COLOMBIA

Colombia Storica

11 Giorni - 9 notti / viaggio individuale
Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci per maggiori informazioni oppure chiederci di prepararti un preventivo: i nostri Consulenti sono a tua disposizione …

Inserisci un nome valido
Inserisci un cognome valido
Inserisci un indirizzo email valido
Inserisci un numero di telefono valido
Inserisci un messaggio
Vuoi maggiori
informazioni?

Il Viaggio

Un tour che abbina la capitale Bogotà e la perla coloniale di Cartagena alle fantastiche città coloniali dell’interno meno conosciute e al maestoso Cañon del Chicamocha. Sono presenti una serie di attività uniche e originali incastonate all’interno del programma, come ad esempio una suggestiva camminata di 2 ore lungo la strada reale che collega Guane con Barichara e la visita al Parco Nazionale di Chicamocha e allo spettacolare Canyon e la funivia tra le più lunghe al mondo.

Viaggio attraverso un paese sorprendente per le numerose meraviglie naturali, che spaziano da spiagge da sogno a cime andine e foresta amazzonica, e le grandi testimonianze di antiche civiltà precolombiane e del periodo coloniale, con città, villaggi, conventi, zone archeologiche e un ricco passato storico, eredità della Spagna, visibile ad esempio nelle strade acciottolate dove si affacciano case coloniali dai colori pastello in piccoli paesini nascosti.

La ricchezza della popolazione è, inoltre, il vero fascino del paese dove si possono incontrare numerose comunità indigene: gli Arawako e Kogi nella Sierra Nevada de Santa Marta, i Kamsá nel Putumayo, i Cubeos in Vaupés, i Wayúu nella Guajira, i Guambianos a Silvia. Un melting pot razziale dovuto ad un mix di neri africani, indiani ed europei che ha formato un popolo allegro, generoso, disponibile ed entusiasta.

Programma di viaggio

1° giorno: ITALIA - BOGOTÀ

Partenza dall’Italia con volo di linea intercontinentale per Bogotà (non incluso in quota). Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento.

2° giorno: BOGOTÀ

Prima colazione in hotel. Visita di mezza giornata con guida parlante italiano per il centro storico di Bogotá noto come La Candelaria.

Questo vecchio quartiere ha una grande importanza nella storia del paese per il suo patrimonio culturale e per l’architettura coloniale dell’epoca spagnola. Visita della piazza principale, Plaza de Bolívar, dove si trova una grande statua de “El Libertador” Simon Bolivar. Questa piazza, originariamente si chiamava Plaza Mayor, era usata per scopi civili, militari, come piazza del mercato, arena ed era anche luogo di esecuzioni. La Cattedrale, che si trova sul lato orientale dalla piazza, fu edificata nello stesso luogo dove sorgeva la prima chiesa di Bogotá nell’anno 1539 e ospita un’importante collezione di oggetti religiosi come tessili e oggetti d’arte. La cappella del Sagrario si trova proprio accanto alla Cattedrale ed è un gioiello di architettura religiosa, custodisce pregevoli pezzi di arte religiosa coloniale di Gregorio Vasquez de Arce e Ceballo. Il Campidoglio, costruito tra il 1847 e il 1926, ha alcune influenze rinascimentali e neoclassiche con pietre scolpite e alte colonne, fu il primo esempio della Architettura civile repubblicana. La parte centrale del Campidoglio, conosciuta come la Sala Ellittica, è il luogo in cui si tengono le riunioni del congresso ed è l’attuale Camera dei Deputati e del Senato. All’interno ci sono i busti di presidenti come il Il generale Tomás Cipriano Mosquera, presidente per quattro mandati, e Rafael Núñez, il compositore dell’inno nazionale della Colombia. Intorno alla Plaza de Bolívar ci sono il Palazzo di Giustizia, gli uffici dell’Ufficio del Sindaco di Bogotá chiamato Palazzo Liévano, la scuola più antica del paese chiamata San Bartolomé e la Casa de los Comuneros, il nome dei capi che parteciparono alla fine del XVII secolo ai tentativi di ottenere l’indipendenza dalla Spagna e la formazione della Repubblica. La visita prosegue nel Museo Botero, un’antica casa coloniale che espone alcuni delle opere d’arte del maestro Fernando Botero e anche pezzi della sua collezione personale che comprende opere di Picasso, Renoir, Dalí Matisse, Monet e Giacometti. Si prosegue con il Museo dell’Oro, che ha una mostra permanente di circa 32.000 pezzi d’oro e 20.000 pezzi di pietra, ceramica e tessuti; tutti gioielli di culture Quimbaya, Calima, Tayrona, Sinu, Muisca, Tolima, Tumaco e Magdalena. Il Museo dell’Oro è considerato uno dei più importanti musei del suo genere a livello internazionale. È stato aperto nel 1939. Pranzo al Bijao & Malanga, angolo gastronomico nel centro storico. I loro piatti hanno il condimento di Luz Dary Cogollo, uno dei cuochi di Plaza de Mercado La Perseverance, che nel 2019 ha vinto il premio per il miglior ajiaco (brodo di pollo) della capitale paese e che ha recitato nel capitolo Bogotá della serie Street Food Latin America di Netflix. Nel pomeriggio si andrà alla scoperta dell’impressionante storia di un gruppo di persone del posto del quartiere Egypto di Bogotá, che ha deciso di lasciarsi alle spalle il passato e fanno un tour per le strade ricche di opere d’arte e che raccontano la storia del quartiere. Passeggiata per le strade colorate de La Candelaria fino a raggiungere Nuestra Señora de Egipto, la chiesa situata all’ingresso del Barrio Egipto. Visiterete Calle Real, con le sue strade acciottolate e le sue colorate case coloniali. Vi fermerete a El Cuadrado, punto centrale che in passato era un luogo strategico di controllo del territorio della bande e oggi è dipinto con immagini che mostrano la storia e i nuovi valori delle le persone. Si arriverà fino alle colline dove si trovano le modeste case delle guide locali e delle loro famiglie.

