INDIA

Ladakh e Kashmir

16 giorni - 13 notti / viaggio con guida
Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci per maggiori informazioni oppure chiederci di prepararti un preventivo: i nostri Consulenti sono a tua disposizione …

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Obbligatorio e indirizzo email valido
Campo obbligatorio
Vuoi maggiori
informazioni?

Il viaggio

Il Ladakh, una delle zone più affascinanti dell’India nella zona himalayana che, sullo sfondo di un paesaggio lunare, ospita genti coloratissime e monasteri antichissimi. Uno spettacolare deserto di montagna in cui il buddhismo tibetano si conserva intatto da secoli. Viaggio consigliato agli appassionati con sistemazione in gradevoli campi tendati nella valle di Nubra e a Uletokpo. Unito al Kashmir, ricco di storia, dove le montagne si specchiano nel romantico lago Dal.

Programma di viaggio

1° Giorno: Italia - Delhi

Partenza da Milano con volo di linea per Delhi, via scalo internazionale (volo non incluso in quota). Pasti e pernottamento a bordo.

2° Giorno: Delhi

Arrivo in mattinata a Delhi. Trasferimento in hotel e tempo per riposare. Nel primo pomeriggio inizio della visita della città. Rientro in albergo e pernottamento. Pasti liberi.

3° Giorno: Delhi - Leh

Nelle prime ore del mattino volo per Leh, capitale della regione del Ladakh. Trasferimento in hotel e giornata a disposizione per l’acclimatamento. In serata visita al bazar. Trattamento di pensione completa.

4° giorno: Leh e la sua valle

La valle è nota per i suoi caratteristici monasteri come quello di Shey, Thikshey e Hemis: bianchi palazzi disposti a gradoni lungo ripidi pendii, come fossero scalinate di un teatro greco. Alcuni di questi monasteri erano grandi complessi con centinaia e centinaia di monaci, con grandi proprietà terriere. Il copricapo “perak”, che molte anziane ancor oggi hanno sul capo, è una fascia decorata da tanti turchesi e coralli e che dona grande prestigio. In passato, per la sua posizione geografica, Leh divenne un centro carovaniero d’attività commerciali tra il Tibet e l’India e il Palazzo Reale è una versione in miniatura del Potala di Lhasa. La città è posta a 3400 metri ed un tempo era la capitale di un piccolo regno: sulla collina esiste ancora il rudere del vecchio Palazzo Reale. Oggi la visita prevede i principali monasteri: Shey con suoi pittoreschi giardini, Thiksey, Stok con l’esposizione di pietre preziose, abiti e corone. Rientro a Leh e pernottamento in hotel. Trattamento di pensione completa

5° giorno: Nubra valley

Conosciuta come la valle dei fiori, la Nubra valley si raggiunge superando il passo di Khardung La a 5560 metri di quota, forse il passo carrabile più alto del mondo. Fino a pochi anni fa la valle era chiusa al turismo poiché, al suo termine, la barriera dell’Himalaya è contesa con il vicino Pakistan; il ghiacciaio del Siachen, ai piedi di vette ben più alte di settemila metri, è parte della contesa. La Nubra valley era un tempo via di transito per le carovane che dalla Cina, attraverso il Karakoram Pass, entravano in territorio tibetano per poi proseguire verso l’India. Consigliata l’escursione ai monasteri di Sumung o Panamik che, tra vette senza nome, da secoli, perpetuano gli insegnamenti del Buddha. Pernottamento in campo tendato. Trattamento di pensione completa.

6° giorno: Nubra valley

Dopo colazione intera giornata di visita ai villaggi Diskit e Hunder. Diskit si distende tra piantagioni di albicocche ed è il più grande villaggio della regione. Qui si trova anche il Gompa più antico e grande della Nubra valley: il Diskit Gompa. Vicino al monastero di Diskit si trova anche quello di Hundur. Pernottamento in campo tendato. Trattamento di pensione completa.

7° giorno: Nubra valley - Leh

Dopo colazione si rientra verso Leh. All’ arrivo sistemazione in hotel. Nel pomeriggio visita dello Stupa Shanti, da cui specialmente al tramonto si gode una bellissima vista panoramica di Leh. Il Palazzo di Leh, locato su una piccola collina, fu la residenza reale del reggente e si dice essere servito come modello del Potala di Lhasa. Pernottamento in albergo. Trattamento di pensione completa.

8° giorno: Chumatang – Tso Moriri

Si lascia il Ladakh e per una strada sterrata che taglia l’Himalaya e scende verso le pianure
indiane. Il percorso è di un’estrema e severa bellezza. La strada attraversa altipiani desertici e brillanti e verdi oasi di fondovalle, tutto sotto un cielo blu cobalto. È la parte paesaggisticamente più bella del viaggio e sullo sfondo la catena himalayana indiana sembra sbarrare la strada. Sulla strada per Chumatang ci si ferma al posto di frontiera di Upshi. Visita al monastero di Chumatang. Si devia verso est per il lago Tso Moriri. Qui si trova anche la Puga valley, le cui sorgenti termali di acqua calda pare abbiano effetti benefici per la cura delle ossa e delle malattie della pelle. Pernottamento in campo tendato. Trattamento di pensione completa.

