RAROTONGA

Isole Cook

durata del soggiorno: libera
Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci per maggiori informazioni oppure chiederci di prepararti un preventivo: i nostri Consulenti sono a tua disposizione …

Inserisci un nome valido
Inserisci un cognome valido
Inserisci un indirizzo email valido
Inserisci un numero di telefono valido
Inserisci un messaggio
Vuoi maggiori
informazioni?

Il Viaggio

Splendida isola con una laguna davvero suggestiva, Rarotonga è un esempio di natura incontaminata tanto lontana dal mondo quanto accessibile. Lussureggiante nei suoi giardini tropicali e splendente nei suoi colori, è un’isola che costituisce una vera attrazione in questo luogo del Pacifico. Rarotonga è un posto bello e lussureggiante, orlato di spiagge e coronato al centro dai monti. Tutti i principali luoghi di interesse sono situati lungo le due strade concentriche dell’isola o nelle loro vicinanze.

La quotazione del volo e dell’itinerario del viaggio sono preparati su misura e secondo le specifiche esigenze del cliente, data la specificità della destinazione e delle varie possibilità di visite e soggiorni nei vari arcipelaghi Polinesiani.

L'isola:

  • LUOGHI DA VISITARE:

    Arorangi, sulla costa occidentale, è stato il primo villaggio costruito dai missionari ed è nato con lo scopo di fungere da modello per il resto dell’isola. Potete visitare la CICC Church del 1849; all’interno è sepolto Papeiha, il primo predicatore cristiano delle Isole Cook. Alle spalle di Arorangi si erge la vetta del Raemaru, ottima meta per un’escursione di una giornata. Il Cultural Village, situato sulla via secondaria di Arorangi, è un posto molto interessante dove in una giornata potrete imparare più cose sulla cultura delle Isole Cook che nel resto di tutto il vostro soggiorno. Con una visita guidata verrete condotti in diverse capanne tradizionali e assisterete a dimostrazioni sulla storia delle isole, sulla medicina maori, sulle tecniche di pesca antiche, sull’intaglio del legno e sulla danza; al termine parteciperete a un banchetto di cibi tradizionali accompagnato dalle danze.

    Vicino alla costa meridionale dell’isola c’è la Wigmore’s Waterfall, dove il Papua Stream si getta in una fresca piscina naturale. È possibile raggiungere la cascata direttamente in auto, ma l’ultimo tratto è molto sconnesso e richiede l’uso di un fuoristrada; in alternativa potete fare una bella escursione a piedi partendo dalla strada litoranea.

    Proseguendo lungo il Cross-Island Track (il percorso che attraversa l’isola) si arriva al Rua Manga (L’Ago), una vetta di 415 m da cui si ammira una splendida veduta verso nord-ovest e verso sud. L’attraversamento dell’isola richiede 2 o 3 ore e a entrambe le estremità ci sono gli autobus pubblici.

    A poco più di un paio di chilometri dall’aeroporto sorge Avarua, capitale dello Stato, una cittadina con solo 4500 abitanti. Avarua è graziosa, ma non è molto interessante dal punto di vista turistico. Ciò nonostante è necessario fermarsi almeno un paio d’ore, poiché vi sono le sedi delle compagnie aeree, delle banche, l’ufficio informazioni turistiche, agenzie turistiche, negozi e librerie. C’è anche la stazione degli autobus. Al Constitution Park si svolgono le più importanti manifestazioni. La CICC Church Yard è il più significativo edificio religioso dell’arcipelago. È stato costruito nel 1853 con coralli e lime (una specie di pietra pomice); vicino si trova un piccolo cimitero nel quale è sepolto Albert Royle Henry, primo ministro quando le Cook hanno ottenuto l’indipendenza. Takemoa Theological CoIlege è una specie di quartier generale della Cook Islands Christian Church (CICC) e funziona anche come seminario. La Library and Museum è più biblioteca che museo e dispone di una vasta bibliografia sulle Cook. Il Wreck of Maitai, appena a ridosso della barriera corallina, è ciò che rimane della Maitai, una nave che collegava le Cook con Tahiti e che è naufragata il 24 dicembre 1916.

    A ridosso del reef, appena fuori Avarua è possibile visitare il Wreck of the Yankee; si tratta di un panfilo lungo 30 metri, naufragato davanti a Rarotonga il 24 luglio 1964, mentre partecipava a una regata intorno al mondo. Ora il relitto è semi-sommerso.

