LAPPONIA NORVEGESE

Isole Lofoten, l'Arcipelago Perduto

da 5 giorni - 4 notti / viaggio individuale
Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci per maggiori informazioni oppure chiederci di prepararti un preventivo: i nostri Consulenti sono a tua disposizione …

Inserisci un nome valido
Inserisci un cognome valido
Inserisci un indirizzo email valido
Inserisci un numero di telefono valido
Inserisci un messaggio
Vuoi maggiori
informazioni?

Il Viaggio

Isole LOFOTEN, Aquile, ciaspole e Aurora Boreale

Un viaggio alle Isole Lofoten in inverno, per vivere l’atmosfera magica di questi luoghi lontani.

Scoprire le Lofoten in inverno è un’esperienza straordinaria. Vi proponiamo un soggiorno multi-attività per approfittare al meglio della bellezza di queste isole. Sarete meravigliati dalle spiagge di sabbia bianca, dalle montagne scoscese, dai villaggi tipici dei pescatori e dalle aurore boreali. Si prenderà parte ad un’escursione con le ciaspole, ad un’escursione in gommone per avvistare le aquile di mare, e si esploreranno questi territori ancora selvaggi dormendo nelle casette dei pescatori alle isole Lofoten.

Con un po’ di fortuna, assisterete al meraviglioso spettacolo delle “northern lights” danzare nel cielo del nord, uno dei più bei fenomeni della natura!

Programma di viaggio

NOTA IMPORTANTE: in base ai voli disponibili, potrebbe essere necessario prevedere almeno un pernottamento aggiuntivo a Oslo prima e/o dopo il tour (non incluso/i in quota)

1° giorno: Arrivo alle Lofoten - Svolvær

Arrivo a Svolvær e trasferimento libero (non incluso) al vostro alloggio in rorbu. I rorbu sono le tipiche e tradizionali casette in legno dei pescatori. In serata, alle ore 20, partirete alla caccia dell’aurora boreale e se siete fortunati diventerete testimoni di uno dei fenomeni più belli del mondo. Ogni apparizione è unica e illumina il cielo come una tenda vacillante o una nebbia turbinosa. I loro colori vanno da un verde avvincente, spesso con un tocco di rosa lungo i bordi.

La durata dell’escursione è di circa 3-4 ore.

Pernottamento in rorbu presso lo Svinøya Rorbuer.

2° giorno: Escursione con le ciaspole

Colazione in hotel. Oggi partirete alla scoperta delle splendide isole Lofoten facendo un’escursione con le ciaspole. La guida vi accoglierà alla reception del vostro alloggio e vi porterà in minibus al posto di partenza della camminata. La durata di questa escursione è di circa 3 ore.

Pernottamento in rorbu presso lo Svinøya Rorbuer.

3° giorno: Safari "Aquile di mare nel Trollfjord" (in gommone)

Colazione in hotel. Esplorate questo magnifico arcipelago in gommone. Ammirate la natura intorno alla capitale delle Lofoten. Vi dirigete nel Trollfjord, uno dei fiordi più stretti della Norvegia, per osservare le aquile di mare che popolano questa regione. Poi costeggerete i piccoli villaggi di Skjoldvær, Oddvær, Haversand.

Incontro alle 11:00, seguito dalla partenza alle 11:30.
Durata dell’escursione: circa 2 ore.

Pernottamento in rorbu presso lo Svinøya Rorbuer.

4° giorno: Escursione ai villaggi delle Lofoten

Colazione in hotel. A bordo di un (mini)bus, il vostro autista locale, con ampie conoscenze di queste isole, vi porterà attraverso i piccoli villaggi dei pescatori e lungo la costa per vedere le spiagge di sabbia bianca circondate da montagne scoscese. Varie soste sono previste per scattare splendide foto.

Durata circa 4 ore.

Pernottamento in rorbu presso lo Svinøya Rorbuer.

5° giorno: Svolvær - partenza

Colazione in hotel. Trasferimento libero (non incluso) all’aeroporto, in tempo utile per l’imbarco sul volo di rientro.