9°/10° giorno: Tso Moriri - Leh

Il lago Tso Moriri, il “lago delle montagne”, circondato da montagne di oltre seimila metri
coperte da ghiacciai, è nel cuore della regione del Rupshu, l’altopiano dell’Himalaya tibetano
popolato dai tenaci pastori nomadi Changpa. Chorten, muri mani, bandiere di preghiera
ricordano la presenza del soprannaturale e la caducità della vita terrena. Pernottamento in tenda. Il secondo giorno si rientrerà a Leh attraversando il Tanglangla Pass (5350 m), il secondo passo carrozzabile più alto del mondo. All’arrivo a Leh, trasferimento in albergo. Cena e pernottamento. Trattamento di pensione completa.

11°/12° giorno: Uleytopko – Lamayuru - Kargil

Per visitare questa parte di Ladakh si ridiscende lungo la valle dell’Indo sino ad Uleytopko passando per il monastero di Alchi, incastonato all’interno di un meraviglioso scenario montano. E’uno dei monasteri meglio conservati; all’interno, le pareti sono affrescate da migliaia di piccole immagini del Buddha ancor oggi in buono stato di conservazione come lo sono i fregi lignei dei tempietti. Si visiterà poi il monastero di Likir, che appartiene alla scuola Gayluma e conserva un’enorme quantità di immagini del Buddha, con antichi manoscritti. Ci si ferma a dormire in resort ad Uleytopko e il giorno seguente si prosegue fino a Kargil, facendo sosta al Rizong Gompa, situato a 73 m da Leh. Si prosegue per il monastero di Lamayuru, considerato tra i più sacri ed importanti luoghi di culto di tutto il Ladakh. È il monastero più antico, posto in un luogo desertico e appare quasi come un miraggio. Ci si ferma poi a Mulbek, zona ad influenza buddhista per ammirare la statua di nove metri scolpita nella roccia che rappresenta Maytreya, il Buddha del futuro. Pernottamento in hotel a Kargil, città che segna il confine tra il Ladakh e il Kashmir. Trattamento di pensione completa.

13° giorno: Srinagar

Ultima lunga tappa di trasferimento via terra verso Srinagar, capoluogo del Kashmir. Sulla
strada ci si ferma per visitare Sonamarg, che presenta un altro aspetto del Kashmir, posta nella Valle dei Fiori. Si supera lo ZojiLà, il passo più ostico dell’intero viaggio e si scende verso la pianura indiana. Srinagar è una piacevole cittadina di villeggiatura distesa sulle sponde di un lago. Si pernotta nelle variopinte house boat in legno di cedro che a decine popolano le basse acque del lago. Pernottamento in Houseboat. Trattamento di pensione completa.

14° giorno: Srinagar

Visita della città e dei mercati. Srinagar, famosa soprattutto per i giardini degli imperatori Mughal, con uno show di suoni e luci, racconta la fiabesca storia d’amore della coppia reale che 400 anni prima aveva commissionato tale paradiso. Qui si trovano i più ingegnosi artigiani indiani ed è tutto un susseguirsi di piccoli laboratori artigianali per molteplici prodotti locali. Contrattare la merce con un venditore kashmiro è d’obbligo, bisogna aver tempo, pazienza ed essere dotati di grande energia. Pernottamento in houseboat. Trattamento di pensione completa.

15° giorno: Delhi

In mattinata giro sul lago tramite piccole imbarcazioni chiamate shikara, con il fondo piatto e dove il rematore accucciato sta a prua. Pranzo e trasferimento in aeroporto per prendere il volo per Delhi. Trasferimento in hotel e tempo libero. Trattamento di prima colazione.

16° giorno: Delhi – Milano

Nelle prime ore del mattino trasferimento in aeroporto e volo per l’Italia, con arrivo a Milano
previsto nel pomeriggio (volo non incluso in quota)

Informazioni sul viaggio:

– Nei nostri itinerari prevediamo trasferimenti con mezzi privati: minibus o autovetture secondo il numero dei partecipanti. L’ itinerario si svolge in buona parte su piste di montagna ad altitudini molto elevate. I mezzi di trasporto locali non sempre sono in grado di offrire un comfort adeguato alle aspettative occidentali: nelle zone non ancora interessate dal turismo è richiesto un buono spirito di adattamento alle realtà locali.

Particolari condizioni di ritardi o cancellazioni dei voli interni, problemi di viabilità, danni meccanici ai mezzi
di trasporto e hotel in overbooking, possono determinare variazioni nello svolgimento dei servizi previsti e
possono essere modificati a discrezione dei vari fornitori locali con servizi di pari categoria o di categoria superiore. Il verificarsi di cause di forza maggiore quali scioperi, avverse condizioni atmosferiche, calamità naturali, disordini civili e militari, sommosse, atti di terrorismo ed altri fatti simili non sono imputabili all’organizzazione. Eventuali spese supplementari e prestazioni che per tali cause dovessero venir meno non potranno pertanto essere rimborsate. Inoltre, l’organizzazione non è responsabile del mancato utilizzo di servizi dovuto a ritardi o cancellazioni dei vettori aerei.