Al termine rientro in hotel, cena libera e pernottamento.

NOTA: Tutti i lunedì è chiuso il Museo dell’Oro. Tutti i martedì sono chiusi il Museo Botero e il Museo de La Moneda.

3° giorno: BOGOTA – ZIPAQUIRA - VILLA DE LEYVA

Prima colazione in hotel. Partenza in direzione nord per Zipaquirá, percorrendo la regione centrale della savana dove si trovano le famose coltivazioni di fiori, riconoscibili dalle numerose serre che s’intravedono dalla strada. Arrivo dopo circa un’ora e un quarto. Zipaquirá, in lingua originaria città dello Zipa, massimo gerarca della comunità Muiscas. Zipa era il capo assoluto delle ricche miniere di sale della zona. Arrivo e visita dell’impressionante Cattedrale di Sale, magnifica opera d’arte e d’ingegneria. La visita inizia in un tunnel, lungo il quale si trovano le quattordici stazioni della Via Crucis, che conduce alla Cupola da dove si può osservare la grande croce in bassorilievo. Si giunge infine alle tre navate della Cattedrale, collegate tra di loro da aperture che rappresentano la nascita e la morte di Cristo. Nella navata centrale si trovano l’altare Maggiore, una croce di 16 metri di altezza e “la creación del Hombre” un’opera intagliata in marmo dallo scultore Carlos Enrique Rodriguez. Dopo il tour, è previsto un rituale di rilassamento per 60 minuti nella Spa Desal nella Cattedrale del Sale di Zipaquirá, un luogo incantevole. Pranzo in un ristorante locale. Nel pomeriggio proseguimento per Villa de Leyva. Arrivo dopo circa due ore e sistemazione in Hotel. Sistemazione in hotel, pasti liberi. Pernottamento.

4° giorno: VILLA DE LEYVA

Prima colazione in hotel. Visita di una fattoria contadina dove potrete conoscere il processo e le tecniche ancestrali di tessitura della lana, dalla tosatura delle pecore alla filatura. Alla fine di esperienza potrete gustare un pranzo tipico in fattoria. Ritorno a Villa de Leyva. Visita di Villa de Leyva. Prima dell’arrivo degli spagnoli, questa zona era abitata dai Muisca, si dice che un Chibcha fosse la persona che costruì il principale osservatore astronomico. Villa de Leyva è stata dichiarata monumento nazionale nel 1954 ed è praticamente rimasta intatta con pochissime costruzioni moderne. È ancora possibile respirare l’atmosfera di epoca coloniale. Si visiteranno: la Plaza Mayor con 14.000 metri quadrati che è una delle più grandi nel paese, la Cattedrale; la Casa di Antonio Nariño, la casa dell’eroe dell’indipendenza; la casa di Antonio Ricaurte che combatté sotto il comando di Bolívar ed è noto per il suo eroico sacrificio nella battaglia di San Mateo; la Camera dei Congressi, dove il 4 ottobre 1812 si tenne il primo Congresso delle Province Unitarie della Nuova Granada e il Museo di Arte Coloniale. Visita alla Casa Museo Luis Alberto Acuña. Battezzata con questo nome in onore dell’artista, pittore, scultore e scrittore colombiano. Acuña, insieme ad altri artisti, ha creato il movimento Bachué, che qui è evidenziato e ha sempre cercato il recupero del sentimento e dell’atmosfera essenziale attraverso l’arte degli antenati Chibcha. Il Museo del Maestro Acuña offre anche mostre di oggetti coloniali, di strumenti musicali e di mobili. Successivamente visita al Museo El Fósil, fondato nel 1977 e situato a 5,5 km da Villa di Leiva. Il museo è stato costruito esattamente nel luogo in cui è stato ritrovato un Kronosaurus, un rettile marino di oltre 120 milioni di anni e lungo 20 metri. Rientro in hotel, cena libera e pernottamento.