PACIFIC RESORT:

Cat. 4 stelle
Il resort è situato sulla bianca spiaggia di Muri, a circa 10 minuti dalla città principale di Avarua e si estende in un meraviglioso giardino di 5 acri. Alte palme e piante tropicali lo separano dalla spiaggia e dalla meravigliosa laguna antistante. E’ composto da diverse tipologie di sistemazioni, ville con 2 camere da letto e zona soggiorno con cucina, bungalows con 1 o 2 camere da letto e angolo cottura situate nel giardino, sulla spiaggia o nei pressi della piscina. Tutte dispongono di aria condizionata, ventilatori a soffitto, telefono, radio frigobar, cassetta di sicurezza, asciugacapelli. Le ville dispongono anche di veranda privata. Al ristorante Sandals e al Barefoot Bar possibilità di scegliere da semplici snacks a elaborati piatti della cucina tropicale. Possibilità inoltre di praticare vari sports acquatici, di effettuare tours in barca con fondo di vetro, di rilassarsi ai bordi della piscina o di coccolarsi con un massaggio. L’hotel dispone di un centro estetico, di un negozio souvenir, ed organizza immersioni, uscite di pesca e tour dell’isola

CROWN BEACH RESORT

Cat. 4 stelle
Il resort è situato sulla costa ovest dell’isola di Rarotonga a circa 10 minuti dall’aeroporto e 15 minuti dalla città principale di Avarua. Gode di una posizione privilegiata, estendendosi su un’area di oltre 4,5 acri di spiaggia e di curatissimi giardini tropicali. E’ composto da 22 spaziose ville ad 1 o 2 camere da letto situate nel giardino, presso la piscina o sulla spiaggia. Tutte le ville, moderne ma con un tocco di stile polinesiano, dispongono di una zona soggiorno separata con angolo cottura attrezzato, aria condizionata, ventilatori a soffitto, televisore con lettore DVD, telefono, radio, cassetta di sicurezza, asciugacapelli, frigorifero, necessario per tea e caffè. Le camere deluxe beachfront dispongono anche di vasca jacuzzi esterna. Accanto alla scenografica piscina con cascata si trova il ristorante principale, mentre sulla spiaggia vi sono un ristorante ed un bar aperti anche per veloci snacks durante la giornata. Inoltre, non distanti dal resort altri 5 ottimi ristoranti sono comodamente raggiungibili a piedi. A disposizione degli ospiti un centro spa, boutique, noleggio auto, servizio lavanderia e supermercato nelle vicinanze. Possibilità di praticare snorkeling, kayaking e canoa.

Approfondimenti sul Paese:

Vuoi maggiori informazioni sulle Isole Cook?

Formalità d'ingresso:

ISOLE COOK: Informazioni utili
Scopri di più
ISOLE COOK: Informazioni utili

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L’INGRESSO NEL PAESE:

Passaporto: necessario, con validità di almeno sei mesi oltre il termine del periodo di soggiorno.

Per informazioni aggiornate, suggeriamo di consultare il sito VIAGGIARE SICURI

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento “Documenti di viaggio – documenti per viaggi all’estero di minori”.

Visto d’ingresso: non è necessario per soggiorni di non oltre 31 giorni, ma bisogna essere in possesso di biglietto aereo andata/ritorno, sufficienti mezzi finanziari e passaporto con validità di almeno sei mesi oltre il periodo previsto per il soggiorno. Si consiglia in ogni caso di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Formalità valutarie e doganali: nessuna, Non ci sono limiti all’importazione ed all’esportazione di valuta. E’ vietato invece importare frutta, carne, bestiame, narcotici, materiale pornografico, armi da fuoco, munizioni. Prima della partenza informarsi presso una Rappresentanza Diplomatica del Paese  sui prodotti agricoli che si possono importare od esportare.

Legislazione matrimoniale: si ricorda ai connazionali che programmano il proprio matrimonio alle Isole Cook che la legislazione locale non prevede la possibilità di scegliere il regime patrimoniale di separazione dei beni. Si suggerisce di contattare con congruo anticipo il proprio Comune di residenza per verificare gli adempimenti da seguire per la corretta trascrizione del matrimonio in Italia.