Possibilità di estensione del viaggio con ulteriori tappe (preventivi su richiesta)

Informazioni sul viaggio:

Note:

  1. L’aurora boreale è un fenomeno naturale che non può essere garantito con assoluta certezza. Il tour operator può solo programmare l’itinerario e il periodo di effettuazione del viaggio in modo tale da massimizzare la probabilità di osservazione
  2. Il terzo letto adulto generalmente è un divano letto e potrebbe risultare un po’ scomodo
  3. Tutte le escursioni dipendono dalle condizioni meteo
  4. L’escursione in gommone non è adatta ai bambini di meno di 12 anni
  5. Potrebbero occorrere piccole modifiche nel programma
  6. Il programma non è disponibile durante le feste di fine anno (dal 16 dicembre al 9 gennaio)
  • le sistemazioni:
    • Svolvaer: Svinoja Rorbuer in rorbu cat. S con doccia/WC

    Tutte le 30 cabin rorbu, alcune originali e altre di recente costruzione, sono di alto livello. Ogni cabin ha da una a tre camere doppie, una cucina ben attrezzata con soggiorno e un bagno moderno con doccia e servizi igienici. Notevole enfasi è stata posta sul mantenimento dell’autenticità delle cabin rorbu. Il legno e l’antica lavorazione artigianale sono stati preservati per trasmettere la sensazione di com’era una cabin rorbu ai vecchi tempi, quando i pescatori pescavano nei mari delle Lofoten con l’aiuto del remo e della vela.

    Le cabin rorbu si trovano in una posizione idilliaca tra il molo di sbarco del pesce, gli edifici lungo la banchina, le rastrelliere per il pesce e altri edifici tradizionali locali. Si ha il mare da un lato e le spettacolari montagne Lofoten dall’altro.

    La pesca è ancora di primaria importanza per la regione e la pesca del merluzzo delle Lofoten ha sempre costituito la base dell’esistenza per le persone che vivono qui. Avere l’opportunità di osservare queste attività vicino a Svinøya è un’esperienza a sé stante.

    N.B. La sistemazione prevista potrebbe essere sostituita con altre similari di pari categoria

  • Il Clima invernale in Norvegia:

    La Norvegia ha un clima particolare, perché è un Paese nordico ma affacciato su un mare che è attraversato da una corrente calda, la Corrente del Golfo. Per questo il paese è meno freddo di quanto si potrebbe pensare, soprattutto lungo la costa occidentale. Certamente, data la posizione così a nord, non può essere un clima caldo, ma a questa latitudine in Canada ci sono gli orsi polari e in Siberia si battono i record del freddo. Comunque la Norvegia è un Paese molto esteso in latitudine, con una costa frastagliata, altipiani e catene montuose, per cui presenta diversi climi di cui occorre tenere conto.
    Il mare (che si mantiene sui 5/6 gradi sopra lo zero anche in pieno inverno) riscalda il clima invernale, mentre rimane fresco in estate, riducendo l’escursione termica lungo le coste. Se si considera che in Norvegia praticamente non vi sono pianure, ma si ha subito un aumento della quota, con catene montuose o altipiani che bloccano o quantomeno ostacolano la penetrazione dell’aria marittima, ci si può rendere conto come queste caratteristiche da clima mite scompaiano non appena ci si inoltri verso l’interno.

    La costa occidentale norvegese è la più esposta all’influenza marittima, ed ha un clima fresco e umido, caratterizzato dal continuo passaggio di perturbazioni, con nuvole, piogge e vento che predominano per tutto il corso dell’anno.
    Durante l’inverno la temperatura rimane, sia pur di poco, sopra lo zero nella parte meridionale, così che Bergen, la seconda città del Paese, ha una temperatura media di gennaio di circa 2 gradi, con minime intorno intorno allo zero e massime intorno ai 3/4 gradi. Spesso cade una pioggerella costante e fredda.

    Proseguendo verso nord, la temperatura diminuisce gradualmente, ma la media giornaliera raggiunge lo zero intorno soltanto al 65° parallelo, poco al di sotto del Circolo Polare Artico. E’ notevole come ancora alle isole Lofoten e Vesteralen, poste al di sopra dello stesso Circolo Polare Artico, anche in pieno inverno possa cadere a volte la pioggia anziché la neve. Proseguendo ancora a nord si scende di qualche grado sotto lo zero, e la neve diventa frequente anche sulla costa, ma a questo punto si entra nella fascia climatica della costa settentrionale.

    La costa settentrionale è un po’ più fredda di quella occidentale, ed ha un clima subpolare oceanico, anche se un ramo della Corrente del Golfo arriva fin qui. Il risultato è che il mare aperto non gela neanche a queste latitudini, fatto unico al mondo.
    Le temperature medie invernali, comunque, scendono sotto lo zero, e tendono a diminuire procedendo verso est: la temperatura media di gennaio e febbraio va dai -2 °C ad ovest ai -6 °C ad est.