5° giorno: VILLA DE LEYVA – SOCORRO - BARICHARA

Prima colazione in hotel. Visita al convento di Santo Ecce Homo fondato dai Domenicani nel 1620. La cappella ha una magnifica pala d’altare d’oro con una piccola immagine di Ecce Homo. Proseguimento del viaggio in auto fino a Barichara per circa 5 ore. Lungo la strada si attraverseranno le foreste andine; si farà una sosta sulla strada a Moniquirá per visitare una fabbrica e conoscere la produzione del “bocadillo veleño”, un tipico dolce colombiano fatto con un frutto tropicale “guava”, che viene coltivato nella regione di Santander. Il “veleño”, che è avvolto in foglie di banano, si chiama così perché è prodotto principalmente nella provincia di Vélez. Si proseguirà per la storica città di Socorro e dal sito della famigerata Rivoluzione Comunista alla fine del secolo XVIII. Arrivo a Barichara e sistemazione in hotel. Pasti liberi e pernottamento.

6° giorno: BARICHARA – GUANE - BARICHARA

Prima colazione. In mattinata partenza da Barichara in auto per 50 minuti, prendendo la strada che conduce a Charalá, una tipica cittadina santanderiana chiamata così per onorare il Capo Guane “Chalala”. Lungo la strada potrete ammirare e godere dello splendido paesaggio di Santander prima di raggiungere il punto di partenza della passeggiata. L’escursione inizia sulla soleggiata strada sterrata verso i torrenti d’acqua che scorrono lungo il fiume Juan Curí. Dopo 30 minuti, la strada entra nelle foreste verdi e il paesaggio cambia. All’arrivo troverete una piscina naturale immersa nel verde che è stata formata dalla cascata, dove è possibile fare un bagno. Proseguimento per Guane, paese situato su un piccolo altopiano accanto alle colline e il maestoso fiume Suarez. Questa città coloniale perfettamente conservata, con un passato precolombiano, risale al XVII secolo e si trova a 1.100 metri di altitudine. Visita del museo Paleontologico e Archeologico Isaías Duarte Cancino per osservare i fossili della regione; sono presenti diversi pezzi risalenti agli indigeni Guanes dove spicca la mummia di una ragazza. Successivamente visita della Chiesa in pietra di Santa Lucia e la Piazza Centrale. Il tour continua tornando a Barichara per fare un giro a piedi o in auto attraverso il centro. La piazza principale è elegantemente circondata da alte palme e fogliame frondoso e sul lato occidentale del parco si trova il municipio; un vero edificio coloniale con ampi balconi, colonne interne in pietra e il monumento alla “Hormiga Culona” al centro del patio. Le chiese più importanti sono la Immacolata Concezione e la chiesa di San Lorenzo Mártire che hanno altari bagnati d’oro. La Cappella di Santa Bárbara che fu costruita alla fine del secolo XVIII e dove da un lato si può vedere un enorme albero di ceiba. Ci sono alcuni punti panoramici da cui si può godere della vista verso la valle del fiume Suarez e le vie del paese. Successivamente, visita la Casa de Arte de Oficios, dove artisti locali espongono le loro opere come i tessuti di cotone. Ritorno in albergo. Pasti liberi e pernottamento. Il Museo Paleontologico e Archeologico Isaías Duarte Cancino è chiuso il mercoledì, ma il giorno di chiusura può subire variazioni senza preavviso. Il Martedì a Barichara le chiese, le cappelle, il cimitero e il Parco per le Arti dove si trovano le sculture, sono chiusi. È frequente che alcuni dei siti turistici e laboratori di Barichara e Guane chiudano senza preavviso. Gestiscono orari di apertura irregolari e non possiamo garantire l’accesso a tutti i siti menzionati.