  • Le sistemazioni:

    Delhi: The Royal Plaza 4*
    Leh: Caravan Centre / Namgyal Palace 3*
    Nubra: Tirit Camp/ Silk Route Camp
    Uletokpo: Uley Ethnic Resort / Zimskhang Holiday
    Kargil: Hotel 2* (migliore categoria disponibile)
    Srinagar: Houseboat

    Le sistemazioni previste potrebbero essere sostituite con altre similari di pari categoria

    Importante:  Delhi offre hotel di standard occidentale, puliti e con una buona cucina. In Ladakh gli alberghi non sono classificati con stelle e la cat. A è la migliore disponibile paragonabile ad un 3* occidentale. Nelle altre località la sistemazione avviene in hotel di buon comfort e pulizia o in campi tendati fissi dotati di letti e lenzuola e servizi come al lago Tso Moriri e alla Nubra Valley. A Srinagar si dormirà su una tipica casa galleggiante.

     

Approfondimenti:

Vuoi maggiori informazioni sull’India? Clicca qui

Prezzi e date:

Tour di 16 giorni / 13 notti
minimo 4 partecipanti
guida locale in inglese

Quote per persona voli NON inclusi:

Partenze In camera doppia supplemento singola
22 maggio 2020 € 1.995 € 580
28 giugno (festival di Hemis) € 1.995 € 580
10 luglio € 1.995 € 580
1 e 17 agosto € 1.995 € 580
7 settembre € 1.995 € 580

Nota bene:

– Voli intercontinentali non inclusi, verranno quotati alla migliore tariffa disponibile in fase di prenotazione.
– I servizi sono stati quotati ai cambi in vigore al 31.01.2020 Eventuale adeguamento sarà comunicato 21 giorni prima della partenza.

Quota individuale gestione pratica: € 85
Mance (da versare in loco): € 60
Visto elettronico India: da richiedere e pagare on line sul sito del Government of India
Tasse aeroportuali governative di Delhi da pagare in loco (importi indicativi, soggetti a variazione senza preavviso):
– per i voli interni in India: 200 rupie p.p. circa
– per i voli in uscita dall’India: 1300 rupie p.p. circa

 

 

La quota comprende:

  • voli domestici Delhi/Leh e Srinagar/Delhi in classe economica
  • trasferimenti da/per gli aeroporti
  • trasferimenti via terra con mezzi privati
  • sistemazione in camera doppia in hotel 4* a Delhi
  • sistemazione in alberghi semplici ma di buon livello in Ladakh
  • pernottamento in campo tendato fisso a Lamayuru e Nubra
  • trattamento di pensione completa eccetto a Delhi (pernottamento e prima colazione)
  • guida locale parlante inglese
  • visite ed escursioni come da programma
  • assicurazione annullamento/interruzione viaggio (sui servizi a terra), rimborso spese mediche e bagaglio

La quota non comprende:

  • voli internazionali Italia/Delhi e ritorno
  • tasse aeroportuali
  • pasti a Delhi
  • bevande, mance, extra di carattere personale
  • visti, tasse d’imbarco all’estero
  • eventuali assicurazioni integrative
  • tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”

Formalità d'ingresso:

INDIA: Formalità d’ingresso
Scopri di più
INDIA: Formalità d’ingresso

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA ALL’INGRESSO NEL PAESE:

Necessario il passaporto con validità residua di almeno sei mesi e visto d’ingresso elettronico (E-VISA) per tutti i viaggi inferiori ai 60 giorni di permanenza; il visto indiano per cittadini italiani con residenza in Italia si dovrà ottenere in formato elettronico (e-visa), non più tramite consolato,  bensì online sul sito del Government of India, pagandolo con carta di credito.  Il costo, soggetto a riconferma, ammonta a circa 40USD con validità di 365 giorni. La conferma del visto in formato elettronico arriverà, entro 72 ore, sulla mail da voi indicata in fase di compilazione del modulo; l’E-VISA dovrà essere stampato e portato con sé in aeroporto.

Per stampare l’E-VISA seguire la seguente procedura:

  1. entrare nel link: https://indianvisaonline.gov.in/evisa/tvoa.html
  2. cliccare su “check your visa status”
  3. inserire i dati richiesti (ricevuti nella conferma via mail)
  4. cliccare su “check status” e dopo ancora, a fondo pagina, su “Print Status”
  5. stampare il form e portarlo in aeroporto insieme al passaporto.

Nota importante: vi ricordiamo di controllare che i dati personali e la foto presenti sull’evisa siano corretti.

Suggerimento: è importante portare con sé fotocopia del passaporto e del biglietto aereo internazionale da poter presentare in caso di smarrimento.

Per informazioni aggiornate, suggeriamo di consultare il sito VIAGGIARE SICURI