    A Capo Nord l’inverno presenta temperature simili a quelle di Oslo, anche se dura di più. La costa settentrionale è abbastanza vicina al Polo ed è per questo esposta ai venti del nord, che possono essere rabbiosi soprattutto in inverno e in primavera.

    Le zone interne hanno un clima continentale, con inverni gelidi e nevosi, ed estati miti. In genere il territorio interno è ricoperto di colline e alture, per cui col crescere della quota la temperatura può diminuire, fino ad arrivare, nelle zone più alte, ad un vero e proprio clima montano. Il limite delle nevi perenni in Norvegia è abbastanza basso, e si trova a circa 1.500 metri.

    La zona più fredda del Paese è la parte norvegese della Lapponia, cioè la parte meridionale del Finnmark. Qui l’inverno è veramente duro, e le temperature possono scendere nei momenti peggiori a -50°C.
    Caratteristiche continentali molto marcate vengono assunte anche dalla zona centrale al confine con la Svezia, cioè la parte settentrionale dell’Hedmark e quella orientale del Sør-Trøndelag, a causa della distanza dal mare, dell’appartenenza al versante orientale, e della quota, essendo questa zona dominata da un altopiano di altezza compresa tra i 500 e i 1.000 metri. Qui durante l’inverno la temperatura può scendere sotto i -40 °C.

    La zona di Oslo, insieme alla parte sud-orientale, ha un clima baltico-continentale: gli inverni sono gelidi, con temperature sotto lo zero di qualche grado nei tre mesi invernali, e nevicate frequenti. Durante l’inverno a volte riescono a penetrare anche qui le masse d’aria mite provenienti dall’Atlantico, così che può cadere la pioggia anziché la neve, mentre in altre occasioni le masse d’aria gelida proveniente dalla Russia possono portare un forte calo della temperatura, con punti minime di -25°C. La temperatura media oscilla poi intorno allo zero a novembre e marzo.

Approfondimenti sul Paese:

Vuoi maggiori informazioni sulla Norvegia?

Prezzi e date:

5 giorni – 4 notti
viaggio individuale, partenze a data libera

Quote per persona a partire da, voli NON inclusi *

partenze in camera doppia in camera singola
dal 15 al 31 dicembre 2023 € 1.642 € 2.136
dal 01 al 10 gennaio 2024 € 1.642 € 2.136
dal 11 gennaio al 31 marzo € 1.554 € 2.048

* NOTE
– VOLI:
verranno quotati in base all’aeroporto di partenza, alla miglior tariffa disponibile al momento della prenotazione
– le quote in tabella sono sempre soggette a riconferma sulla base delle effettive disponibilità al momento della prenotazione

Estensioni: è possibile richiedere pernottamenti aggiuntivi sia alle Lofoten che in altre località (preventivi su richiesta)

Quota individuale di gestione pratica: € 50

Assicurazione obbligatoria annullamento-medico-bagaglio: da quotarsi in base al costo totale del viaggio

La quota comprende:

  • 4 pernottamenti in rorbu cat. S con doccia/WC, colazione inclusa
  • escursione in (mini)bus alla caccia dell’aurora boreale con autista/guida (3-4 ore)
  • escursione con le ciaspole con guida (3 ore)
  • safari alle aquile di mare in gommone con guida (2 ore)
  • escursione fotografica in (mini)bus sulle isole Lofoten con autista/guida (4 ore)

La quota non comprende:

  • voli e relative tasse aeroportuali
  • pasti non menzionati, bevande, mance, extra di carattere personale
  • escursioni e/o attività aggiuntive oltre a quelle menzionate in programma
  • eventuali estensioni
  • assicurazione medico/bagaglio e annullamento
  • quota individuale di gestione pratica
  • tutto quanto non indicato nel programma e nella voce “La quota comprende”

Formalità d'ingresso:

NORVEGIA: informazioni utili
Scopri di più
NORVEGIA: informazioni utili

DOCUMENTI:
Formalità d’ingresso
Per la Norvegia occorre il passaporto o la carta d’identità valida per l’espatrio. I passeggeri che effettuano navigazioni alle Isole Svalbard, alle Isole Faroe e soggiorni in Groenlandia devono essere in possesso del passaporto in corso di validità.
I minori di 15 anni devono essere in possesso del proprio passaporto o essere inseriti sul passaporto del genitore che li accompagnano. In alcuni paesi viene accettato l’attestato a uso espatrio ma a causa di continui aggiornamenti in materia consigliamo l’uso del passaporto.

Per informazioni aggiornate, suggeriamo di consultare il sito VIAGGIARE SICURI