7° giorno: BARICHARA – PARCO NAZIONALE CHICAMOCHA - CARTAGENA

Prima colazione in hotel. Partenza per il Parco Nazionale di Chicamocha situato a circa 1 ora di auto, sulla strada che porta a Bucaramanga. In questo luogo si trova il maestoso Canyon del Chicamocha e sullo sfondo si può vedere il fiume omonimo, che ha creato il secondo canyon più profondo del mondo. Il parco ha un’area di circa 342 ettari. Il clima temperato di questa regione, insieme alla sua brezza, è ideale per escursioni lungo i sentieri che portano a vari luoghi di interesse su questo terreno accidentato e unico. C’è una funivia che attraversa il canyon di Chicamocha 6,3 km per 30 minuti. Questa è una delle corse in funivia più grandi e lunghe nel mondo. All’interno del parco, vale la pena dedicare del tempo a visitare la replica di della città di Santander, il Museo Guane, il monumento alla cultura santandereana, il belvedere e il parco delle capre e degli struzzi. Pranzo in corso di escursione. Trasferimento in aeroporto a Bucaramanga (circa 1 ora e mezza). Partenza con volo con scalo per Cartagena. Arrivo, trasferimento in hotel. Sistemazione, cena libera e pernottamento.

NOTA: il Parco apre dal giovedì alla domenica dalle 10:00 del mattino alle ore 18:00 del pomeriggio.

8° giorno: CARTAGENA

Prima colazione in hotel. Escursione di mezza giornata dedicata alla visita del quartiere coloniale della città partendo dal Parco Bolívar, circondato da grandi alberi, quattro fontane e la statua del Liberatore. Intorno alla piazza del parco si trova il Palazzo dell’Inquisizione, riconoscibile dal portone d’ingresso in stile barocco. Le riunioni del tribunale hanno avuto luogo in questo posto nel Palazzo e questo ospitava la prigione e le camere di tortura per i presunti oppositori della Chiesa cattolica. La visita prosegue con la chiesa di Santo Domingo e termina con le fortificazioni di Cartagena. Pranzo libero. Pomeriggio a disposizione. In serata cena presso il ristorante Celele che propone ai suoi commensali una cucina tipica contemporanea basato sulla cultura gastronomica e sulla biodiversità del territorio caraibico colombiano. Considerato tra i migliori 50 ristoranti del latino america. Rientro in hotel e pernottamento.

9° giorno: CARTAGENA - TIERRA BOMBA (ISOLA DEL ROSARIO) - CARTAGENA

Prima colazione in hotel. Escursione collettiva di un’intera giornata a Tierra Bomba o su un’altra isola del Rosario dove troverete un posto circondato da piante tropicali e giardini che si armonizzano con un ambiente calmo, la brezza calda e il rumore del mare. Pranzo libero. Nel pomeriggio rientro in hotel. Cena libera e pernottamento. È importante tenere presente che la struttura di Tierra Bomba non dispone di un molo, quindi all’arrivo si scende direttamente dalla barca sulla sabbia.

10° giorno: PARTENZA DA CARTAGENA

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto in tempo utile per la partenza con volo di linea intercontinentale. Pasti e pernottamento a bordo.

11° giorno: ARRIVO IN ITALIA

Arrivo in Italia e termine del viaggio.

Informazioni sul viaggio:

  • le sistemazioni:
    • Bogotà: Hotel Novotel Parque 93 ****
    • Villa de Leyva: Posada de San Antonio, cat. standard
    • Barichara: Hotel Boutique Casa Oniri ***
    • Cartagena: Hotel Casa Canabal ****

     

    N.B. Le sistemazioni previste potrebbero essere sostituite con altre similari di pari categoria

Approfondimenti sul Paese:

Vuoi maggiori informazioni sulla Colombia?

