soggiorni in Angola della durata massima, per entrata, di 30 giorni consecutivi e fino a un massimo di 90 giorni l’anno. È consigliabile che il passaporto abbia una validità minima di sei mesi e almeno due pagine libere. Questo regime di esenzione si applica solo ai visti turistici, fermo restando l’obbligo di richiedere un visto per le altre categorie di soggiorni (ad esempio visto di lavoro, di investitore o per fissazione della residenza). Per maggiori informazioni sull’esenzione per i visti di turismo e per richiedere altre tipologie di visto rivolgersi direttamente all’Ambasciata dell’Angola in Italia (www.ambasciatanagolana.com).

    I titolari di passaporto diplomatico e di servizio sono esenti da visto per soggiorni inferiori ai 90 giorni ogni 6 mesi, in virtù di accordo bilaterale.

    Soggiornare in Angola con il visto scaduto comporta una multa relativamente alta e il fermo di polizia.

    La vaccinazione contro la febbre gialla rappresenta un requisito di accesso all’interno del Paese per tutti i viaggiatori di età superiore ai 9 mesi di vita. Tale vaccinazione deve essere effettuata almeno 10 giorni prima dell’ingresso nel Paese. Benché l’OMS abbia stabilito che la copertura del vaccino vale per tutta la vita, l’Angola non si è ancora adeguata a questa nuova direttiva e continua a richiedere la vaccinazione ogni dieci anni.

    Le Autorità di frontiera effettuano rigorosi controlli sulla validità del certificato stesso.

Approfondimenti sul Paese:

Vuoi maggiori informazioni sull’Angola? Clicca qui

Prezzi e date:

17 giorni – 14 notti
Viaggio individuale con autista parlante Inglese
Partenze a data libera

Quote per persona a partire da, voli NON inclusi *:

partenze in camera doppia suppl.
singola
min. 4 partecipanti min. 8 partecipanti
dal 01 aprile al 31 dicembre 2024 € 7.980 € 4.510 € 2.230

* NOTA: i voli, non inclusi in quota, verranno quotati in base all’aeroporto di partenza ed alla miglior tariffa disponibile al momento della prenotazione

Assicurazione annullamento-medico-bagaglio: da quotarsi sulla base del costo totale del viaggio

Quota individuale di gestione pratica: € 95

La quota comprende:

  • Sistemazione e pasti come da programma
  • Voli domestici e trasferimenti come da programmi (in 4×4 dal 3° al 6° giorno)
  • Visite ed escursioni come da programma
  • Autista parlante inglese
  • Kit da viaggio

La quota non comprende:

  • Voli internazionali
  • Tasse aeroportuali
  • Tasse locali da pagare localmente
  • Gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Mance fotografiche e video non a programma
  • Le escursioni facoltative
  • Blocco Valuta
  • Visto ingresso Angola
  • Assicurazione annullamento-medico-bagaglio
  • Quota gestione pratica
  • Tutto quanto non espressamente indicato nel programma o alla voce “la quota comprende”

Formalità d'ingresso:

ANGOLA: Informazioni utili
Scopri di più
ANGOLA: Informazioni utili

Documentazione necessaria all’ingresso nel Paese
Passaporto:
necessario, con validità residua di almeno sei mesi e con almeno una pagina bianca fronte e retro. Si segnala inoltre che per ottenere il visto di lavoro, ricongiungimento familiare o di residenza, è consigliabile che il passaporto abbia almeno due pagine libere e una validità minima di un anno.

Per informazioni aggiornate, suggeriamo di consultare il sito VIAGGIARE SICURI

Viaggi all’estero dei minori:
si prega di consultare l’Approfondimento “Documenti di viaggio – documenti per viaggi all’estero di minori”.

Visto d’ingresso:
d
al 29 settembre 2023, con l’entrata in vigore del Decreto Presidenziale n.189/23, i cittadini italiani non necessitano piú di un visto turistico per soggiorni in Angola della durata massima, per entrata, di 30 giorni consecutivi e fino a un massimo di 90 giorni l’anno. È consigliabile che il passaporto abbia una validità minima di sei mesi e almeno due pagine libere. Questo regime di esenzione si applica solo ai visti turistici, fermo restando l’obbligo di richiedere un visto per le altre categorie di soggiorni (ad esempio visto di lavoro, di investitore o per fissazione della residenza). Per maggiori informazioni sull’esenzione per i visti di turismo e per richiedere altre tipologie di visto rivolgersi direttamente all’Ambasciata dell’Angola in Italia (www.ambasciatanagolana.com).

I titolari di passaporto diplomatico e di servizio sono esenti da visto per soggiorni inferiori ai 90 giorni ogni 6 mesi, in virtù di accordo bilaterale.

Soggiornare in Angola con il visto scaduto comporta una multa relativamente alta e il fermo di polizia.

Formalità valutarie e doganali:
per i cittadini stranieri che non risiedono in Angola è obbligatorio denunciare all’ingresso del Paese il possesso di valuta straniera per un ammontare superiore a USD 5.000 a persona; tale soglia è di USD 1.500 per i minorenni. La dichiarazione doganale che viene rilasciata è l’unico strumento che autorizza ad uscire dal Paese portando con sé una quantità di valuta pari o inferiore a quanto dichiarato all’ingresso. È proibito uscire dall’Angola con più di 50.000 Kwanza (circa 120 euro). Si consiglia di portare con sé euro o dollari USA, soprattutto quelli di ultima serie. Il cambio va effettuato sempre in banca o presso gli uffici di cambio autorizzati; il cambio nero, cioè effettuato, per strada è illegale e pericoloso. Gli orari delle banche sono i seguenti: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 15.00. Le carte di credito, ancorché in rapida diffusione presso i maggiori centri commerciali e nei grandi alberghi, non sono accettate ovunque.