Prezzi e date:

11 giorni – 9 notti
Viaggio individuale con partenze giornaliere
Escursioni con guide locali multilingue

Quote per persona a partire da, voli NON inclusi *:

partenze in camera doppia in camera singola
dal 01 aprile al 25 settembre 2024 € 4.313 € 4.957

* NOTA: voli non inclusi, verranno quotati alla miglior tariffa disponibile al momento della prenotazione

Quota individuale di gestione pratica: € 95

Assicurazione annullamento-medico-bagaglio: da quotarsi sulla base del costo totale del viaggio

La quota comprende:

  • voli interni in classe economica
  • trasferimenti da e per gli aeroporti come da programma
  • sistemazione negli hotel indicati in trattamento come da programma
  • escursioni come da programma con guida in italiano
  • kit da viaggio

La quota non comprende:

  • voli intercontinentali e relative tasse aeroportuali
  • pasti non previsti in programma
  • bevande, mance ed extra di carattere personale
  • visite ed escursioni non incluse nel programma
  • eventuali tasse locali pagabili in loco
  • assicurazione annullamento-medico-bagaglio
  • quota individuale di gestione pratica
  • tutto quanto non incluso in programma o alla voce “la quota comprende”

Formalità d'ingresso:

COLOMBIA: informazioni utili
Scopri di più
COLOMBIA: informazioni utili

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L’INGRESSO NEL PAESE:

Passaporto: necessario, in corso di validità. Si raccomanda che la data di scadenza del passaporto non sia inferiore ai tre mesi dalla data di entrata in Colombia. Le autorità colombiane non ammettono viaggiatori con libretto del passaporto deteriorato.

Biglietto di ritorno: Necessario, viene richiesto anche dalle compagnie aeree al momento della partenza dall’Italia. Si raccomanda di portare una versione cartacea del biglietto di ogni viaggiatore per evitare il diniego di imbarcare al momento della partenza. Per i viaggiatori che dopo la loro permanenza in Colombia proseguano verso un Paese terzo, è possibile presentare il biglietto di uscita, anche se non verso l’Italia. Nel caso in cui i viaggiatori riescano ad imbarcarsi senza biglietto di ritorno, una volta giunti a Bogotà può essere negato l’ingresso nel paese .

Per informazioni aggiornate, suggeriamo di consultare il sito VIAGGIARE SICURI
Viaggio all’estero di minori: si prega di consultare l’Approfondimento “Documenti di viaggio – Documenti per viaggi all’estero di minori”.

Visto d’ingresso: al momento dell’ingresso nel Paese il soggiorno è permesso fino a 90 giorni. Scaduto il termine è possibile rinnovare il permesso, fino ad un massimo di 180 giorni totali di permanenza. Il visto si rinnova presso Migración Colombia. Si sottolinea l’importanza che le dichiarazioni in merito alle ragioni e alle modalità del soggiorno siano corrette e veritiere, al fine di evitare difficoltà. In ogni caso per l’ingresso e il soggiorno in Colombia si consiglia di consultare il sito http://www.migracioncolombia.gov.co/index.php/es/ .
Per coloro che si recano nel Paese per motivi diversi dal turismo (es.: affari, partecipazione ad attività scientifiche, educative, artistiche, culturali e sportive, non a scopo di lucro), il visto va richiesto prima della partenza presso le competenti autorità diplomatico/consolari colombiane in Italia.
Informazioni in materia di visti possono inoltre essere ottenute consultando il sito dell’Ambasciata di Colombia in Italia: http://italia.embajada.gov.co/

Formalità valutarie: all’arrivo nel Paese è obbligatorio dichiarare solo le somme eccedenti i 10.000 dollari USA, compilando un modulo rilasciato dall’autorità doganale DIAN (Direcciòn de Impuestos y Aduanas Nacionales). In caso di mancata denuncia, la somma eccedente i 10.000 dollari USA o moneta equivalente, sarà confiscata dall’autorità doganale aeroportuale e restituita solo dopo averne accertato la provenienza legale e dietro pagamento di una multa pari al 30% del valore non dichiarato.
La valuta di pagamento è il Peso colombiano. La monete estere maggiormente diffuse sono il dollaro USA e l’Euro. Il cambio di valuta può essere effettuato presso Agenzie di cambio privato che operano nelle principali città del Paese dietro presentazione del passaporto o presso gli sportelli bancari.
In uscita dal Paese è previsto, in alcuni casi,  il pagamento di un “Impuesto de salida” (Tassa di uscita) pari a circa 37 US dollari (o l’equivalente in valuta locale); mentre la tassa
aeroportuale è già calcolata sul biglietto aereo. Gli importi delle tasse in questione sono soggetti a frequenti variazioni, in base al cambio Dollaro/Euro-Peso colombiano.
Si consiglia di presentarsi in aeroporto con congruo anticipo sull’orario di partenza (almeno 3 ore prima) a causa dei minuziosi controlli doganali e di sicurezza.